Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 15

Gentili Dentisti, vi espongo una questione che mi sta molto a cuore

Scritto da Giulia / Pubblicato il
Gentili Dentisti, vi espongo una questione che mi sta molto a cuore. Riguarda il mio ragazzo che ha quasi 26 anni e ha avuto serie vicissitudini per quanto riguarda i suoi denti. Allora al momento gli mancano molti denti, di alcuni ha solo le radici e sono rivestiti quasi interamente di tartaro e placca. Ci siamo recati da un dentista a Milano il quale ci ha mandato a fare una panoramica che allego sotto. Il risultato è che ha un odontopatia diffusa (non è stato in grado di spiegarci molto bene cosa fosse) ma ha escluso la piorrea. Il suo responso è stato il seguente: il paziente soffre di forti dolori gengivali, le sue radici sono utilizzabili e durante la visita ha dettato alle sue assistenti una serie di avulsioni ed estrazioni interminabili. Adesso quello che lui ha consigliato è la riduzione dei denti a dei monconi, dopo le varie estrazioni, e l'applicazione di una protesi su di questi. La sua masticazione al livello attuale risulta gravemente compromessa per l'assenza dei denti e tecnicamente lui mastica sulle gengive. Alla nostra richiesta di domande sull'implantologia la sua risposta è stata ambivalente, non era d'accordo sul tipo di intervento e in più manifestava delle perplessità riguardo la mancanza di spazio nell'arcata inferiore e superiore. La situazione è complicata da un lavoro ortondonzista finito male quando era bambino per cui disponde di due denti subito dopo gli incisivi centrali (perdonate la mancaza di termini tecnici) che risultano più indietro rispetto agli altri denti.Ultimamente la situazione si è aggravata e ad ogni pasto sperimenta dolori diffusi ai denti che gli rendono difficile la masticazione ed è costretto a prendere OKI e farmaci simili per contenere il dolore. Quello che ci chiediamo adesso è quale sia l'intervento secondo voi più indicato per la sua patologia? In più considerando la situazione economica non molto rosea se fosse possibile trovare uno studio dentistico competente e a prezzi contenuti che gli consenta di occuparsi della sua precaria situazione. Vi ringrazio per l'attenzione.
Sig. Giulia, il suo ragazzo presenta radiologicamente una bocca vissuta tra vari odontoiatri. La patologia che ha distrutto questa bocca è semplicemente la carie, pensi che oggi si previene, con una facilità enorme, con costi irrisori, ma in questo caso ormai occorre una vera e propria bonifica del cavo orale, eliminando i denti corrispondenti a malati terminali, prestando le cure conservative ai denti malati presenti e poi la riabilitazione dei denti persi non dovrà mancare. Dopo che il suo ragazzo sarà rimesso a nuovo, sarà importantissimo mantenere il tutto nel tempo, con le visite semestrali e un corretto programma di prevenzione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Giulia, a 26 anni la situazione orale del suo fidanzato è davvero critica e molto trascurata ma ritengo che la migliore soluzione sia quella di salvare tutto il salvabile della sua dentatura naturale ed eventualmente con qualche impianto ripristinare una buona funzione masticatoria ed estetica con un protesi fissa in ceramica. Ovviamente per fare tutto ciò occorre in primis una forte volontà da parte del suo fidanzato, un odontoiatra cosciente ed una spesa economica che a quella età ne vale la pena affrontare e che può eventualmente essere diluita nel tempo con una finanziaria. A tutto ciò si deve aggiungere una buona igiene domiciliare e frequenti controlli professionali. Cordiali saluti ed auguri di una vita felice
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Giulia, la situazione del suo fidanzato è piuttosto complicata per la grave compromissione di molti elementi dentari e pertanto necessita di una valutazione attenta multidisciplinare e che pertanto non può avvalersi della semplice panoramica ma necessita di una accurata visita ed eventualmente la prescrizione di altre analisi. Pertanto le sembrerà giusto se le dico che risulta impossibile darle un parere competente.Le consiglio di avvalersi eventualmente di un altro consulto in uno studio che non escluda a priori la terapia implantare che a mio avviso per l'arcata inferiore è assolutamente indicata ma le preciso che questa ha dei costi piuttosto elevati che variano in relazione al tipo di intervento,ai materiali utilizzati ed alla capacità del professionista. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Riabilitazione orale completa in unj caso clinico complesso con gravbe parodontite ed in pratica tutte le patologie odontoiatriche esistenti. Da casistica clinica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo in Cagliari
Cara Signora Giulia, coraggio, sia più serena e sia più sereno il suo ragazzo. Dico questo perchè la situazione è molto meno complessa di quanto sembri. Le anticipo che in linea di massima praticamente tutti i denti che vedo sono curabilissimi! Le anticipo che le osteolisi periapicali che vedo sono curabilissime. Le anticipo che la Parodontite non è poi così grave come le hanno detto i dentisti che hanno visitato il suo ragazzo e che le radici sono salvabili con allungamento della corona clinica, terapie endodontiche, perni-monconi e corone protesiche definitive in oro-porcellana o zirconio-porcellana. Solo pochissime radici sembra che non si possano recuperare. Questo in linea di massimo, valutando le patologie del suo ragazzo dalla sola OPT che ha postato. OPT che non serve per fare le diagnosi su esposte. Occorre fare una visita Odontoiatrica completa e complessa che spazi dalla Parodontologia con sondaggio parodontale e preparazione iniziale parodontale e rivalutazione parodontale, alla conservativa, alla protesi, alla gnatologia con esame anche delle ATM,all'ortodonzia con esame cefalometrico e ceck up ortodontico. Insomma la visita che ogni Dentista, almeno io personalmente la faccio co0sì, dovrebbe fare sempre a prescindere dal problema per cui si va dal Dentista! Per avere una idea concreta di cosa stia dicendo, legga nel mio profilo "VISITA PARODONTALE" che È quindi una visita complessa che richiede almeno un’ora/due ore, compreso un Colloquio col Paziente, seguita da una Preparazione Iniziale dell’apparato Stomatognatico, un rilievo di dati ed eventualmente analisi cliniche, che richiedono almeno ulteriori due/quattro ore ed infine una seconda visita detta Visita di Rivalutazione Parodontale, che richiede due/tre ore in cui si emette una Diagnosi, una Prognosi, un Piano Terapeutico non solo Parodontale ma Totale di tutti i problemi e Patologie presenti! si può arrivare ad una corretta DIAGNOSI che porta poi ad una terapia. Questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (La BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA! Detto questo, si tranquillizzi e porti il suo ragazzo da un Dentista esperto in Riabilitazioni Orali Complete oltre che in Parodontologia. Le patologie che ha si possono e si devono affrontare e non sono niente di particolarmene complesso. Si ricordi che non esiste ciò che è difficile o facile,ma esiste quello che si sa fare e quello che non si sa fare!Legga nel mio profilo sotto Articoli e casi clinici tutto ciò che riguarda le Parodontiti e la Riabilitazione Parodontale ed orale completa, e capirà tante cose!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Giulia, la situazione del suo ragazzo non è delle migliori, ma non vedo una serie interminabile di estrazioni. Per prima cosa bisogna estrarre i denti compromessi e curare gli altri. Solo in seguito si può decidere come sostituire protesicamente i denti estratti. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Giulia, innanzitutto occorre una lastra piu' precisa, poi e' necessario prendere delle impronte studio per stabilire il piano di trattamento anche sulla base degli spazi in occlusione disponibili e quelli necessari. A una prima "occhiata" i molari inferiori sembrano da estrarre tutti,compresi i denti del giudizio; i denti superiori non si vedono un gran che' ma ho paura che qualche estrazione la dovra' fare. Credo che il suo dentista,comunque ,abbia centrato il problema che e ' quello dello spazio in occlusione ;e' li' il nodo importante da risolvere perche' c'e' stato sicuramente un collasso articolare e uno spostamento di denti che va tenuto presente quando si riabilita un paziente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Io invece credo che ci siano diversi motivi per i quali la bocca del suo ragazzo sia in questo stato, non tutti eliminabili purtroppo, e quindi che anche (ipoteticamente) salvandoli, il vantaggio che ne avrebbe sarebbe di breve durata. Non mi ci affiderei per eseguire delle protesi perchè temo che il fallimento sarà dietro l'angolo. La penso come il mio collega dott. Ruffoni, alcuni elementi sono terminali in rx, in più se sono coperti da tartaro e placca "quasi interamente" non oso pensare alla loro consistenza. Molto probabilmente andranno estratti, e rimpiazzati con impianti, in modo da sostenere adeguatamente una protesi fissa, ma non ci devono essere controindicazioni di ordine generale, e purtroppo ci deve essere anche abbastanza denaro. Mi dispiace. Per il resto le posso garantire che in una maniera o nell'altra il suo ragazzo tornerà a sorridere. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Vista l'età direi che è proprio un disastro. Ritengo non recuperabili parecchi denti, soprattutto nell'arcata inferiore. Purtroppo si tratta di una bocca molto trascurata e dilaniata dalla carie. Saranno necessarie estrazioni e cure degli elementi recuperabili. Se ci sono anche problemi di malposizionamento dentale (vedo che c'è agenesia dei laterali superiori) credo sia utile anche una valutazione ortodontica. Senza dubbio dovrebbe riabilitare i denti mancanti, qualunque sia la modalità che sceglierà: impianti, protesi fissa o protesi mobile. Gli impianti sono fattibili per quel che vedo dalla opt, ma purtroppo i costi per la cura di una bocca come questa non potranno essere contenuti. Non si faccia tentare da strade apparentemente più semplici ed econominche.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

La situazione è così grave a soli 26 anni che io introduco alcuni consigli ulteriori. Tante sono le cause di questo danno esteso, ma mi soffermerei ad indagarne due: ci si può ridurre così per una forma di fobia del dentista (ed allora consiglio di cercare a Milano una struttura o professionista che operi in sedazione cosciente con protossido, leggete nei miei articoli qui nel sito di che si tratta, risolverà una volta per tutte di qui in poi la paura del dentista). Oppure c'è alla base qualche problema di salute generale. Ed allora indagherei lo stato della risposta immunitaria con delle analisi. Certo nella scelta di cosa bisogna fare c'è da vedere se è possibile che questo giovanotto cambi. Cambi in maniera seria le abitudini. Quelle relative all'igiene e alla paura del dentista. Questo perchè, tanto più sofisticate sono le cure (ortodonzia, impianti), tanto maggiore deve essere la cura quotidiana successiva per tutta la vita: lui cambierà davvero??? Se ci sono dubbi in questo, meglio scegliere forme di terapia molto più semplici.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo pienamente con il collega Passaretti....tutto si puo' fare, ma il suo ragazzo sara' in grado di mantenere cio' che verra' fatto.....ai posteri l'ardua sentenza..... Cordiali saluti

Scritto da Dott. Maurizio Tabacchino
Roma (RM)