ricerca nel sito Cerca il Dentista nella tua città Cerca in

Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

(area promo)

domande di odontoiatria

Ricerca nelle domande di Odontoiatria

   
Ricerca per categoria:  Ricerca parole chiave:

Domanda di Gengivectomia


Scritto il 30-07-2010


SEGUITO alla domanda: Per via di un canino mancante, mi è stato messo un impianto

Anna

Gentili dottori grazie per le vostre tempestive risposte, poichè non sono stata chiara cercherò di esprimermi meglio, sono nata con un canino incluso ho fatto ortodonzia ma il canino non è sceso, e si trovava in una posizione da compromettere le radici degli altri denti adiacenti, per cui mi è stato estratto il canino e a distanza di un mese inserito un impianto, questo lavoro mi è stato fatto all'estero, ma non per motivi economici ma perchè mia madre è straniera, comunque sono tornata in Italia e sarei dovuta tornare da lui per inserire la capsula dopo 3 mesi ma in Italia mi dava fastidio e fuoriusciva pus da una fistola insomma una infezione mi rivolsi ad un dentista a Roma e mi è stato detto che l'impianto andava tolto, per via dell'infezione ma anche per l'estrazione del canino incluso ho perso molto osso, e un nuovo impianto era possibile provare solo dopo una rigenerazione, stufata chiesi insinstentemente al dottore una una soluzione più sbrigativa e risolutiva mi propose il ponte pur facendomi presente che avrebbe rovinato i denti adiacenti, sani, io accettai anche perchè l'impianto per me era stato traumatico, dopo avermi limato i denti mi accorsi che c'era un avvallamento nella bozza canina molto antiestetico che non riuscivo ad accettare il dentista per farmi contenta mi ricostruisce con un innesto di osso sintetico a distanza di 3 mesi ritorno da lui mi toglie il provvisorio per mettere il definitivo(sempre a Roma) e mi dice che c'è troppa gengiva quindi effettua una gengivectomia con il bisturi, ma noto a distanza di alcuni giorni che le gengive sono più alte di quelle mie naturali, torno da lui e mi abbassa un pò il provvisorio perchè così un pò cresceranno e tornare da lui a settembre con le gengive guarite per mettere il definitivo, un ponte di 4 elementi in zirconia, è vero che le gengive cresceranno, mi posso fidare di questo dentista è stato inevitabile la gengivectomia in questi casi?, vi prego consigliatemi grazie

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/gengivectomia/3048_impianto-dentale.html




Le risposte dei medici

Pagine: 12
Risultati trovati: 10
Pubblicato il 30-07-2010
Salve Anna, il suo dentista ha curato gli inestetismi in modo impeccabile ha dolori? non più.. per cui mi fiderei del suo operato. Cordialmente, Gianluigi Renda.

Scritto da Dott. G. Renda
Castrovillari (CS)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 30-07-2010
Gent.ma Paziente, sono felice della fiducia che ci accorda. La descrizione della sua condizione fa pensare ad una scelta corretta dei materiali e della soluzione protesica proposta. La posizione gengivale e il margine definitivo non può mai essere prestabilito con certezza. In base alla mia esperienza sono convinto anche io, come il suo odontoiatra, che la gengiva potrebbe tranquillamente riposizionarsi come desiderato. Tuttavia sarà solo il tempo a darci la risposta definitiva. Toccherà quindi aspettare settembre/ottobre. Cordiali saluti.

Pubblicato il 30-07-2010
Gummy Smile da correggere con la chirurgia parodontale  estetica. Posto la sua foto, vede le gengive come sono troppe in confronto ai denti...ma deve consultare UN BRAVISSIMO PARODONTOLOGO.dr. Gustavo Petti di Cagliari Cara signora Anna...le ho già risposto ed evidentemente non ha seguito le mie istruzioni se no non farebbe questa ulteriore domanda........:......RIPETO:........................................................................................................................ troppa approssimazione in tutto...gli impianti non cadono e non si infettano così...evidentemente è stato fatto senza adeguata diagnosi preimplantologica...poi prima di pianificare una protesi fissa, anche li bisogna fare una Diagnosi pre protesica e gnatologica e parodontale...lei ...almeno dalla foto soffre di un inestetismo che si chiama Gummy smile, in parole povere cerco di spiegarle il problema risolvibilissimo con la chirurgia parodontale:.....:....il normale Sorriso è dato da due componenti essenziali: i Denti ( detto Sorriso Bianco) e le Gengive (detto Sorriso Rosa) La Chirurgia Parodontale Estetica risolve tutti questi inestetismi e/o patologie e salvaguarda e ripristina il giusto rapporto estetico tra Sorriso Bianco e Sorriso Estetico Tutto in natura è "forma" ed "armonia",e 1'armonia delle forme rende possibile la "funzione". In particolare, esempio di massima fusione fra forma ed armonia, è 1'apparato stomatognatico. Le funzioni dell'"organo bocca" avvengono proprio perché i denti, la gengiva, 1'osso di sostegno, le articolazioni hanno "quella" forma e solo "quella" (Petti 1986). Ritengo utile, quindi, soffermarci un po’ sulla morfologia ossea e gengivale come concetto ideale di normalità e di salute parodontale. L'architettura gengivale ideale consiste in margini convessi che abbiano lo spessore in senso vestibolo linguale di almeno un millimetro. In questo modo tra dente e gengiva viene a formarsi una leggera invaginazione o solco, ma la gengiva rimane in stretto contatto con la superficie dello smalto. Le papille hanno forma conico piramidale, riempiono gli spazi interdentali fino ai punti di contatto interprossimali dei denti. Esse presentano (ma non sempre) docce naturali; per il passaggio del cibo durante la masticazione. In corrispondenza di queste docce, sulla superficie esterna dei setti ossei si trovano dei solchi incavati, detti canali di scarico, che assolvono la funzione dello scorrimento del cibo. I margini convessi, il solco gengivale e le papille interdentali costituiscono la gengiva libera. Tra essa, in senso apicale, e la linea di giunzione mucogengivale, e la gengiva aderente. La linea di giunzione muco gengivale è ben riconoscibile (mettendo per esempio in trazione il labbro inferiore) aderente (ad essa coronale, rosa nel disegno) dalla mucosa alveolare (ad essa apicale, viola nel disegno). La gengiva aderente ha consistenza compatta, color rosa corallo ed ha una superficie punteggiata "a buccia di arancio". L'aspetto a buccia d'arancio che ha la gengiva sana è dovuto alla compenetrazione bilaterale dell'epitelio (dall'esterno all'interno) con il connettivo (dall'interno all'esterno). Le zone elevate corrispondono a proiezioni connettivali, e zone depresse a proiezioni epiteliali. Un altro concetto essenziale è che non possiamo più considerare il dente e la sua patologia"da solo"... il parodonto e la sua patologia "da solo"... ma dobbiamo abituarci a considerare il complesso dente-tessuto come un unico organo: parliamo infatti di "unita dentale" che è un organo formato dai denti e dai loro tessuti di sostegno molli e duri . Come abbiamo visto, quindi, c’è una strettissima relazione di forma ed armonia tra Denti, Gengive, Linea di Giunzione Mucogengivale ed osso sottostante. Tutti questi organi devono essere in equilibrio tra di loro per avere quello che gli "Statunitensi" chiamano "Natural smile", "Sorriso naturale", che è dovuto ad una proporzione tra "pink aesthetics" and "white aesthetics", ossia tra l’estetica rosa (dovuta alle gengive) e l’estetica bianca (dovuta ai denti). Se la proporzione tra queste due componenti viene meno e si ha il prevalere, rispettivamente, dell’una (Gummy smile, ossia Sorriso Gengivale), come nelle ipertrofie gengivali o dell’altra (White smile, ossia sorriso bianco) per eccesso della componente dentale come avviene per esempio nelle recessioni gengivali e nella Parodontiti. con riassorbimento osseo con grave componente orizzontale......................:..................Leggacliccando sul mio nome tra le pubblicazioni l'articolo "La chirurgia parodontale estetica Introduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale"...vi troverà tutto ciò che occorre sapere per comprendere il problema e la sua terapia...............come immagine anzichè metterne una mia...posto proprio la sua...dopo questa spiegazione e dopo aver letto l'articolo, capirà...................... Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. G. Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 30-07-2010
Sig. Anna nella precedente risposta scrivevo: "Ci sarebbe da porre qualche domanda al suo odontoiatra", ora le cose sono molto più chiare, a volte il paziente racconta la sua versione in buona fede tralasciando dei passaggi che sono essenziali per comprendere l’operato del collega, per cui la sua rettifica è ben accettata. La rimodellazione gengivale con gengivectomia e adattamenti dei provvisori sono un’ottima soluzione, l’importante che questa procedura sia eseguita prima dell’impronta dei definitivi.

Scritto da Dott. D. Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 30-07-2010
Cara Sig Anna il suo problema è il gummy smile come scritto dai precedenti colleghi, cioè un sorriso gengivale. La diagnosi di sorriso gengivale non è facilissima, sarebbe lungo spiegare come si fa, ciò che posso dirle che lei non ha solo questo problema, la linea mediana sup è deviata a sx, l'inferiore notevolmente deviata a sx, è una paziente che ha un terzo inferiore del volto notevolmente aumentato, cioè iperdivergente e ad un occhio anche poco esperto, non sfugge certo che quel sorriso gengivale è dato da un eccesso verticale mascellare assoluto, cioè il suo mascellare superiore è cresciuto tantissimo in verticale. La terapia giusta?, l'intervento di chirurgia ortognatica, con una eccellente preparazione ortodontica pre-chirurgica. Cordiali Saluti

Pubblicato il 02-08-2010
Cara Anna, si fidi del suo dentista. Cordialmente

Scritto da Dott. G. Stirpe
Priverno (LT)
Collaboratore di Dentisti Italia
Pubblicato il 04-08-2010
Ritengo di doversi fidare del suo curante, porti pazienza ed attenda i tempi biologici di guarigione dei tessuti.

Scritto da Dott. C. Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 04-08-2010
Cara signora Anna, come può notare é sempre difficile giudicare l'operato di un medico solo da ciò che il paziente riferisce. Credo proprio che il duo dentista abbia operato al meglio, cercandoi di riparare errori altrui. Un provvisrio adatto condiziona lo sviluppo e la morfologia della mucosa gengivale, ma non corregge il "gummy smile".

Pagine: 12
Risultati trovati: 10