Menu

Domanda di Bite

Risposte pubblicate: 5

A Ottobre 2016 ho cominciato ad avvertire dolori urenti a gola e mandibola emilato destro

Scritto da Giuliana / Pubblicato il
Buonasera. A Ottobre 2016 ho cominciato ad avvertire dolori urenti a gola e mandibola emilato destro. Supponendo si trattasse di disodontiasi del dente del giudizio inferiore dx sono stata sottoposta ad avulsione dello stesso a fine Dicembre. Si è verificata una alveolite secca e i dolori sono degenerati arrivando ad interessare tutto il capo arrivando a far supporre un interessamento neurologico. Appurato attraverso esami specifici che non ci sono danni neurologici centrali, mi sono rivolta ad un odontostomatologo che mi ha subito costruito un bite che porto giornalmente e copre l'arcata inferiore. I dolori sono migliorati e ora riesco a stare in piedi. Ciò che non migliora affatto è la faringodinia a destra, il dolore mandibolare a destra e la sensazione di corpo estraneo in gola. Premetto di non soffrire di reflusso. Uso il bite da un mese circa e sono costretta ad assumere farmaci per il dolore. Leggendo su internet ho letto della sindrome di Eagle, i cui sintomi rientrano nel mio quadro al 90%. Magari mi sbaglio, ma vorrei avere un'opinione sulla mia opt. Inoltre ultimamente percepisco un rumore di sfregamento in corrispondenza dell atm emilato destro come se fosse interessato l'orecchio. Non ho problemi Orl (già eseguita visita). Aspetto vostri pareri grazie
Sig. Giuliana, a distanza senza evidenze cliniche, possiamo dire poco, ma il terzo molare superiore destro è stato indagato? Dove va a finire quando chiude la bocca, non avendo l'antagonista? Per parlare di sindrome di Eagle occorrono accertamenti diagnostici, il Dott. GOOGLE oltre non dare certezze non fa diagnosi, per cui lo abbandoni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Carnate (MB)

Il mio consiglio, anche se non le piacerà, visti i precedenti, è di togliere i 4 denti del giudizio. Almeno l'altro inferiore. Infatti la posizione è tale che sembra creare contatti traumatici per la ATM. Quando c'era quello che ha tolto, c'era una simmetria (nella patologia dei contatti sbagliati. Ora tolto il dx, si è creata una situazione di ASIMMETRIA che è una delle cose più nocive per la atm . Io credo che rifiorirà. Certo mancano tanti dati, come quello sulla occlusione generale, ma il 38 sembra proprio una bella spina irritativa..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)

analisi-gnatologica-dr-g.petti-cagliari-276.jpg
Cara Signora Giuliana, buongiorno. Una sola domanda: " E' stata rilevata la calcificazione del legamento stiloioideo" con esami Radiologici specifici? Se si, allora si può sospettare la Sindrome di Eagle, altrimenti i soli sintomi possono essere comuni a tante altre patologie e bisogna fare una serie semeilogica di Diagnosi Differenziali. Sono perplesso sull'uso di un Bite senza una Diagnosi Gnatologica, almeno così sembra da quanto dice! il Bite è un'arma a doppio taglio ed è bene saperlo e ribadirlo perché se ne abusa troppo, purtroppo! Non è il toccasana! Soprattutto lo si deve usare per brevi periodi e nel modo giusto! Il bitePlane in sostanza serve per far dimenticare al cervello la posizione attuale e farlo diventare una "tabula rasa" per ricercare la sua originale posizione ed arrivare così alla terapia vera e propria che può essere con semplice ma fine e complesso allo stesso tempo molaggio selettivo, protesi od ortodonzia a seconda della situazione clinica, magari preceduta da chirurgia parodontale per allungamento delle corone cliniche per intrudere od estrudere chirurgicamente e poi protesicamente i denti non in occlusione ma estrusi o intrusi o mesializzati o distalizazati o vestibolarizzati o lingualizzati, sempre che non si decidesse, per vari motivi, di ricorrere ad un loro riposizionamento Ortodontico. Tutti i bite non sono uguali e soprattutto non tutti i Dentisti sanno come usarli e quindi cosa ottenere con il loro uso! A volte bisogna ricorrere all'uso di un arco facciale di trasferimento, essenziale per rilevare i rapporti spaziali delle sue arcate con la base cranica e per il montaggio dei suoi modelli di studio su un articolatore a valore medio per studiare la gnatologia della sua bocca e la sua clinica e le sue articolazioni con angoli di spostamenti come l'angolo o movimento di Bennet tra il piano sagittale ed il movimento del condilo in lateralità della mandibola che è la fotografia reale della sua patologia! Per esempio, maggiore è il movimento di Bennet e minore è l'altezza delle cuspidi e viceversa, quindi l'occlusione e il rapporto delle cuspidi tra antagonisti e tra di loro, incidono sul movimento di bennet e sulla misurazione dell'angolo che forma con le strutture citate ed in ultima analisi con le patologie del lato lavorante e di quello non lavorante della testa dei condili. Questo movimento di bennet può essere immediato o progressivo a seconda delle patologie presenti o non patologie presenti, ovviamente!Il movimento di lateralità è bene studiarlo anche clinicamente con la palpazione perché è determinato dalla contrazione dello pterigoideo esterno del lato opposto a quello verso cui si sposta la mandibola. Un dolore durante questa palpazione indica una contrattura del muscolo e quindi la presenza di una patologia articolare. Palpazione che va fatta non solo in lateralità ma anche in apertura.Solo così si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Ci sarebbe tanto altro da dire ma penso di essere già stato esaustivo per farle avere un'idea di cosa sia la Gnatologia.Bisogna valutare, tra le tante verifiche da fare, se procedere a registrazioni particolari presso Odontoiatri esperti in Medicina del Sonno. Per esempio Mia Figlia Claudia è una Odontoiatra che si occupa di queste patologie (della Medicina del Sonno), dette con l'acronimo di OSAS se meno gravi o CPAP, (continuous positive airway pressure)se più gravi, quando la respirazione a pressione continua positiva diventa intollerabile, con terapie con TRD (tongue retaining device)che trattengono la lingua in posizione anteriorizzata o MRA (mandibular repositioning appliances)che fanno avanzare la mandibola, dopo analisi neurologica anche a domicilio, tra cui anche la POLISONNOGRAFIA,tutto in collaborazione con un Neurologo od un Centro Specializzato ad Hoc! Bisogna valutare se si verificano apnee notturne e "russamento"! Come vede la Visita Odontoiatrica Clinica è "cosa seria e complessa e carica della Cultura del Medico Dentista"! Si faccia visitare. Le lascio un Poster Con Arco Facciale di Trasferimento, Stabilometria computerizzata e vari tipi di Bite Plane. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)

Purtroppo oggi internet crea neoplasie al cervello per un paziente che ogni tanto ha mal di testa, piuttosto che pochi giorni di vita a fronte di uno "strano" dolore alla spalla. La capisco, anche io lo uso e ne abuso, ma prendo tutto molto con le dovute distanze. Chi meglio del collega che la sta seguendo, e sembra piuttosto bene, con un bite occlusale, può andare a capire fino in fondo il suo problema? Non di certo noi, privi di elementi sufficienti di qualunque tipo.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)

Gentile Sig.ra Giuliana, senza aver dimostrato la calcificazione del legamento stiloioideo tramite esami radiologici non si può parlare di sindrome di Eagle. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)