Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 9

A seguito di una caduta, il dentino davanti della mia bambina di 3 anni è diventato giallo scuro. Cosa può essere?

Scritto da noemie / Pubblicato il
La mia bambina di 3 anni è caduta sbattendo la bocca sul pavimento. Sono passati 5 giorni e un dentino davanti incisivo è diventato visibilmente giallo scuro. Cosa devo fare? A chi mi devo rivolgere? Grazie
Sig.ra Noemi da come descrive il trauma subito dalla sua bambina, non credo ci siano stati danni tali da creare problemi al dentino permanente in fase di formazione (sotto al dentino che ha battuto c'è la gemma del dente permanente). Il cambiamento di colore del dentino da latte invece dipende dalla necrosi della polpa che ha subito un danno, questo processo porta di solito alla formazione di un ascesso. A causa della piccola età di sua figlia di solito non si interviene se il dente è asintomatico, però quando uscirà l'ascesso allora è il caso di intervenire con una pulpectomia (rimozione della polpa infetta) e con le relative cure. Le consiglio comunque di portare sua figlia da una specialista che la visiterà ed accerterà il grado di danno subito e l'eventuale comportamento da tenere. Resto a sua completa disposizione per altri chiarimenti. Stia tranquilla a presto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Daiana Zuccaro
Frosinone (FR)

Sig.ra Noemi, giusto quanto dice la dottoressa Zuccaro. Quello che succederà in caso di interruzione dell'afflusso sanguigno alla polpa del dente sarà una piccola fistola, una specie di foruncolino, sulla gengiva alla base del dente. Allora può rivolgersi al dentista perchè il dente sarà morto e non ci sarà bisogno di anestesia per curarlo e quindi la bimba non sarà traumatizzata da inutili punture.

Scritto da Dott. Paolo Terrachini
Reggio Emilia (RE)

Sig. Noemi mi trova in accordo con la risposta della collega Zuccaro. Deve rivolgersi a un semplice odontoiatra che può trovare in questo portale.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gent sig. Noemi, sono d'accordo con i colleghi per i consigli che le hanno fornito.. le dico per esperienza diretta (anche a mia figlia è successo lo stesso episodio) di non preoccuparsi perchè il germe del dente permanente di solito non subisce alcun danno.. faccia comunque valutare la bimba da un odontoiatra.. Cordialmente.

Scritto da Dott. Franco Tarello
Torino (TO)

Gentile Noemi, non si preoccupi, però porti sua figlia da un dentista. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Le conseguenze di un trauma di questo genere vanno viste a breve, medio e lungo termine. Nell'immediato bisognerà vedere se la bambina svilupperà un ascesso e se riuscirà ad alimentarsi regolarmente. A medio periodo dovremo vedere se, oltre ad ascesso e dolore (che probabilmente si potranno mitigare) ci saranno anche altre complicazioni di carattere generale, come l'aumento degli indici di infezione e infiammazione nelle analisi del sangue. Per il lungo termine bisognerà eliminare al momento giusto il dente da latte rovinato, prima che il dente permanente prenda contatto nella crescita con la radice ascessuata del deciduo, pena la deviazione del percorso di crescita o la creazione di difetti dello smalto sul permanente. Questi sono imperativi assoluti: che la bimba stia bene in breve, che il problema sia solo locale a livello della dentizione, che si alimenti regolarmente e che poi il dente nuovo nasca sano. Nulla di troppo difficile da trattare, ma ci vuole un dentista che si occupi di bambini così piccoli, con amore e competenza. La confusione in queste cose, regna sovrana nei colleghi che non si dedicano ogni giorno ai piccini e che non si informano nelle sedi specifiche dove si insegna la odontoiatria pediatrica e la traumatologia dentale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Sig.ra Grottini credo innanzitutto che sia giustificata una normale apprensione, ma ormai è successo quel che succede spesso a moltissimi bimbi. In attesa che la natura provveda col tempo alla permuta dentaria, e non ritenendo opportuno, in questa sede, farle leggere un trattato di odontoiatria, l'unica cosa che deve fare, senza ulteriori indugi, è portare la bimba all'attenzione del suo odontoiatra, che potrà senz'altro risolvere il problema in prima persona o indirizzandoLa c/o altro collega. In ogni caso si tranquillizzi, con un pò di pazienza sua figlia tornerà comunque ad avere un bel sorriso. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Antonio Lipani
Siracusa (SR)

Gentile Noemi, aggiungo a quanto già detto, che nei traumi dei denti da latte, occorre distinguere sostanzialmente se questi vengono dislocati (intrusi, lateralizzati) o meno. Nel primo caso la radice del dente deciduo può andare a ledere il germe del dente permanente. Negli altri casi, che mio pare sia quello di sua figlia, pur dovendo porre attenzione, la situazione è molto più tranquilla da gestire. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Non si allarmi, ma faccia visitare sua figlia quanto prima da un Odontoiatra, al fine di valutare eventuali ulteriori esiti del trauma. Saluti

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)