Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

Pu├▓ far male un dente appena devitalizzato?

Scritto da francesca / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Francesca e vorrei esporvi il mio problema: Venerdi' scorso ho eseguito una devitalizzazione sul penultimo molare della metà arcata inferiore destra, una devitalizzazione un pò difficile da eseguire per una lussazione della mandibola che non mi permette una totale apertura della bocca, ma comunque lo stesso eseguita. Il dentista ha individuato un solo canale, fatto ciò ha devitalizzato il dente e chiuso con della pasta provvisoria ( e chiaramente ha eseguito una radiografia per stabilirne l'esito); ma è da sabato che accuso forti dolori all'intera zona adiacente al dente e alla gengiva, tanto da essere costretta a prendere una bustina di antidolorifico ogni 6 ore. (Ho anche fatto una cura di antibiotici tre giorni prima della devitalizzazione e ho preso una sola pillola il giorno dopo). Sono nuovamente ritornata dal dentista che mi ha scavato un pò del cemento posto sul dente ( operazione che mi ha portato del dolore), e mi è stato detto che devono trascorrere 2 giorni affinchè questa infezione possa regredire, e nel frattempo prendere gli antidolorifici. Non capisco però come un dente devitalizzato possa far male in questo modo dal momento che è stato denervato, e inoltre è possibile che un molare abbia solo un canale? (premetto che la radiografia è stata fatta sia prima che dopo la devitalizzazione), e in ultima analisi come mai quando ha tolto il cemento ha provocato questo dolore, che continua anche ora? Vi ringrazio anticipatamente per un'eventuale analisi e risposta al mio caso, e vi porgo i miei più cordiali saluti.
Cara Francesca difficile rispondere senza vedere la situazione clinica e le lastre. In ogni caso ... tutto può essere in natura ... esistono malformazioni dei canali delle radici per cui tre radici sono fuse in una o alcune di esse, pur essendoci, sono atresiche (ossia pressochè scomparse) o ci possono essere calcoli dentinali e così via ... capita ma ci sono sempre sostanze e metodiche particolari che permettono comunque la cura canalare. Il dolore... in questi casi basta riaprire il dente e richiuderlo con una membrana osmotica che faccia uscire il gas che si forma dentro il dente e che è la causa del dolore per compressione delle terminazioni nervose e non fa entrare dentro i microbi evitandone l'infezione! Oppure possono essere i canali non trovati e non trattati che possono manifestarsi ...ma vanno come le ho detto prima trattati allora con sostanze come l'idrossido di calcio capaci di aumentare oltre 1000 volte il proprio volume iniziale ed iniettare i canali anche più angusti ed insondabili...certo poi ci può essere dolore...quindi si faccia dare un buon antibiotico ed un buon antidolorifico, si faccia chiudere il dente con la membrana osmotica e chieda se è stato usato l'idrossido di calcio per i canali non trovati o sostanze similari! Cordialmente...mi tenga informato!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Francesca, la natura è veramente variabile:sono stati visti denti con un solo canale e denti con 11 canali, chi può dirlo!? Il dolore post-operatorio specie alla pressione è molto frequente ed ha una certa variabilità, in genere dura 2 giorni; in caso di forte dolore è utile talvolta togliere la medicazione e lasciare libero il dente ( utili sono sciacqui con acqua calda e sale, un cucchiaino di sale è sufficiente, da masticare sul dente 5 minuti ogni ora). Il dolore è dovuto o alla presenza di residui pulpari non ancora necrotici ma fortemente irritati o da essudato che si forma al livello del periapice come conseguenza della strumentazione e che stira verso l'alto i filamenti del legamento paradontale dando la sensazione di dente allungato. In ogni caso il dente è ancora in trattamento, deve aspettare la fine terapia...Cordialità
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

La mia opinione a (grande) distanza è che sia subentrata una piccola infezione che magari era preesistente. Per cui, per lenire il dolore sono necessari alcuni giorni di antibiotici. Ma tutto questo non comprometterà il perfetto recupero finale del dente che con tutta probabilità potrà essere curato con le sedute successive e non darà poi, alcun fastidio ulteriore..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Francesca, il fatto del dolore può essere normale se dura pochi giorni, ma è dovuto ad una fuoriuscita di materiale dentale oltre la radice, se la devitalizzazione è fatta correttamente. Ma vorrei approfondire il fatto della lussazione che lei dice di avere. In effetti si parla di lussazione quando si apre troppo la bocca, al contrario invece di blocco (locking articolare), in cui l'apertura è limitata e all'inizio dolorosa. Dopo la devitalizzazione approfondirei la situazione gnatologica da uno specialista in gnatologia. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Maximilian Bennici
Catania (CT)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. ra Francesca, la sua descrizione dettagliata non è sufficiente per darle delle risposte, aiuterebbe molto un colloquio, il suo odontoiatra che ha visionato le RX. Pazienti ancora questi due giorni poi ritorni dal suo dentista.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Francesca, quello che ha descritto non è altro che uno stato infiammatorio. Per quanto riguarda le cause non le posso dire niente in quanto non conosco lo stato del dente prima dell'intervento. La terapia antibiotica è importante come anche un buon trattamento endodontico. Buona serata e spero...senza mal di denti!!!

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Inizi nuovamente la terapia antibiotica e la protragga per almeno 4 giorni. Questo metterà tutto a tacere per un po'. Se poi il problema dovesse ripresentarsi, bisogna ritrattare il dente alla ricerca di (eventuali) altri canali non visti e quindi trascuati. Tenga presente inoltre la difficoltà incontrata dal suo dentista nel lavorare in una bocca che non si apre bene; questo è spesso causa di stress in chi opera, con compromissione del risultato finale.

Scritto da Dott. Alberto Ricciardi
Trebisacce (CS)

Sarebbe bene che un dentista endodonzista disponesse anche di uno stereo microscopio. A volte trovare i canali in un molare è difficilissimo senza un sistema di ingrandimento adeguato. Abbiamo il microscopio in studio anche se lo usiamo solo in questi casi. Saluti

Scritto da Dott. Zeno Pagliai
Roma (RM)