Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 11

Mi si formano dei depositi di saliva agli angoli della bocca

Scritto da MAURIZIO / Pubblicato il
Buongiorno, il problema che mi permetto di sottoporre mi sta provocando dei seri problemi di ordine relazionale. Mi si formano, quasi immediatamente appena comincio a parlare, dei depositi di saliva agli angoli della bocca. L'ho constatato guardandomi appositamente allo specchio e, in ogni caso, lo avverto immediatamente. Com'è logico supporre, sono costretto a passare la lingua per "tamponare" (è quasi un riflesso condizionato). Se non lo facessi probabilmente sarei presto "inguardabile" dagli interlocutori ma, così facendo, non è che lo spettacolo sia dei migliori...Cosa posso fare? Posso dire solo che la mia igiene orale è accuratissima (spezzolamenti, filo interdentale e uso anche il colluttorio faccio male?), che soffro di bruxismo (uso il bite la notte) e che sono pressochè perennemente sottoposto a stress (la circostanza è significativa?). Il dentista mi dice che c'è poco da fare (ci sarebbe un farmaco ma il gioco a suo dire non vale la candela). Mi è stata inoltre ventilata la possibilità che possa trattarsi di un'alterata produzione di suoni vocali (e dunque di competenza logopedista). Il fatto è che tendo a isolarmi e, nello "status" in cui mi trovo, questa proprio sarebbe l'ultima cosa da fare. Non riesco infatti ad interloquire serenamente con chicchessia, temendo che, nel frattempo, il mio "disturbo" sia visibile al mio interlocutore. Ringrazio sentitamente fin d'ora per l'attenzione che vorrete riservarmi. Cordialità
Gentile Maurizio, escluse le patologie orali le consiglio di indagare su altre cause riguardanti l'apparato gastroenterico ed in particolare l'ernia iatale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Maurizio, ma la sua situazione orale com'è (tutti i denti o vi sono protesi, ha avuto traumi?). Potrebbe essere dato da un cattivo sostegno delle labbra dato dalla situazione sottostante. Altro è difficile da dire senza una visita. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Salve probabilmente sarà un ingombro orale, bite, protesi et al. escludendo problemi gastrointestinali. Saluti dott. Orazio Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Maurizio, difficile poterle dare risposte esaurienti senza un esame approfondito che le consiglio di effettuare al più presto. La scialorrea di cui afferma essere affetto può avere diverse cause. Può essere un sintomo isolato ed in questo caso può influire molto lo stress da lei patito o può essere corredo di patologie sistemiche oppure causato da assunzione di farmaci particolari. Per questi motivi la invito a consultare il suo medico di base che le prescriverà i necessari accertamenti. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Diversi tipi di Bite ed Arco Facciale di Trasferimento per articolatore a valore medio per studio Gnatologico. Da casistica Gnatologica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Caro signor Maurizio, escluse le patologie di aumentata produzione e viscosità salivare di competenza dello Stomatologo Dentista e del Medico Internista, la causa orale più comune in bocca è una malocclusione ed una alterata dimensione verticale della bocca che è di pertinenza del Dentista Gnatologo! Vada quindi da uno Gnatologo e se non diagnosticasse cause gnatologiche o di alterazione dell'articolato statico e dell'articolazione dinamica, senta il parere di un Medico specialista in Medicina interna, anche se credo che sia legato a patologie Gnatologiche come le ho indicato. Infatti le alterazioni gnatologiche descritte comportano una alterazione della forma e dell'appoggio delle labbra che provoca la fuoriuscita della saliva in particolare di notte, patologia che va risolta all'origine se no corre il rischio che si formino, taglietti agli angoli della bocca, cheiliti, mughetto o perlèche molto fastidiosi. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Maurizio, partendo dal dato che non è un problema di facilissima soluzione e che per dare consigli quanto meno bisognerebbe avere la possibilità di una visita, mi permetto di fare delle ipotesi. 1)La presenza di calcoli alle ghiandole salivari causa scialorrea (aumento abnorme della produzione di saliva) che, quando si sta in silenzio a bocca chiusa viene deglutita e il problema non si pone diversamente accade quando si parla. 2)il cavo orale è una cavità con un suo volume che è sottoposto a continue variazioni per ovvie ragioni, l'architettura delle guance la possibilità che hanno i denti di arginare come una diga eventuali presenze in eccesso di liquido, la capacità della lingua di gestione di questi dinamismi è un complesso sistema che andrebbe indagato. 3)perdita di denti, protesi incongrue, decubiti con effetti irritativi possono in questi casi avere un ruolo importante. Ti ho esposto delle ipotesi, penso che la cosa più saggia sia trovare un serio Collega che con pazienza e dedizione indaghi sul caso. Cordialmente, Gustavo De Felice
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentile Signor Maurizio, le consiglio di fare una visita specialistica da un Odontoiatra esperto in gnatologia, in quanto una delle cause può essere una alterazione della dimensione verticale tra le arcate dentarie. Buon pomeriggio

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Caro Signor Maurizio, il suo disagio , altrimenti detto "perlèche" nei testi classsici di odontostomatologia, trova origine principalmente nell'alterata dimensione verticale, come ha ben detto qualche collega. Sarebbe interessante sapere se, nonostante la sua ancor giovane età, è portatore di protesi (fissa, mobile), da quanto tempo nota tale fenomeno e/o se è andato incrementandosi nel tempo(come credo ). Lo gnatologo-protesista è lo specialista che può,visitandola, darle una spiegazione ed una terapia che le anticipo non sarà particolarmente semplice e breve. A questi dati aggiungerei il fatto che probabilmente lei è una persona che deve parlare molto per lavoro, quindi sotto stress : in questi casi la salivazione (se non ha già alterazioni nella sua quantità e qualità) si riduce e tende ad uscire saliva dalle pieghe ai bordi delle labbra. Un internista, infine, può escludere altre concause di sua pertinenza. Intanto potrebbero esserle utili alcuni consigli : parlare più lentamente , se è fumatore ridurre assai tale abitudine, evitare la masticazione di chewing-gum, non rimanere con la sensazione di "bocca secca" bevendo spesso o usando caramelle che inducono la produzione di saliva.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Gentile Maurizio, poichè è bruxista, il suo sintomo verrebbe da associarlo ad una diminuzione della dimensione verticale legata ad una usura dei denti. Provi a valutarlo con un dentista esperto in gnatologia e protesi. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Maurizio, la diminuita dimensione verticale può influire, ma ognuno di noi ha delle proprie caratteristiche lei ha questa. L'utilizzo di un collutorio tipo sostituto salivare potrebbe alleviare il problema.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)