Domanda di Parodontologia

Risposte pubblicate: 11

Gengive che sanguinano all’improvviso

Scritto da michela / Pubblicato il
Per quale motivo la mia gengiva inizia a sanguinare all’improvviso? Poi al tatto sento qualcosa come una cisti. Le premetto che ho molta carie dentale, dovuta non tanto alla scarsa igiene dei denti, quanto alla mancanza dello smalto, tant’è che appaiono gialli, e la superfice è ruvida (documentandomi su innternet, credo si tratti di amilogenesi imperfetta).
Sig. Michela, può essere una discromia strutturale congenita dello smalto come lei ipotizza , ma la diagnosi giusta la può dare solo un odontoiatra dopo aver effettuato un accurata analisi clinica. Le consiglio di non trascurare la situazione, fissando un appuntamento al più presto con un odontoiatra e un igienista che le cureranno il cavo orale. Inoltre, la informeranno come mantenerlo nel tempo con delle corrette manovre domiciliari d’igiene. Dott. Diego Ruffoni.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il 90% dei sanguinamenti gengivali sono dovuti alla presenza di tartaro o placca che può causare gengiviti o paradontiti. La presenza di una conformazione dello smalto "ruvida" e "giallina" certamente aggrava la sintomatologia. Il mio consiglio e quello di farsi visitare da uno specialista e iniziare qiuanto prima un programma di igiene orale professionale.

Scritto da Dott. Michele Giudice
Salerno (SA)

Gentilissima Michela, il sanguinamento gengivale è espressione di un quadro infiammatorio (gengivite) che può rientrare applicando le normali norme di igiene orale e professionale, dunque il consiglio è di rivolgersi al suo dentista di fiducia. Inoltre la gengiva è un tessuto che risente molto delle veriazioni ormanali sanguigne che nelle donne periodicamente avvengono, perciò controlli se questi sanguinamenti sono in relazione con il ciclo mestruale. In questo caso c'è poco da fare se non supportare l'igiene orale con dei collutori specifici. Cordialmente Dott. Cristian Romano
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Signora Michela Maria, se fossi in lei lascerei stare l'amilogenesi imperfetta e mi preoccuperei di quelle zone edematose che lei definisce come "cisti". Le consiglio una ortopantomografia che le servirà per poi andare a visita da un collega parodontologo; il tutto dopo aver accertato se il sanguinamento è spontaneo o dopo suzione. Nel frattempo potrebbe applicare localmente della clorexidina gel.

Scritto da Dott. Luigi Amodeo
Casavatore (NA)

Intanto verifichi tra gli esami di laboratorio il valore del Ferro (sideremia) poi le consiglio una terapia locale a base di colluttorio specifico di clorexidina ed aloe (tipo Dermilia blu) da utilizzare alla sera per 15 gg. ed un dentifricio specifico tipo Parodontax da utilizzare regolarmente 3 vv al gg., quindi consulti un buon Odontoiatra.

Scritto da Prof. Attilio Menduni De Rossi
Castellammare di Stabia (NA)

Gentile signora, le consiglio di non trascurare il problema delle gengive sanguinanti: possono essere il primo segno di una malattia che, a un certo stadio, può non essere più facilmente reversibile. L'amelogenesi imperfetta potrebbe essere il minore dei suoi problemi.

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Molto spesso un sanguinamento gengivale dipende dalla presenza di tartaro che determina la formazione di tasche parodontali che, se trascurate, possono determinare la mobilità e conseguente perdita dei denti. La presenza, poi, di tumefazioni gengivali che lei definisce come cisti, sono un ulteriore campanello d'allarme da non sottovalutare. Oggi patologie gengivali, anche piuttosto avanzate, possono essere facilmente risolte con terapie praticamente indolori (ablazioni di tartaro e trattamenti con laser NdYag). Il mio consiglio è di rivolgersi quanto prima ad un professionista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ferdinando Cicala
Caserta (CE)

Gentile Signora il mio consiglio è quello di farsi vedere da uno specialista parodontologo, noterà la presenza di tasche che potrebbero portare conseguenze gravi per i denti, dovrà quindi sottoporsi a numerose sedute di detartrasi ed eventualmente a eventuali interventi parodontali. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Luca Gargiulo
Bologna (BO)

Gentile Signora, come vede dalle risposte che ha avuto da tanti dottori, il sanguinamento dalle gengive è un classico segno di parodontite che va subito curato. La sua descrizione è però abbastanza circostanziata e sembra corretta: ha molte carie, dovute facilmente ad una probabile "amelogenesi imperfecta", e non è escluso che un dente più cariato di altri abbia dato luogo ad una necrosi pulpare con conseguente cisti periapicale. Allora, cosa aspetta a rivolgersi ad un Dentista? Distinti saluti, Dott. Angelo de Fazio.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo De Fazio
Casalnuovo di Napoli (NA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, la gengiva sanguina a causa di placca e tartaro oppure per la presenza di carie in prossimità della gengiva. si sottoponga a visita specialistica, ablazione tartaro e cura delle carie e vedrà che la situazione migliorerà notevolmente. Per quanto riguarda la amelogenesi imperfetta, questa va opportunamente diagnosticata e controllata tramite l'uso di dentifrici al fluoro e applicazioni di fluoro in studio. a presto

Scritto da Dott. Alessandro Gionfriddo
Siracusa (SR)

Sullo stesso argomento