Domanda di Corone

Risposte pubblicate: 11

Si dovrà rifare una capsula-intarsio?

Scritto da giovanna / Pubblicato il
Salve, nel 2014 è stata fatta una capsula-intarsio al molare 36 del mio ragazzo...venerdì scorso ha ceduto e adesso la gengiva come risulta dalla foto è molto scoperta...ha praticamente ceduto la metà dell'intarsio che gli era stato messo...la capsula-intarsio dovrebbe avere una garanzia di 3 anni...ma in questo caso si dovrà rifare una capsula-intarsio o semplicemente si dovrà ripristinare il tutto con l'intarsio come una semplice otturazione? Grazie Giovanna
Che sia da rifare e' sicuro perche' e' fratturato; non so se anche parte del dente lo sia. Quel circoletto nero sembrerebbe un perno in fibra di carbonio (se la foto non inganna). Sembrerebbe anche un moncone un po' basso. Potrebbe essere valutabile anche la possibilita' di fare una corona classica con un perno moncone. Ma comunque, meglio parlare col suo dentista

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

E' evidente, oltre ad una modesta gengivite, una carie estesa (dentina di colore molto scuro), probabile causa della frattura del restauro indiretto. Soltanto il collega che visiterà il suo fidanzato, nel contesto di una valutazione clinica generale e specifica completa, potrà stabilire il da farsi, anche se probabilmente, una volta pulita la carie ed eseguito un probabile allungamento di corona clinica, il dente dovrà essere ricoperto con una corona completa. Della garanzia di 3 anni proprio non lo sapevo....
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Il problema dell'intarsio è che deve essere perfetto, altrimenti è cosa buona e giusta per i dentisti il non cimentarsi in compiti troppo difficili. Stando alla foto allegata, sembra una preparazione protesica molto modesta, una prova di bricolage sanitario. Adesso dovete cambiare dentista, trovando uno che sappia e sappia fare. La garanzia dovuta è dieci anni. Il materiale può essere non metallico (plastica o vetro colorato) oppure metallico (zirconio o lega preziosa). Lo zirconio costa poco, ma è famoso per la sua imprecisione. La precisione è un requisito perentorio per dare coerenza durevole per decenni tra la parte biologica e la parte protesica. Data la sede non troppo esposta dovrebbe andare bene una lega d'oro, che recuperi solamente la sezione di dente mancante. Se l'impresa è troppo difficile per il poveraccio interpellato, si sentirà proporre una foderatura completa con una capsula. Il dente verrebbe demolito anche nella parte sana, per maggiorare lo spessore della capsula in metallo con con più porcellana sopra. In questa prospettiva, più si demolisce più rimane spazio per la porcellana di una capsula più bella e artistica. La demolizione di dentina sana si chiama "costo biologico", il costo in salute della bocca. Adesso facciamo due conti. Per avere un intarsio metallico perfetto bisogna spendere almeno mille euro, altrimenti è come se io pretendessi di bere vino genuino ad un euro al litro. Secondo la regola che la gente preferisce credere nelle cose che spera, lei trascurerà il mio parere e tra dieci anni il suo uomo sarà con un dente completamente marcio, da togliere. Una vite e una capsula e annessi vari costeranno circa 2000 euro, a valore storico di oggi, oltre al costo biologico moltiplicato per un fattore che non saprei dirle. C'è un sito su facebook dedicato alle malefatte di noi dentisti, si iscriva e consideri come va il mondo. Le consiglio di stampare questo scritto, a buonafutura memoria. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Dr. Gustavo Petti Parodontologi di Cagliari. Allungamento di Corona Clinica con Gengivectomia Palatale e Lembo Riposizionato Apicalmente con Osteotomia-osteoplastica, vestibolare
Cara Signora Giovanna, buongiorno. "Capsula Intarsio non esiste": o è un intarsio (onlay o inlay) o è una Corona Protesica Fissa in Lega Aurea o in Lega Non Nobile! La preparazione che vedo, in ogni caso non è da intarsio ma da otturazione ed è per di più sottogengiva. Si sarebbe dovuto fare prima un allungamento della corona clinica con una Gengivectomia se in presenza di sufficiente banda di Gengiva Aderente o con un Lembo riposizionato apicalmente ed osteotomia-osteoplastica se in assenza di tale banda! Guardi che è una otturazione che è stata fatta (i veri intarsi sono fatti in oro o in ceramica; Di regola se un Dentista non sa modellare e non conosce la Gnatologia, fa fare al tecnico l'intarsio in composito! Bella "roba"!! Bisogna visitarla clinicamente per fare Diagnosi e programmare la Terapia più idonea! In linea di massima la soluzione migliore potrebbe essere un Perno-moncone in fibra, previa terapia endodontica e su di esso una corona in Lega Aurea con percentuale di oro da decidere dopo programmazione protesica! Guardi la foto prima della sua e vedrà di che cosa stia parlando!Le lascio un esempio di allungamento della corona clinica in un molare (in amalgama d'argento che risale a decine di anni fa)! Cari Saluti e si metta in "mani buone"!!! :(
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giovanna, sulla garanzia nutro qualche dubbio, visto che non si possono conoscere le cause della frattura, questo dente potrebbe essere stato utilizzato per aprire una bottiglia di birra o altro. Dalla foto si nota la presenza di una parte di corona protesica fratturata per cui non è un buon lavoro riparare con un otturazione o con un intarsio e in poche parole va rifatta la corona. Vi consiglio vista la posizione di valutare una corona totalmente in metallo prezioso che non avrebbe dato tutte queste complicanze.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Dalla foto sembra che il margine gengivale e dentale siano allo stesso livello e la dentina sia in parte demineralizzata visto il colore consigliabile un interventino mucogengivale per aver la possibilità di recuperare un perimetro dentale "sano" come ancoraggio e la devitalizzazione del dente con ricostruzione mediante perno in fibra una semplice ricostruzione-intarsio difficile sia affidabile cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Giovanna, c'è differenza tra intarsio e corona completa ma il problema non è la precisione della sua descrizione sul tipo di manufatto ma sicuramentre è la durata dello stesso che appare piuttosto breve. Di solito una corona o intarsio che si voglia deve avere una durata ragionevole e questo dipende da tanti fattori che a distanza non si possono evidenziare come ad esempio il tipo di materiale che può essere composito o ceramica oppure dallo spessore che deve essere sufficiente a garantire la resistenza alla masticazione. Probabilmente la frattura può' riferirsi ad un materiale non troppo resistente (meglio sicuramente la ceramica rispetto al composito) oppure lo spessore della corona è insufficiente ed inferiore ai minimi necessari oppure ad entrambe le situazioni.Ne dovrà sicuramente parlare col suo dentista per risolvere il problema. Ovviamente sarà necessario fare di nuovo il lavoro utilizzando materiali e tecniche più resistenti ed efficaci. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Se il tutto è avvenuto, con una normale masticazione, è evidente che è stata fatta una scelta terapeutica errata, il che può capitare per cercare di essere conservativi a tutti i costi, comunque a questo punto è necessario procedere ad una devitalizzazione ricostruzione a perno ed esecuzione di una capsula completa, non so da dove ha tirato fuori la garanzia di tre anni, ma in realtà, purtroppo per noi, a livello medico legale i nostri lavori, a meno di situazioni particolari, devono avere una durata minima di 10 anni, se fosse una mia paziente, io procederei rifacendo il nuovo lavoro e decurtando dal conto l' intera spesa affrontata per l' intarsio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluca Pucci
Roma (RM)

Buongiorno Sig.ra Giovanna, sicuramente è da rifare. Per i dettagli, ossia che tipo di restauro (corona o intarsio) e che tipo di materiale ( tradizionale con lega aurea o metal free), dovra' discuterne con il suo curante in relazione anche alle conoscenze ed alle esperienze dello stesso. Rimango a disposizione

Scritto da Dott. Andrea Parenti
Piacenza (PC)

Gentile Sig.ra Giovanna, la riabilitazione va rifatta. Ora cosa sia meglio fare lo si può dire solo dopo una visita accurata, non escludendo anche un riposizionamento della gengiva. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia