Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 7

Fin da piccolissima soffro di afte ricorrenti

Scritto da Lucia / Pubblicato il
Salve, mi chiamo Lucia, ho 30 anni e fin da piccolissima soffro di afte ricorrenti. Quando sono fortunata si tratta di 2 o più afte di piccole dimensioni che ormai ho imparato a sopportare (ho letto le vostre risposte ad altre domande sulle afte e tutti i farmaci proposti li ho già sperimentati senza successo). Le afte compaiono all'interno delle labbra, delle guance, sulla lingua, sulle gengive, fino all'inizio della gola. Quando sono sfortunata si tratta di afte molto grandi, superiori al centimetro di diametro, sulle labbra. In quei casi ho difficoltà a mangiare, a bere, a parlare... Sono stata in ospedale (alle Molinette di Torino) dove mi hanno sottoposto ad una serie di esami del sangue che hanno escluso tutte le patologie che fra i sintomi hanno la comparsa delle afte. Per curare le lesioni più grandi e dolorose mi hanno dato il deltacortene che è l'unica cosa rivelatasi finora efficace. Ovviamente trattandosi di cortisone cerco di evitare di usarlo, vi ricorro solo il casi estremi e per il resto mi tengo il dolore. Vorrei sapere se ci sono altri farmaci che potrei provare. Ho letto poi qui dell'utilizzo del laser a diodo per curare le afte. Vorrei sapere se è possibile approfondire questo argomento e se ci fosse qualche dentista di Torino che ha già utilizzato questo metodo. Grazie per l'attenzione
Sig.ra Lucia cicatrizzare le afte con il laser è ormai una soluzione ottima, l'effetto e' immediato, subito dopo la terapia il dolore sparisce e dopo un paio di giorni la lesione regredisce completamente, inoltre ho notato che i miei pazienti sottoposti a tale trattamenti hanno avuto un rallentamento nella frequenza delle eruzioni.

Scritto da Dott.ssa Daiana Zuccaro
Frosinone (FR)

Cara signora, se ha già letto le risposte a quesiti simili al suo è inutile ribadire che la etio-patogenesi delle afte (che nel suo caso è qualcosa di più della sporadica lesione aftosa ) rimane oscura e controversa. Molto probabilmente si presenta un calo delle barriere difensive a livello della mucosa della bocca per cui agenti patogeni, normalmente presenti nel cavo oral, diventano aggressivi fino a determinare l'afta. Per quello che è stata la mia esperienza, maturata a suo tempo in Clinica Odontoiatrica a Pisa ove spesso giungevano alla nostra osservazione pazienti con lesioni aftose plurime fino a rendere impossibile la normale alimentazione, posso dirle che in tali pazienti furono spesso riscontrati deficit immunitari. Con le opportune analisi di laboratorio (tra cui la ricerca di auto-anticorpi) si ottennero ottimi risultati utilizzando farmaci immuno-modulatori. Naturalmente è imperativo svolgere ricerche e cure di questo tipo in ambienti preparati allo scopo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)

Sig.ra Lucia concordo con i miei colleghi. Cordialità

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Salve, vorrei sapere se è stata vista dal prof. Gandolfo, persona molto competente e preparata in materia.

Scritto da Dott. Leonardo Bergo
Torino (TO)

Cara Signora Lucia...La stomatite aftosa è una patologia caratterizzata da presenza di vescicole sul palato, sulla lingua, sulle mucose della bocca e sulla faccia interna delle guance . La causa delle afte rimane a tutt'oggi sconosciuta, è conosciuta, invece, l'esistenza di fattori che predispongono la loro comparsa. Tra questi ricordiamo: Virus deficit alimentari, carenza di vitamina B12, B6 e B1 carenza di acido folico, carenza di ferro, presenza di stress, ansia, nevrosi , patologie psichiatriche Morbo Celiaco, malattie debilitanti sistemiche, Esistono dei preparati sotto forma di gel che applicati alle lesioni donano una sensazione di sollievo immediato. La maggior parte di questi è composta da acido ialuronico vitamina B12/B6/B1 ferro o acido folico. Diagnosi differenziale è doverosa e non semplice a volte con lesioni traumatiche delle mucose orali, Herpes zoster gengivite necrotica Etc. per cui è consigliabile farsi visitare da un Patologo Orale o da uno Stomatologo e se non si arrivasse ad una diagnosi certa e/o ad una terapia risolutiva...anche da un Clinico Medico (Internista)...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.Lucia, concordo con le cure che le hanno consigliato a Torino, per aftosi ricorrente. Il laser diminuisce la sintomatologia e tende ad accelerare la guarigione, ma non sconfigge la patologia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

C'è anche l'ozonoterapia dentale che risolve rapidamente. Bisogna fare una dieta appropriata e igiene orale perfetta, cosa che è difficile per i dolori: allora si instaura un circolo vizioso. Più dolore, meno spazzolino, più afte, più dolore, dramma. Bisogna spazzolare bene con vero coraggio. Tutti smettono con le afte e queste possono solo peggiorare...

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento