Domanda di Igiene e Prevenzione

Risposte pubblicate: 8

√ą giusto escludere che ci sia una carie dati gli accertamenti effettuati?

Scritto da antonio / Pubblicato il
Gentili dottori, scrivo perché qualche giorno fa ho iniziato ad avvertire una certa sensibilità ad un molare a sinistra nell arcata inferiore. Mi sono recato dal dentista, il quale, analizzando il dente e toccandolo con uno strumento, detto conduttore, dice di poter escludere la carie dato che non avvertivo alcun fastidio. Quindi come terapia ha consigliato l'applicazione di in gel per chiudere i tubuli dentinali 2 volte al di. Pensate siano deduzioni esatte o sarebbe preferibile effettuare una radiografia? È giusto escludere che ci sia una carie dati gli accertamenti effettuati? (conduttore ed esame visivo del dente).
Sig. Antonio, si ricordi che l'esame clinico è uno degli accertamenti d'elezione per la carie, ora segua i consigli del suo odontoiatra, poi se la sintomatologia non sparisce, ricontatti il suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La salute di un dente si determina attraverso l'esecuzione di diversi tipi di test. La visita, innanzitutto, permette di assicurarsi che il dente sia integro nella sostanza e nella forma, e che non vi siano colorazioni in profondità che facciano sospettare che non vi siano demineralizzazioni. L'uso del filo interdentale permette di apprezzare l'integrità delle facce del dente nascoste dagli elementi vicini. Una radiografia endorale eseguita senza sproiettazioni permette di valutare eventuali carie che dovessero risultare nascoste alla vista e al filo. Da qualche anno vi sono in commercio alcune macchine che tramite impulsi elettrici riescono a saggiare la vitalità del dente. La loro efficacia è discussa, ma fino a prova contraria possono funzionare. Il test più affidabile però ritengo che sia la nutrita serie di neuroni del medico che la visita. Nessuno strumento è efficace nelle mani di un finto medico. Si fidi quindi del suo dentista. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Caro Signor Antonio, scusi ma lei ha Stima e Fiducia nel suo Dentista? Se si! Non chieda altro altrove! Se no, cambi Dentista! Lasci perdere le domande di questo tipo via Web! Non siamo qui , almeno io non sono qui per giudicare l'operato del suo Dentista e per di più senza neanche poterla Visitare Clinicamente ed Anamnesticamente!Che pessima abitudine che molti di Voi pazienti stanno acquisendo: quella di controllare via Web se l'operato del proprio Dentista è stato o è giusto o no! Non siamo una "Corte di Giustizia", Siamo Dentisti che cercano di alleviare le sofferenze altrui e cerchiamo di dare consigli a tal scopo!Ricordi che il rapporto di Stima e Fiducia Reciproca tra Medico, Dentista e Paziente è fondamentale. Lei lo sta "distruggendo"!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, l'esame clinico del medico è fondamentale per la diagnosi, quando il medico non e sicuro o convinto della diagnosi esegue altri accertamenti diagnostici tipo radiografie e altro. Inoltre perchè esporla a raggi x se non è necessario. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Antonio, due occhi vedono sempre di più di una macchina radiografica. Il dentista ha cervello, la macchina no. Lei non dovrebbe essere in pericolo di vita, almeno per colpa dei denti. Una piccola sensibilità sui denti è segno di salute. Se la cosa la disturba, vada a trovare il suo dentista tutti i giorni, senza appuntamento, con un sorriso sulle labbra. (Ho fatto così con il mio oculista.) Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Credo che sul suo molare ci sia una recessione o una erosione/abrasione che le provoca sensibilità.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Molto semplice darle una risposta: se la terapia funziona entro una settimana max è tutto ok e non ha carie, se la sensibilita' aumenta ...potrebbe essere una carie; comunque io penso che lei essendo un tipo ansioso digrigna i denti e li spazzola con troppa energia percio' se la sensibilita' parte dalla radice potrebbe trattarsi di una erosione cervicale da spazzolamento scorretto.

Scritto da Dott. Gianfranco Gentile
Locorotondo (BA)

Gentile paziente, si fidi della diagnosi del sul Odontoiatra. Cordialmente

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)