Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 7

Tale disfunzione potrebbe essere la causa del mio persistente Acufene DX?

Scritto da luigi / Pubblicato il
Il mio dentista mi ha riscontrato il " Morso Inverso " . Vorrei sapere se tale disfunzione, potrebbe essere la causa del mio persistente Acufene DX. Quali esami dovrei fare per avere qualche "certezza"? PS :Ho già fatto tutti gli esami clinici, presso l'Otorino, ma sono tutti negativi. Il mio orecchio non ha nulla. ps: Allego panoramica Grazie!
Caro Signor Luigi, la Gnatologia deve sapere, studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" crea patologia anche perchè i denti possono essere in trauma d’occlusione, (tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura). Aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi, l'apparato Cocleare dell'Orecchio, che determina la capacità di stare in equilibrio, ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali. Il sintomo è la vertigine e il senso di caduta, L’ACUFENE, gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione, ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. Le Articolazione Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture). Oltre la Gnatologia di pertinenza del Dentista Gnatologo ma anche dell'Ortodonzista, ci sono sistemi sofisticati per lo studio della postura: La Chinesiologia, la Pedana Baropodometrica dinamica computerizzata (che studia il carico della pianta dei piedi statico e dinamico), il Posturometro per determinare se c'è una asimmetria tra le due metà del dorso. Tutto questo fanno gli studiosi della Postura tra cui gli Gnatologi, gli ortodontisti, gli Ortopedici, gli Ortopedici del Rachide. Una visita osteopatica e fisiatrica alla muscolatura del bacino in particolare del M.Psoas sarebbe molto utile, perché è uno dei primi muscoli a "saltare" in una patologia lombosacrale in cui sia coinvolta la postura, sia che essa sia discendente, ossia a partenza da una malocclusione, sia che essa sia ascendente, ossia a partenza dagli arti inferiori, appoggio della pianta dei piedi, anche o colonna lombo sacrale. L’Acufene è un sintomo proprio cocleare o dell'orecchio medio od interno o di una patologia sistemica importante! Vada da un Otorino di fama e nel caso, poi, da un Medico Specialista in Medicina Interna! Anche una nevralgia a frigore del ganglio del nervo trigemino può essere in causa, vada anche da un bravo Neurologo! Poi certamente, può essere in causa anche una malocclusione ascendente o discendente col coinvolgimento patologico della colonna vertebrale e della postura, ma possono essere allora tante cose! In genere quando non ci si capisce niente si da la colpa sempre all'occlusione o alla postura. La Diagnosi di Acufene e la sua terapia, come detto, sono di pertinenza dell'Otorinolaringoiatra ed a lui quindi che deve rivolgersi ed è lui che nel caso deve inviarla da altri specialisti se lo ritenesse opportuno! Per le patologie dell'ATM e Gnatologiche come le ho già spiegato, servono il Dentista Gnatologo, il Posturologo etc che devono però visitarla e non certo attraverso email o forum o post!Che poi ci possano essere, più raramente cause a partenza da una patologia della ATM o Occlusale, è vero, ma molto più rara!!!Come vede,il problema è molto più complesso di quanto pensi, mi sta descrivendo una sindrome, ossia insieme di sintomi, abbastanza complessa da affrontare senza visitarla e complessa da spigare. Devo fare un piccolo preambolo anatomico: sappia che dal nervo alveolare inferiore, prima che entri nel canale della mandibola, si diparte verso l'interno il nervo linguale che innerva la metà corrispondente della lingua ,da questo nervo , a ritroso c'è un nervo ,detto "la Corda del timpano" a forma di "arco" che lo unisce al Nervo Facciale (importante come dice il nome per l'innervazione degli organi della faccia), passando per gli organi dell'orecchio, non solo ma lo stesso nervo linguale come ho già detto, è un ramo del nervo Mandibolare che nasce dal Ganglio del Famoso Trigemino e passa sotto o vicino al dente del giudizio nel Canale Mandibolare. Perchè le dico questo?, per farle capire che un "risentimento a livello della bocca" può dare i sintomi che ha lei, in particolare cause gnatologiche (cattivi rapporti tra le arcate dentarie) e delle Articolazioni Temporo Mandibolari, c'è un intera specialità dell'Odontoiatria che studia queste patologie: La GNATOLOGIA. Che dirle ancora: Tenga presente che la GNATOLOGIA studia la "complessità dei problemi che stanno dietro la semplice parola "malocclusione", precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione, (tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura. Per quanto riguarda l'Ortodonzia, prima bisogna fare una diagnosi con ceck up oprtodontico e cefalometria e poi nel caso iniziare una terapia Ortodontica che può essere necessaria se ha una Disgnazia, ma non è detto che la Disgnazia sia la causa delle patologie da lei lamentate e ritorniamo al discorso iniziale. Quindi il consiglio è di farsi spiegare bene tutto dal Dentista Ortodontista e Gnatologo o semplicemente dal suo Dentista Storico! Tra parentesi, dato che ho parlato di Vertigini, preciso che esse possono essere Soggettive od Oggettive. Le spiego. Soggettiva è una vertigine in cui lei si sente ruotare ma l'ambiente circostante è fermo mentre invece oggettiva è esattamente il contrario, ossia Lei vede ruotare l'ambiente intorno a sè. Hanno due etiopatogenesi diverse. Le Oggettive sono spesso secondarie a patologie periferiche dell'orecchio medio ed interno in particolare del labirinto che è l'organo dell'equilibrio o dei patologie vertebrali cervicali o della postura e quindi anche gnatologiche e dell'apparato stomatognatico! Le soggettive invece hanno una etiopatogenesi più complessa neurologica centrale del sistema nervoso centrale cerebrale! Cordialmente. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Senza grossi trattati e paroloni scientifici penso che il problema riscontrato possa avere determinato squilibri a livello dell atm. ed una delle conseguenze ma non l'unica sia il riscontro di acufeni. Considerato il fatto che anche l'oto non ha riscontrato niente a livello dell'orecchio interno. Non so quanti anni lei abbia questo per dirle che il morso inverso deve essere trattato in giovane età ricercando un equilibrio osseo mediante correzioni ortodontiche. Penso che lei debba farsi vedere da un ortodonziasta ed gnatologo. Solo una visita può fare chiarezza. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

L'acufene è sempre un brutto cliente. Sembra quasi impossibile che sia un sintomo isolato, senza una combinazione di altri sintomi anche poco sotto il limite dell'evidenza diagnostica. Una mente fine può ricomporre un quadro diagnostico motivato. La diagnosi si può fare solo per esclusione. Bisogna costruire una placca in plastica che faccia da interruttore di contatto. Spostando il peso del carico si dovrebbe avere una “varianza”. Solo per ricorrenza statistica si potrebbe avere un miglioramento con il rialzo di contatto dei denti dalla parte offesa. Servono una mente fine e mani molto esperte (molto esperte). Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Salve, sì può accadere che l'errato combaciamento tra mandibola e mascella possa causare una serie di sintomi e disturbi, tra cui l' acufene. Cordiali saluti

Scritto da Dott.ssa Biancamaria Castellucci
Firenze (FI)

Sig. Luigi, nessuno potrà garantirle che la malocclusione sia la causa dell'acufene, perchè molte persone convivono pur non avendo un morso inverso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

La relazione fra la dentatura e l'acufene ci può essere... Bisogna appurare SE c'è questa relazione o no. Uno gnatologo può stabilirlo. Il morso inverso predispone alla sofferenza della articolazione temporo mandibolare e questa agli acufeni. La soluzione potrebbe essere un byte da portare la notte che se l'origine è questa, può dare senz'altro sollievo. I motivi poi di mettere il byte possono essere anche altri, quali usure e indebolimento delle radici. E in ogni caso si può seguire un criterio ex-juvantibus: visto che è una cosa non invasiva e non troppo costosa, si può fare un (ragionato e fondato) tentativo di provare per questa strada..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Luigi, l'acufene può essere causato da contratture di specifici fasci muscolari determinate da una malposizione mandibolare, sopratutto quando tale sintomo si presenta monolateralmente. Dalla effettuazione di specifici tests kinesiografici ed elettromiografici si possono desumere particolari elementi che possono ragionevolmente far propendere per tale ipotesi. Cordialmente 

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento