Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 8

Dopo quanto tempo il dente può andare in necrosi dopo un impatto, anche se non molto forte?

Scritto da anna / Pubblicato il
Gentili dottori, vi prego di rispondermi, sono disperata vorrei sapere dopo quanto tempo il dente può andare in necrosi dopo un impatto non molto forte e quali sarebbero i sintomi che dovrei avere già da adesso se ciò accadesse ( a parte lo scurimento e la mancanza di sensibilità ). C'è chi mi dice dopo sei sette mesi, chi mi dice dopo quindici venti giorni...insomma qual'è la verità premetto che il dente all'esterno è intatto e nella rx non risulta niente di "rotto" e non ho avuto dolore. Per favore datemi una risposta vi ringrazio e saluto cordialmente
Sig.ra Anna, spero di poterla rassicurare con una giusta risposta, deve stare assolutamente tranquilla, non possiamo sapere quando arriva un infarto al cuore, allo stesso modo non sappiamo quando e se il suo dente andrà in necrosi. Sicuramente lei non perderà il dente, ma pensiamo l'ipotesi più assurda, che devono togliere quel dente, cosa succede ? Si vive benissimo anche senza un dente, esteticamente può essere rimpiazzato immediatamente, senza grandi problemi. Con il tempo sarà possibile sostituirlo con un definitivo. Perciò non ne facciamo un dramma, con dei cattivi pensieri, ma stiamo tranquilli, ad attendere il nostro splendido destino che non possiamo modificare.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Ma come è avvenuto l'impatto?? Che tipo di forza c'è stata? Le risposte che le hanno dato i dentisti sono giuste, nel senso che se avverrà una perdita di vitalità, potrà avvenire in un tempo molto variabile. I sintomi di questa perdita di vitalità sono altrettanto variabili, e un test fatto dal dentista (meglio se test elettrico, che quantifica molto precisamente la reazione del dente) potrà seguire a distanza di una settimana, un mese, tre mesi e così via, cosa accade al dentino.. Ma se la radiografia è negativa, probabilmente non avverrà proprio nulla, nel senso che il dente non si ammalerà a causa del trauma. Infatti dalla rx, per temere qualche evoluzione negativa, dovrebbe esserci almeno un po' di lassità del legamento parodontale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Se c'è il dubbio che un dente possa andare incontro a necrosi a valutato periodicamente con i test termici, elettrici e valutando clinicamente e radiologicamente l'andamento dei sintomi e dei segni. Il suo dentista queste cose le conosce benissimo si affidi a lui. Se poi il dente va in necrosi si interverrà di conseguenza. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Anna...scusi...ha avuto un "impatto" ...termine "machiavellico"...come...quando... ...poi continua : chi mi dice...chi mi dice...quell'altro mi dice... scusi ma chi ha interpellato?...amici... l'unico che può dire è un Dentista...e poi si tranquillizzi...se il dente fosse o andasse in necrosi...si correrebbe tranquillamente con una terapia canalare. In ogni caso sono perplesso...usa una terminologia "necrosi" di persona colta...perchè allora chiede a destra e a sinistra e non ad un Dentista...facendosi visitare...che è la sola cosa intelligente che possa fare...soprattutto dopo un "TRAUMA"?...Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Anna, in effetti la sensazione e' che lei abbia consultato Più medici; in ogni caso nessuno potrà darle una risposta certa perchè incerta è la prognosi (prognosi infausta) di un dente traumatizzato; stia serena a si affidi ad un solo dentista di cui ha stima e lui saprà come seguirla. Cordialmente

Scritto da Dott. Massimo Cultrone
Calcinaia (PI)

Buongiorno: stia tranquilla, andando regolarmente da uno specialista fara' la cosa giusta al momento giusto...l'unica prevenzione possibile, intanto, sarebbe quella di "splintarlo" subito dopo il trauma.

Scritto da Dott. Luca Bolzoni
Milano (MI)

Anna, disperarsi per un trauma non molto forte è esagerato!!!cosa dovrebbero fare le persone che subiscono veri traumi facciali? Le consiglio di fare una visita per avere conforto in merito al suo problema in quanto il "c'è chi mi dice "... non va bene. Buona giornata e stia tranquilla.

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Sig.ra Anna, non credo ci sia nulla di allarmante. All' RX molto spesso non sono visibili alcune fratture dentali, ma se non avverte alcun dolore, neanche alla masticazione, credo che la situazione non sia così grave. Potrà cavarsela con una terapia canalare nel caso di "necrosi". L'importante è tenerlo sotto controllo con delle RX ENDORALI dal suo dentista.

Scritto da Dott. Leonardo Carone
Cepagatti (PE)