Domanda di Ortognatodonzia

Risposte pubblicate: 11

Il dentista mi ha prospettato una terapia ortodontica seguita da un intervento ortognatico

Scritto da barbara / Pubblicato il
Ho 40 anni e non ho mai avuto nessun tipo di dolore, cosi' come ora non ho nessun problema funzionale ne estetico, ma sono una ii° classe scheletrica, iperdivergenza con i° classe basale con compenso dei tessuti molli, I° classe dentale con lieve contrazione del diametro trasverso mascellare e il dentista mi ha prospettato una terapia ortodontica seguita da un intervento ortognatico bimascellare e anterotazione mandibolare. E' pericolosa alla mia eta' e necessaria non avendo problemi o in futuro potrei averne? Grazie
Gentile Barbara, la sua domanda è da 1 milione di dollari, in quanto solo Lei ed il suo dentista avete gli strumenti per valutare l'opportunità o meno dell'esecuzione della terapia e tenendo in considerazione che solo a 40 anni le sorge il problema non avendo mai avuto problemi nè funzionali e nè estetici. Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara signora Barbara, il problema centrale è proprio quello che ha "esposto" ossia se sia necessaria non avendo problemi! Ossia non avendo sintomi. Deve essere confermato che non ha neanche patologie. Poi se non le avesse. Dovrebbe chiedere queste spiegazioni al suo Ortodontista sul perchè le abbia proposto una terapia Ortodontica! Perchè se non è il paziente a chiederla, il Dentista la propone solo se valuta la presenza di patologie Gnatologiche ed occlusali o di altra natura, ben presenti! Solo lui può risponderle! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Barbara uno dei principi fondamentali della Medicina è : primum non nocere. Ciò vuol dire che non si sottopone il paziente a trattamenti il cui costo (biologico ed economico) non superi l'eventuale beneficio. Se non sono presenti danni occlusali o particolari disagi di natura estetica vale la pena di essere sottoposti ad un intervento decisamente invasivo e con pesanti postumi postoperatori? Precisando che, anche se dovessero essere presenti dei danni articolari, essi dovrebbero essere risolti in primis attraverso una terapia funzionale reputo tale decisione esageratamente aggressiva. Si sottoponga ad una indagine neuro-muscolare computerizzata che stabilirà l'entita' dell'errore disgnatico presente che, se presente potrà essere risolto attraverso una terapia ortognatodontica su base funzionale con costi e disagi nettamente inferiori. Auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Barbara, al Suo quesito non è facile rispondere, però si possono dare alcuni consigli. Alla Sua età non è pericoloso eseguire l'intervento che le è stato prospettato, però certo non è una passeggiata e qualche fastidio lo può dare. Non ho ben capito poi perchè il suo dentista le ha proposto questa terapia. Non è stata lei ha chiedere di risolvere un problema, generalmente se un mio paziente non ha una patologia, non avverte un disagio estetico, è ben compensato non faccio nulla. Il discorso cambia se c'è un problema. le consiglio di chiedere al suo Dentista di spiegarle perchè deve affrontare questa terapia e poi di decidere insieme sul da farsi. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Barbara,io non ho in mano nessun dato significativo per fare una corretta diagnosi, comunque se lei fosse una mia paziente, partendo dal fatto che non ha disturbi di alcun genere, che lei personalmente non ha problemi di estetica che la angustiano, che la sua bocca, sebbene non sia perfetta, ha comunque una situazione di stabilità, non so se le proporrei una soluzione così importante.Sicuramente l'intervento che le hanno proposto non è pericoloso ma,comunque,è sicuramente impegnativo da parte sua. Se in realtà ci sono problemi particolari allora si chiarisca meglio con il suo dentista anche perchè certe decisioni non vengono prese scambiando due parole su e via, ma richiedono dei colloqui di chiarificazione fra professionista e paziente. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Annalisa Ciriello
Vigonza (PD)

Gentile Barbara, perchè vuole fare una grossa ortodonzia assieme a chirurgia maxillo facciale? Lei aggiunge di non avere nessuna problematica estetica o funzionale.Inoltre la correzione della rotazione mandibolare è facile da recidivare. Però l'età non è controindicazione. Cordialità

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Mi conforta moltissimo rilevare un fronte così compatto nelle risposte dei colleghi ( che, ovviamente, condivido ). Lasci stare, non si sottoponga.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gent.ma Sig.ra Barbara, mi associo al coro dei Colleghi: più gli anni passano e più i problemi, ahimè, arrivano da soli anche senza andarseli a cercare. Dato che non c'è nessuna evidenza scientifica che la malocclusione che lei descrive possa essere la causa certa di futuri disagi, nè che una chirurgia ortognatica possa garantirla per il futuro da possibili problemi, il mio consiglio è: viva serena! Ogni Bene.

Scritto da Dott. Giancarlo Bottonelli
Merano (BZ)

Gentile sig.ra Barbara, il problema non è l'età, ma il coraggio di cominciare, Le hanno proposto una ortodonzia chirurgica, cioé un trattamento ortodontico seguito da un intervento e corollato da altra ortodonzia. Il fatto è lungo, le consiglio un altro parere, a Brescia c'è il Dr.Maurizio Franco che è molto esperto in queste cose e lavora in ospedale. Veda anche che i costi di esercizio di questi trattamenti sono molto alti, le conviene ascoltare un altro parere anche per valutare i possibili contro, che in genere possono essere parestesie del nervo alveolare inferiore, auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Barbara, l'età non è un fattore influenzante, molte persone convivono benissimo funzionalmente ed esteticamente con una seconda classe scheletrica. Dovrebbe richiedere per iscritto al suo odontoiatra tutte le indicazioni a procedere all'intervento, poi ci può riscrivere.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)