Domanda di Denti del giudizio

Risposte pubblicate: 8

Due giorni fa ho subito l'estrazione di un dente del giudizio incluso e semi-orizzontale posto nella mascella dx.

Scritto da giuseppe / Pubblicato il
Due giorni fa ho subito l'estrazione di un dente del giudizio incluso e semi-orizzontale posto nella mascella dx. La sua aderenza era tale che dopo circa un'ora e mezzo è stato estratto solo in parte. Il mio dentista, vedendomi visibilmente provato anche per il fatto che pur con continue iniezioni di anestetico avvertivo sempre più dolore, ha preferito fermarsi e richiudere la ferita con i punti. Mi ha prospettato due possibilità: avendo eliminato la parte di dente che premeva contro i molari, potrebbe non essere più necessario intervenire; ovvero, qualora la radice rimasta dovesse darmi problemi, fare un secondo intervento per l'astrazione completa. Quali possono essere i problemi nel caso decidessi di lasciare la radice dov'è?
Caro Signor Giuseppe.... non diciamo assurdità, semplicemente il suo Dentista non è riuscito a estrarre chirurgicamente tutto il molare del giudizio ... può capitare in mani non esperte...ma l'assurdo è stato aver richiuso la ferita e averle detto che può rimanere lì.... semplicemente avrebbe dovuto avere l'umiltà e l'onestà professionale di inviarla da un collega pratico in queste estrazioni, magari da un Chirurgo Maxillo Facciale o un Chirurgo Orale ... la radice deve essere estratta ...questo è poco ma sicuro...spero che le abbia prescritto almeno una adeguata copertura antibiotica.... non se la prenda, sono cose che capitano anche ai migliori Dentisti...però Professionalità esige che il paziente venga indirizzato da un altro collega "capace"...tutto qui...quindi cerchi un Dentista esperto in Chirurgia Orale o direttamente un Chirurgo Maxillo Facciale ...vada magari in Ospedale nel reparto di Chirurgia Maxillo Facciale ed Odontostomatologia e faranno quello che dovrà essere fatto!...........Cordialmente Gustavo Petti, Chirurgia Parodontale, Implantologia, Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi, Ortodonzia e Pedodonzia (la figlia Claudia Petti)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig Giuseppe, Ritengo che, qualora non vi siano rischi accessori (vicinanza al nervo mandibolare, eccessivo assottigliamento dell'osso mandibolare etc.) la parte residua di dente sia assolutamente da estrarre. Posso anche capire che il collega abbia sottostimato una malposizione dentaria o che ci sia stato un inconveniente durante le manovre di estrazione, ma la decisione di proseguire l'estrazione non può essere demandata al fatto che la zona non sia più dolente. Se il collega non se la sente di continuare l'intervento le consiglio di rivolgersi ad una struttura organizzata in questo tipo di interventi (un centro stomatologico). Cortesi Saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentilissimo paziente, le radici che non vengono avulse possono provocare delle infezioni circostanti. Non entro nella capacità del collega nel procedere nell'estrazione, ma le consiglio di far rimuovere tale residuo radicolare presso un centro ove tali terapie vengono effettuate quotidianamente. Non attenda molto perchè altrimenti si riforma l'osso tutto intorno e risulterebbe un pò più indaginosa l'estrazione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Dario Cianci
Montanaso Lombardo (LO)

Salve Giuseppe, se fossimo Dio in terra le assicuro ci riuscirebbe ogni cosa, non è così però. Certe cose capitano.. e capitano a tutti. Ritorni dal suo dentista, e provveda all'estrazione del frammento rimanente. Cordialmente, Gianluigi Renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Sig. Giuseppe, durante un’avulsione possono capitare queste complicanze, giudicare senza conoscere il caso e senza sapere il parere del suo odontoiatra è facile ma poco serio, ritengo giusto il comportamento del suo odontoiatra, perche un intervento di un’ora e mezza in anestesia locale ha quasi raggiunto i suoi limiti, andare oltre avrebbe potuto darle delle complicanze maggiori. Al momento non è successo nulla di grave, le radici possono ancora essere tolte in una seconda seduta programmata con meno stanchezza e con più lucidità da parte di entrambi. Lasciando la radice potrebbe esserci dolore, potrebbe infettarsi, potrebbe creare delle aree osteolitiche, potrebbe crescere ed essere espulsa, potrebbe rimanere silente per anni, come spesso vediamo in molte panoramiche, dove residui post estrattivi non sono un’evenienza rara.
Le ricordo che il tempo del suo odontoiatra ha un costo che giustamente deve essere retribuito, le raccomando di tenere in considerazione tutto questo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il rischio che corre è l' infezione. Non è la supposta "spinta" del dente del giudizio sugli altri denti che può creare i problemi nel caso della disodontiasi dell' ottavo, ma la infezione, e conseguente infiammazione, del sacco pericoronario. Questo può avvenire sia attorno al dente intero che, a maggior ragione attorno ad una radice, per cui, senza dubbio, la faccia estrarre quanto prima.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sig. Giuseppe le consiglio di fare una nuova rx OPT per la valutazione del residuo dentale e la localizzazione ossea e procedere all'avulsione chirurgica del residuo radicolare.

Scritto da Dott. Vincenzo Carpentiere
Barletta (BT)

Se il dente era infetto allora va estratto in ogni sua parte ,in caso contrario la natura aveva previsto che le radici stessero lì ed allora non avrà problemi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia