Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 7

Ho 34 anni e circa 3 anni fa ho messo un apparecchio ortodontico sia superiore che inferiore

Scritto da luciano / Pubblicato il
Ho 34 anni e circa 3 anni fa ho messo un apparecchio ortodontico sia superiore che inferiore, i denti erano buoni solo che erano larghi gli incisivi davanti e per cio' ho deciso di chiudere questo diastema. Adesso ho tolto da circa un anno quello di sopra ma rimane ancora quello sotto che levero' tra 2 settimane. Non ho avuto problemi a parte che dall'anno scorso ho cominciato ad avere dolori alla cervicale con relative contratture alle spalle ed a volte vertigini. Tra dottore di famiglia, fisioterapisti ed osteopata mi hanno detto che a scatenare l'evento è stato l'apparecchio, quando apro la mandibola essa tende ad aprirsi con una leggera deviazione a sinistra e a volte si sente un piccolo click ho ancora le bande dell'apparecchio a sinistra e lo sento che mi danno fastidio. Ho parlato con il dentista e mi ha detto che la mandibola è un po sofferente ma per i problemi che ho alla cervicale non mi ha detto niente. Sto facendo qualche seduta dall'osteopata sperando di risolvere il problema, ma dentro di me penso che una soluzione alla sintomatologia sia una visita gnatolocica dopo avere levato l'apparecchio inferiore. Spero tanto in un parere su quanto ho scritto sopra almeno per farmi anche una piccola idea per quello che mi è successo. Con osservanza Luciano
Caro Signor Luciano, che dirle?! E' possibile che i suoi denti non siano stati "riportati" in corretta occlusione per cui esistono stress e traumi occlusali e modificazione delle curve di spee (che disegnano i corretti rapporti occlusali dei denti posteriori) e/o delle tre disclusioni incisiva e canine Dx e Sn. e di posizione di Relazione Centrica, per cui si è creata forse una patologia Gnatologica discendente con coinvolgimento della postura e lo scatenarsi dio quanto descrive! Però è una ipotesi, anche se validissima! Ma bisogna convalidarla con una visita Gnatologica completa e corretta. Vada da un Dentista Gnatologo!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, Endodontia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Luciano. L'ortodonzia dell'adulto è mirata a correggere malocclusioni tenendo conto con grande precisione del fattore gnatologico, ovvero di non creare danni alla articolazione temporo mandibolare. Alle volte trattamenti incongrui che non tengono conto di questo, possono scatenare i disturbi cranio mandibolari di cui lei soffre. L'osteopatia è una ottima strada per cercare sollievo. Stia attento però a non subire nuovi danni iatrogeni con ad esempio un byte mal fatto..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con chi mi ha preceduto. sicuramente è necessaria una visita Gnatologica. Per approfondimenti. Saluti Dr Bennici

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Concordo con le risposte precedenti, vada da un bravo GNATOLOGO per una visita, probabilmente lo può aiutare cordiali saluti dott. Angelo Di Mauro

Scritto da Dott. Angelo Di Mauro
Sant'Agata li Battiati (CT)

Il piccolo clic è appena l'inizio, congelando la situazione di arrivo della dentatura allo stato attuale. Il dentista gnatologo deve essere lo stesso dentista che ha provocato il problema, che deve fare qualcosa, anche riaprendo il diastema. In alternativa, lei potrebbe invocare l'obbligazione di risultato, per recuperare da questo dentista non gnatologo una somma che copra i servizi di un altro dentista normale. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Luciano, scaricare le problematiche sulla cura ortodontica è facile, ma non sono queste le cure per un paziente, in questo caso le consiglio di mettere in comunicazione i professionisti tra di loro, in poche parole quando un professionista le risponde, “è colpa dell'apparecchio”, risponda ecco il numero dell'odontoiatra, parli direttamente con lui.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Egregio Luciano, andrebbe valutata il quadro clinico in toto. Non farei subito cadere la colpa sull'ortodonzia. Parli con l'ortodonzista per le problematiche riscontrate e se è il caso parli con uno gnatologo. Resto a sua disposizione. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento