Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Potrei avere una frattura della corona del ponte?

Scritto da marina / Pubblicato il
Buongiorno, circa un mese fa ho accusato mal di denti arcata superiore sx e scosse arcate sup dx. Ho devitalizzato e incapsulato con successo a sx. A dx avevo una carie che è stata otturata e una piccola otturazione parzialmente rotta che è stata ripristinata e sigillata. Venerdì scorso dopo ablazione ho cominciato ad avere forti scosse al dente tra canino otturato e incisivo che fa parte di un ponte vitale e senza carie entrambi come da rx. Non capisco la causa di queste scosse a volte dolorose a volte no. Il mio neurologo dice che è nevrite in quanto io sono sofferente di nevrite cervicale e pensa si tratti del trigemino infiammato dai continui lavori anche se il dentista mi ha detto di non aver fatto ablazione sul ponte. Stanotte ho dormito benissimo, appena sveglia sento quella sensazione di "tirare" dal dente verso la mascella e alzandomi una piccola scossa e mi deprimo.... Il fastidio più che dolore adesso è quasi continuo, urente. Una sensazione di gonfiore, di tensione dalla gengiva verso naso e mascella. Non sono gonfia, la gengiva è bella, ho il naso un pò chiuso... e sento bruciare. Ho riprovato con acqua gelida e calda non ho reazioni, ho provato a masticare sopra quei denti sento solo un pò fastidio/male ma come nel resto della bocca dopo ablazione. Ho lavato e spazzolato i denti senza che si inasprisse il fastidio, anzi mentre lavo i denti non sento nulla. Eppure è come sentire un nervo nel dente che si muove, brucia, tira. Mi esaspera anche se non è forte perchè penso solo quello e temo aumenti o che non mi passi più. I primi giorni erano solo scosse indolori, poi è diventato così come descritto. Ieri andava e veniva, oggi non so perchè ho il pensiero fisso lì da quando ho aperto gli occhi e credo non aiuti. Ma è proprio così o secondo Lei dovrei fare anche questa rx? Il mio dentista dice che dalla rx eseguita al ponte si vede che non ha nulla nemmeno il canino... E' più di un mese che mi sottopongo a cure dentistiche intense e il mio medico mi sconsiglia di farmi ancora fare manovre in un momento di estrema sensibilità, in cui magari mi farei devitalizzare un dente inutilmente e peggiorando la situazione andando ad infiammare ulteriormente il trigemino. Non so più che fare, se avere pazienza e pensare che passerà..da oggi userò un gel leninitivo sulle gengive o se fare la rx al canino e un test di sensibilità ( che peraltro non so in che cosa consista e che non vorrei peggiorasse il tutto . Un altro dentista che cura mia mamma mi ha detto al telefono che capita spesso dopo ablazione che delle persone abbiano problemi di scosse ecc... ma è vero ? Oggi ho provato a masticare sopra i denti in questione sentivo solo leggero male alla gengiva, mangiati anche dolci. Niente. Dopo 10 minuti ho sentito 2 o 3 scosse al dente…ma mi vengono anche se non mangio. Fatti sciacqui con acqua fredda e calda. Niente .Spazzolati denti, nessun problema. Potrei avere una frattura della corona del ponte? Ma in questo caso avrei reazione a caldo e freddo? La reazione si avverte subito durante uso acqua fredda o calda, durante masticazione o anche dopo? La mia reazione non è comunque di dolore ma di scossa....e non sempre dopo masticazione. Faccio male a fare continue prove con acqua gelata e calda? Un aiuto a comprendere, grazie. Ancora infinite grazie, cordialmente
Gentile Marina, sarebbe opportuno un consulto fra il suo odontoiatra ed il neurologo. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Marina, non capisco cosa centri " non aver fatto ablazione sul ponte", e non è chiaro neanche come si sia arrivati alla diagnosi di Nevrite per questi fastidi dolorosi attribuendo la causa dell'infiammazione del nervo trigemino ai lavori odontoiatrici restaurativi fatti dal Dentista. Ma su cosa basa questo Neurologo questa sua curiosa diagnosi? E cosa centra il non avere fatto l'ablazione tartaro sul ponte? Ci sono troppi Medici, troppi Specialisti che invadono il "campo altrui". Lei chiede" Un aiuto a comprendere ". Bene lei non deve comprendere nulla, con tutto il rispetto per le sue sofferenze perchè il solo che deve comprendere è il Dentista e sembra, a quanto dice che brancoli nel buio delle interferenze del suo Neurologo! Lei cara signora ha bisogno solamente dio una accurata visita Odontoiatrica completa ad opera di un bravo Dentista, noto e capace. Tutto qui! Rimango tuttavia, io, naturalmente e modestamente a sua disposizione per visitarla, se lo gradisse! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sa cosa penso? che una banale quanto frequente infiammazione indotta dalle manovre di igiene professionale, sia mantenuta in essere da manovre diagnostiche "casalinghe" (come acqua gelida alternata a calda, etc). In linea di principio, sono in accordo con il curante che teme che uno stato di estrema sensibilità possa esacerbare le sue sensazioni, posto che si sia provveduto a scartare altre eventuali fonti di noia o dolore. Tenga monitorata la situazione nel tempo senza sottoporre la sua bocca a forti stress termici e ci riscriva tra qualche giorno. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Buona sera Signora, dalla descrizione del dolore che lei fa sembrerebbe un problema che esuli dagli effetti dell'ablazione fatta dal collega, anche perchè gli stessi effetti se pur negativi non possono durare più di un mese. Punterei l'attenzione sulla otturazione fatta che magari ha una interazione diretta o indiretta con la polpa dentale del dente o qualche suo cornetto pulpare o magari ad una decementazione del ponte che porterebbe ad uno sfregamento meccanico sulla corona del dente sottostante, il quale movimento non sempre facilmente apprezzabile, darebbe gli effetti descritti.escluderei anche il problema neurologico. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Emanuele Santi
Roma (RM)

Gentile signora, è possibile che la scossa che lei avverte, piuttosto che alla detartrasi, possa (?) essere attribuibile ad una microcorrente galvanica tra i metalli che lei alberga nella bocca. Non ho la certezza di questo perché lei non chiarisce i materiali della corona...è solo un dubbio. Comunque ne parli col suo dentista.

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Sig. Marina, povero dentista, lei ha solo dei fastidi e con i fastidi si può convivere perchè non sono pericolosi per la nostra vita. Se tutto è stato indagato ed è stata esclusa una forma patologica, può stare tranquilla e vivere serenamente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Marina, che il trigemino possa infiammarsi a causa del suo dentista mi pare molto improbabile. Concordo che lei effettua troppe prove fai da te. Provi ad astenersi da questi tentativi e poi valuterà insieme al suo dentista il da farsi. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Segua il suo dottore.... i fai da te non sono una bella cosa

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)