Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 12

Ho necessità di ricoprire con capsule 3 incisivi dell'arcata superiore

Scritto da Laura / Pubblicato il
Ho necessità di ricoprire con capsule 3 incisivi dell'arcata superiore, devitalizzati da anni. Il mio dentista prevedere di coprire con le capsule 2 incisivi dopo averli rimpiccioliti e di coprire il terzo incisivo dopo ricostruzione con perno moncone. Non ritiene necessario ricostruire con perno moncone i primi due incisivi in quanto sono sufficienti i monconi dei miei denti per cementare le capsule. Il piano di lavoro chiesto ad un secondo dentista prevede invece, per tutti i 3 incisivi: il trattamento canalare, le ricostruzioni con perno moncone e infine le coperture con le capsule. Mi potete spiegare perchè tanta differenza di procedimento? Quale orientamento ritenete consigliabile e più efficace? Grazie in anticipo per la vostra risposta
Gentile Laura, se i tre incisivi sono già devitalizzati da anni non vedo il motivo di procedere ad una nuova devitalizzazione a meno che non ci siano dei problemi che rendono necessari dei ritrattamenti canalari.E'necessario che si faccia spiegare meglio il motivo di tali decisioni;purtroppo non avendo a disposizione almeno una radiografia non posso dare altri consigli utili. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Perni-moncone in Riabilitazioni Complesse Parodontali e Clinico Protesiche. Da casistica del Dr. Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
Cara Signora Laura ... evidentemente i due incisivi in contesa tra pilastro di ponte normale e con perno-moncone sono al limite dall'essere giudicati sufficienti o insufficienti ed uno li giudica sufficienti e l'altro insufficienti... chi ha ragione? Chi la conosce meglio, ossia il suo Dentista storico che conosce la sua bocca da anni e anni ... POI SCUSI perchè è andata subito a cercare un altro parere da un secondo dentista?...è con questa sfiducia e comportamento molto "scorretto" che premia il suo Dentista di sempre? La parola Stima e Fiducia non sono niente per Lei?...poi come se non bastasse chiede a noi una risposta che tra l'altro non possiamo dare perchè, e la invito a pensarci, se due Dentisti che l'hanno visitata sono giunti a questa conclusione discordante, come possiamo noi non visitandola darle una risposta? E POI noi non siamo qui "come Giudici" ma come medici!.........chiede un consiglio? ...eccolo, torni tranquilla e fiduciosa dal suo Dentista e speri che la riaccolga nel suo studio...personalmente se sapessi che un mio paziente avesse fatto quello che ha fatto lei...non la riaccoglierei più...perchè sarebbe decaduta la cosa più importante:LA RECIPROCA STIMA E FIDUCIA, basilare nel rapporto Medico -Paziente!................Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Il suo dentista sta operando perfettamente, e noi non avendo riscontri diagnostici non siamo in grado di fare valutazioni obiettive

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

E'impossibile darle una risposta.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Laura, la scelta dell'uno o dell'altro protocollo terapeutico dipende da svariati fattori e, non avendo nessun dato obiettivo e di diagnosi strumentale, non è deontologicamente corretto dirLe quale scegliere. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile signora in medicina la diagnosi e' una ma le terapie possono essere molteplici e comunque tutte altrettanto valide; se provasse a chiedere un parere ad altri colleghi magari si discosterebbero dai precedenti, riponga la sua fiducia su uno dei due colleghi magari valutandoli anche per le loro argomentazioni ( parli con loro e si faccia motivare le loro scelte terapeutiche) cordialita' .

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Sig. Laura, i due odontoiatri hanno delle scelte terapeutiche differenti, ma entrambi arrivano alla stessa conclusione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Laura senza avere una radiografia è difficile dirle quale sua la terapia più corretta, se le devitalizzazioni non hanno dato nessuna reazione apicale non è necessario ritrattare i denti devitalizzati. Il perno si esegue quando c'è una grossa perdita di materiale dentario quindi se i denti sono "buoni" non vedo perchè usare il perno. Se non ci sono reazioni apicali credo che il primo dentista sia stato il più onesto.. distinti saluti

Scritto da Dott. Domenico Aiello
Catanzaro (CZ)

Non abbiamo radiografie a disposizione per capire se le vecchie cure canalari sono state eseguite correttamente o se è necessario ritrattare nuovamente gli elementi. Si affidi ad un dentista coscienzioso e scrupoloso. Cordialmente

Scritto da Dott. Livio Germano
Verbania (VB)

Gentile Signora Il primo presupposto che obbligatoriamente deve essere valutato è se le devitalizzazioni sono state eseguite in modo corretto. Quindi il primo quesito è perchè il collega vuole rivitalizzare i denti? Il secondo presupposto è che le corone vengano eseguite in ceramica integrale senza metallo. Essendo questo materiale molto traslucente (la luce le attraversa e quindi fa intravedere il colore del dente sottostante alla corona), bisogna vedere se i perni che attualmente ha sono in oro o ricostruzioni in argento. Chiaramente ne consegue che, se questa è la condizione, bisogna rimuovere questi perni e farli di un colore bianco. Inoltre pur non avendo alcun riferimento visivo del suo sorriso, quasi sempre si procede restaurando tutti e 4 gli incisivi in quanto solo in questo modo si riesce ad avere un risultato estetico ottimale. Credo di averle spiegato qual'è la procedura corretta per risolvere esteticamente questa situazione Distinti Saluti. Dott. Pierluigi Capitanio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Pierluigi Capitanio
Milano (MI)