Domanda di Gnatologia

Risposte pubblicate: 10

Da tre anni porto il 'Bite'

Scritto da rosanna / Pubblicato il
Buongiorno, il mio problema risale da alcuni anni è gia da tre anni porto un bite. In sintesi ho il c.d. click alla sinistra della mia mandibola che persiste ancora nonostante il bite, anche se rispetto la situazione è migliorata in riferimento alla chiusura e apertura della bocca e all'appoggio dei denti. Tuttavia permane il dolore alla sinistra dietro l'orecchio in basso, rigidità del collo, mal di testa ...e altri sintomi simili, che devo fare?? Grazie
Sig.ra Rosanna, deve far ricontrollare il bite al suo odontoiatra, che eventualmente potrà effettuare altri esami diagnostici.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Rosaria, certamente una terapia Bite deve essere controllata nel tempo per valutare il continuo mutamento delle condizioni iniziali e di conseguenza l'adattamento dello stesso ad opera del suo odontoiatra all'evoluzione della patologia dell'ATM ( Articolazione Temporo Mandibolare). Comunque mi pregio di farle notare la possibilità di correlato olostomatologico ( ovvero pseudo visceralgia da postura; esiste un articolo nel sito pubblicato da me ); e la presenza a lei vicina, a Paternò di un eccellente posturologo Dr. Claudio Marchese ( a lei sicuramente noto), che in questa sede mi permetto di segnalarle in via Milici n. 62 (accanto la chiesa di S. Barbara ) tel. 095621397. Egli certamente potrà valutare la cosa sotto un aspetto prettamente olistico dandole una soluzione che potrebbe migliorare la sua situazione. Vorrei che poi mi facesse sapere quali sono state le modalità di applicazione del Bite come e quando lo porta e se possibile faccia delle foto o magari mi contatti telefonicamente giusto per vedere la tipologia del bite stesso. Grazie, Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vitale
Zafferana Etnea (CT)

Signora Rosanna, probabilmente la terapia con il solo byte non è sufficiente. Cerchi un odontoiatra con conoscenze specifiche in gnatologia e posturologia. Buona giornata

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Cara signora Rosanna...SU QUESTO BENEDETTO BITE C'è TANTA CONFUSIONE E DISINFORMAZIUONE ...ANCHE DA PARTE DEI DENTISTI PURTROPPO...Deve fare una visita accurata da un un Dentista Gnatologo (il Dentista che si occupa dei problemi dell'occlusione ed anche del Bruxismo), che valuterà se incominciare una Diagnosi-terapia con Bite Plane che sono "placche in resina con piani inclinati che impediscono ai denti inferiori di chiudere con quelli superiori per mettere a riposo tutto il sistema neuro muscolare, il parodonto, i denti e soprattutto le Articolazioni Temporo Mandibolari! ”...il bite plane è una cosa seria..non lo si mette così...per provare...deve essere costruito personalizzato per quella patologia e per quel paziente...e poi bisogna decidere..prima...se costruire un bite sintomatico o diagnostico...lei ha bisogno di un Dentista Gnatologo..esperto in riabilitazioni orali complete in casi clinici complessi...quindi precontatti nelle varie disclusioni delle arcate con conseguenti traumi d’occlusione ed una "malocclusione" ossia ha denti in trauma d’occlusione...(tutte situazioni che possono, deviando la colonna vertebrale, alterare la Postura!!!): aggiungo solo che i fattori che determinano la Postura di una persona sia statica che dinamica e quindi anche nella corsa sono diversi: l'apparato Cocleare dell'Orecchio...(che determina la capacità di stare in equilibrio...ovviamente in relazione coi rispettivi centri cerebrali .gli occhi e il loro movimento e i rispettivi centri cerebrali, l'apparato stomatognatico in senso lato (Occlusione ...ossia il modo di chiusura della bocca e dei rapporti statici e dinamici dei denti fra di loro e tra quelli dell'arcata opposta. Le Articolazioni Temporo Mandibolari e tutto il sistema neuro muscolare che "comanda" queste strutture)... il Bite Plane deve essere ben realizzato da persona competente ... sembra una "sciocchezza" ma non lo è...anzitutto è buona regola posizionarlo sulla arcata superiore che è l'unica arcata FISSA perchè solidale con la base cranica...poi devono essere studiati i piani inclinati in gradi rispetto al piano occlusale e deve essere valutato lo spessore con cui farlo ...ossia di quanto deve impedire la chiusura della arcata inferiore...è la mandibola che deve in continuazione cercare una chiusura che non può trovare col bite...così si riposa tutto il complesso sistema neuro muscolare e le articolazioni temporo mandibolari... il cervello...per così dire...in questo modo dimentica la posizione errata patologica memoriata da esso e si può trovare anche così...la nuova posizione della mandibola...quella "buona"..."corretta"...il bite infatti può essere terapeutico sintomatico...e diagnostico...una volta trovata la nuova posizione della mandibola si eseguono dei rilievi clinici che permettono di impostare una terapia !!! MI occupo di Gnatologia oltre che di Parodopntologia da oltre 32 anni...mi creda occorre che si rivolga ad un Dentista Gnatologo molto esperto! Solo se è fattibile può servire un bite per una terapia unicamente sintomatica e/o diagnostica .per dirle qualcosa di certo ossia fare una DIAGNOSI e PROGRAMMARE UNA TERAPIA bisognerebbe vederla Clinicamente questo lunghissimo discorso che spero non l’abbia tediata è per spiegarle e farle capire che le patologie dell’apparato stomatognatico (LA BOCCA NEL SUO INTERO) sono complesse e richiedono CULTURA, INTELLIGENZA E CAPACITA' CLINICA OLTRE CHE TERAPEUTICA!!! cordialmente suo Gustavo Petti Gnatologo e Parodontologo in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il tuo problema è causato da decubito sulla mandibola a destra e non potrai mai guarire se non correggerai la tua posizione nel letto, vedi Sindrome Da decubito Mandibolare

Scritto da Dott. Gino Salvatore Galiffa
Teramo (TE)

Cara Rosanna, umanamente comprendo la sua sofferenza, da professionista conosco molto bene i suoi problemi visto che vi ho a che fare quotidianamente. Dovrebbe farsi controllare da uno esperto gnatologo poichè tutti fanno bite, li vendono anche in farmacia, ma solo una giusta diagnosi genera una giusta terapia. i problemi disfunzionali come questo generano alterazioni anche posturali che scompensano molti aspetti della vita relazionale cefalee mal di schiena etc. Spero possa risolvere presto le sue sofferenze so cosa significa. saluti Dott. Orazio M. Bennici
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Si rivolga ad un Professionista esperto in Gnatologia. Se vuole ulteriori chiarimenti consulti il mio sito, ovvero mi contatti in Studio.. Cordialmente

Scritto da Dott. Sergio Audino
Palermo (PA)

Buongiorno Rosanna, consiglio, in generale, prima di sottoporsi ad una terapia, di farsi formulare una diagnosi corretta. Essa viene eseguita basandosi su un esame clinico approfondito e degli esami radiografici (telecranio laterale, frontale, ortopantomografia e, la più importante, la stratigrafia dell'articolazione temporo-mandibolare a bocca aperta e a bocca chiusa di entrambe le articolazioni). Per i disturbi all'articolazione temporo-mandibolre, che possono provocare la sintomatologia riportatata, il bite, a mio parere, non è la terapia di elezione, in quanto è mobile ed impossibile utilizzarlo 24 ore su 24 anche durante i pasti. Noi, dopo un'accurata diagnosi di dislocazione mandibolare, se necessario, utlizziamo altri dispositivi, ripeto, in funzione della diagnosi e quindi del problema da risolvere. Grazie per averci contattato. Resto a disposizione per qualsiaisi chiarimento. Dott. Sergio Sambataro Direttore del Centro di Ortodonzia e Gnatologia - Catania www.centrodiortodonzia.it
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Sambataro
Catania (CT)

Concordo con i colleghi, Le consiglierei di consultare anche un odontoiatra-osteopata che potrà valutare una eventuale terapia manuale generale. Saluti

Scritto da STUDIO ASSOCIATO YGEA
Trecastagni (CT)

Non è detto che il byte possa risolvere tutti i problemi. E non è detto che il suo sia stato fatto bene. Il byte sta ai disturbi che lei descrive, come l'aspirina sta al mal di testa: è un palliativo, non risolutivo.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento