Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 13

Ho cominciato ad avvertire un fastidio dovuto ad un precontatto degli ultimi due denti di dietro

Scritto da grazia / Pubblicato il
Buongiorno, ho un problema abbastanza serio. Dagli inizi di ottobre ho cominciato ad avvertire un notevole fastidio dovuto ad un precontatto degli ultimi due denti di dietro. Preciso che questo fastidio avvenne subito dopo un'otturazione poi passò. A distanza di 5 mesi si è riproposto. Sono andata dal dentista il quale secondo lui il dente non toccava e mi ha detto che probabilmente è una questione nervosa e dovrei assumere qualche miorilassante tipo valium. Non essendo ancora così totalmente pazza mi sono rivolta ad un altro dentista il quale ha notato sull'ultimo dente una sacca paradontale e nella lastra al dente risultava una diminuzione dell'osso...ma intanto il dottore non mi ha risolto il problema rinviandomi ad un successivo incontro. Disperata poichè digrignavo sempre in quanto avvertivo proprio la sensazione di precontatto e con forti dolori di testa, ho limato leggermente il dente che secondo me toccava. Il problema l'ho risolto, il dente non toccava più però subito dopo avvertivo la stessa sensazione di fastidio al canino della parte opposta. Allora io mi chiedo è un problema psicologico (non mi sembra) oppure un problema gengivale?
Gentile Sig.ra Grazia, in medicina il fai da te non è consigliabile. Si rivolga ad un dentista serio e preparato e, mi creda, ce ne sono tantissimi, che possa risolverLe il problema senza girarci attorno o rinviarne la soluzione. Tanti auguri e cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Grazia, la diagnosi e la terapia praticamente l'ha fatta da sola riuscendo a limarsi un precontatto che le ha scatenato una parafunzione come il digrignamento che ha descritto provocato proprio dall'otturazione che "toccava" prima degli altri denti. Non le rimane che recarsi da un buon dentista meglio se ortodontista gnatologo che possa verificare meglio la sua situazione dal punto di vista occlusale. Lei non è pazza assolutamente poichè vittima di problema iatrogeno e comunque a volte si può prescrivere un miorilassante senza per questo essere considerata pazza. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Grazia, dovrebbe parlare del tutto al suo medico di base e ascoltare i suoi consigli.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Nè l'uno, nè l'altro. Cerchi uno gnatologo di provata esperienza, solo lui potrà darle risposte sensate.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile sig.ra, innanzitutto fa malissimo fare medico fai da te. In secondo luogo un bravo dentista le avrebbe controllato, già, la masticazione in tutte le sue funzioni, poiche' non ci ha fornito delle informazioni a proposito del o dei denti di giudizio, comunque sarebbe opportuno rivolgersi ad un bravo ortodonzista Dott. Abazari Abbas Perugia

Scritto da Dott. Abbas Abazari
Perugia (PG)

Carissima Signora, come scritto da tutti i colleghi, non cerchi di risolvere i problemi da sola perchè potrebbe crearne di nuovi. Si rivolga con fiducia ad un dentista che si occupi di Gnatologia e Paradontologia. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Piero Puppo
Imperia (IM)

Otturazione ben fatta in Amalgama per farle vedere meglio le forme ripristinate va benissimo anche una otturazione estetica ma si vede meno bene la forma con cuspidi fossette solchi e cresta marginale . Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Cara Signora Grazia, anzitutto il valium è una benziodiazepina psicotropa che agisce sugli stati di ansia e non è un miorilassante! Secondo fare un molaggio selettivo (terapia dei precontatti) è cosa delicatissima e che richiede grande competenza ed avendo lei irresponsabilmente agito da sola, ha creato una alterazione dell'occlusione tantovero che l'altro canino orea ha un precontatto. Spero per lei che non abbia alterato la dimensione verticale della bocca se no dovrà rifare l'otturazione! Vada da un Buon Dentista che sappia fare la sua professione e risolverà tutto! Non è il caso di andare addirittura da uno gnatologo (glielo dice uno Gnatologo). Un Bravo e normale Dentista coscienzioso sa fare tutto quello di cui ha bisogno!....Ha bisogno invece di una visita da un Parodontologo per valutare la tasca parodontale e soprattutto valutare se è presente una parodontite in tutta la bocca, legga cliccando sul mio nome:"La 'tasca parodontale.... questa sconosciuta!'………..:::::POI:::: ……… LA PIORREA.....QUESTA SCONOSCIUTA!............... :::::POI:::: ……… VISITA PARODONTALE…………….......Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Spett. Sig.a grazia, difficile darle una risposta senza una visita. Probabilmente dovrebbe rivolgersi ad un dentista che le controlli innanzitutto se ha una occlusione bilanciata ......poi vedere se c'è dell'altro. Distinti saluti Dr. Stefano Velo

Scritto da Dott. Stefano Velo
Abano Terme (PD)

Cara Grazia se l'otturazione è alta basta abbassarla se è un dente suo a toccare però il problema va ricercato in un'altra causa. Quindi si affidi ad un odontoiatra valido e iscritto all'albo, distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Gentile sig ra Grazia, eviti sempre il fai da te in odontoiatria, ma si affidi ad un valido professionista che farà la giusta diagnosi in bocca e valuterà anche problematiche posturali, emotive, che possono concorrere a scatenare o aggravare la situazione occlusale, dentale, paradontale. Spesso infatti usiamo i denti per dissipare certe tensioni, soprattutto nel sonno o se tesi, nervosi... La bocca infatti occupa gran parte della corteccia cerebrale, come la mano, e può essere il punto di partenza o di arrivo di molti stimoli che apparentemente sembrano estranei al sistema masticatorio. Il suo dentista le saprà consigliare la giusta terapia occluso-dento-paradontale, se occorre anche con ortodonzia, bite, relax fisico e psichico.... Dott.Angelo Beghini Cassano D'Adda MI e Comazzo LO
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Beghini
Cassano d'Adda (MI)

Sullo stesso argomento