Domanda di Odontoiatria

Risposte pubblicate: 7

Soffro di ansia e questo mi blocca ad entrare in uno studio dentistico

Scritto da ornella / Pubblicato il
Buona sera. Ho bisogno di aiuto...Mai andata dal dentista, ora mi trovo a 55 anni con una bocca terribile, al tal punto che non sorrido più. Soffro di ansia e questo mi blocca ad entrare in uno studio dentistico. Ma adesso non riesco più a masticare..Solo un anestesia TOTALE mi aiuterebbe, Ospedaliera, visto che in più sono disoccupata. Mi potete dare una mano? Grazie
Cara Signora Ornella, buongiorno. Non è il caso di sottoporsi ad una anestesia totale che sarebbe inutile e "pericolosa"1 Inutile perché una intera bocca con tante patologie non la si può curare in una sola seduta ma in tante sedute odontoiatriche e dovrebbe allora fare tante anestesie totale ed è pericolosissimo per la vita! Esiste la Sedazione Cosciente con Protossido d'Azoto che si usa ambulatoriamente senza bisogno di andare in Ospedale. Tra l'altro in Ospedale non esiste nessuna struttura Odontoiatrica che si occupi della Terapia di tutte le Patologie Odontoiatriche, ossia Conservativa, Protesi, Endodonzia, Gnatologia, Parodontologia etc! In ospedale si fa solo parte della Chirurgia Orale e la Chirurgia Maxillo Facciale, salvo Eccezioni che non conosco! Tenga però presente che l'ansia e soprattutto gli attacchi di panico immotivato, sono una Patologia Seria che deve essere compresa e non sottovalutata. Le consiglio, precisandole che la Fobia che lei descrive, è una vera e propria patologia psichiatrica dato che è indominabile ed irragionevole e che può essere espressione di patologie psicogene che non devono essere prese sottogamba come sembrerebbe avesse fatto fino ad ora, perché potrebbe essere la punta di un iceberg che ha base nell'inconscio e le cause in eventi traumatici, in genere dell'infanzia e che il suo io più profondo ha rimosso ed esteriorizzato in comportamenti diversi da quelli che avrebbe in situazioni di salute e benessere dell'inconscio! Ha bisogno quindi di una terapia Cognitivo Comportamentale Psicoanalitica ad opera di uno Psicoanalista se no per tutta la vita si porterebbe dietro queste patologie che le rendono difficile affrontare la realtà di tutti i giorni. Quindi la soluzione non è certo la Sedazione Cosciente per combattere e curare il Panico e i disturbi caratteriali presenti, perché sarebbe come prendere un antidolorifico per non sentire il dolore senza interessarsi delle cause e senza curarle! Spero che il concetto sia chiaro! Quindi, a prescindere dalla utilità della sedazione Cosciente che le consente giustamente di sottoporre se stessa ad una terapia che, ora, data una relativa certa urgenza, deve fare, la via corretta dal punto di vista medico per il bene della sua Salute è quella indicata! Per fare l'Odontoiatra occorre "polso" (polso che dipende dall'autorevolezza ed autorevolezza che dipende dalla Cultura, Preparazione, Professionalità). "Polso" e "Dolcezza"!Personalmente useremmo, mia figlia che esercita anche la Pedodonzia ed io, solo un approccio giusto, calmo, affabile con lei e riusciremmo a curarle il dente in modo tradizionale. In 36 anni di Onorata Professione non ho mai avuto bisogno di sedare un paziente anche il più "difficile", Fobico e con attacchi di panico o anche molto piccolo! Basta saperlo "prendere, per così dire"! Poi affrontata la sua eventuale "Patologia Psicogena", niente e nulla le vieta di avere la Sedazione Cosciente con Protossido d'Azoto se lo desiderasse, che può indubbiamente esserle di aiuto collaterale o magari anche solo con una blanda sedazione con benzodiazepine ma solo dopo accurata visita Clinica ed Anamnestica Locale e Generale Sistemica! Restando fermo quanto detto! A Torino le consiglio di Rivolgersi al Dottor Carpinteri anche Egli Consulente Scientifico di Dentisti Italia Come lo sono Io e d Altri Colleghi! E' un professionista Preparato e Colto e saprà consigliarla per il meglio. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Omella, purtroppo non ci si può permettere vacanze in Hotel a 5 stelle,computer e telefonino, quando si è totalmente a carico dei contribuenti che versano le tasse. La sua grave situazione generata principalmente da lei, ora potrà essere tamponata con gravi mutilazioni dentali e con l'applicazione di protesi mobili; si rivolga al suo medico di base che le farà la richiesta per accedere alle strutture di competenza, con spesa a carico sempre dei contribuenti. Detto questo, la sua ansia la portarà a soffrire di più, con rischi di setticemia o tumori del cavo orale.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Solitamente, nelle struttutre ospedaliere adeguatamente attrezzate con Clinica Odontoiatrica e Maxillo - Facciale (quindi senza dubbio a Torino), è possibile accedere a cure odontoiatriche d'urgenza e non gratuite con sedazione cosciente (l'anestesia totale è riservata solo a casi ed interventi molto invasivi). Come le ha suggerito il collega Ruffoni, tramite impegnativa del curante, potrà prendere appuntamento presso le suddette e vedrà che, con molta pazienza, piano a piano risolverà almeno in parte i suoi problemi.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Ornella, deve esserci un motivo per tutta questa apprensione nell'andare dal dentista. Cosa è successo? Comunque la via dell'anestesia generale non è percorribile, anche se in rarissimi casi può dare esiti molto disastrosi. La maggior parte dei dentisti è in grado di aiutarla nel superare queste paure. Esistono poi delle tecniche come la sedazione cosciente o farmacologica che possono aiutarla. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Bisogna risalire all'origine di questa ansia e affrontarla. Suggerisco di fare vari colloqui con altrettanti professionisti e trovare quello più congeniale, ca capisca la sua situazione e la risolva. Vanno uniti tutti gli aspetti e trovata la soluzione migliore. La sedazione che usiamo di solito per interventi particolari, non è il suo caso, è meno ancora l'anestesia generale. Però io sarei ottimista, già riconoscere ed parlare di un suo problema è l'inizio della soluzione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Abdallah Kabakebbji
Milano (MI)

Non si preoccupi, lei sarà felice solo se sdentata. Questa felicità tanto speciale costa poco. A Cuneo ci dovrebbero essere strutture ospedaliere adatte alla bisogna. Nell'attesa non stia in ansia, perché con l'estrazione dei denti lei non corre un pericolo mortale. Sarebbe peggio un rene o un polmone. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Il fatto della fobia del dentista non è affatto una situazione rara. Ed è ben comprensibile per una signora della sua età, visto che da bambina può aver dovuto affrontare i dentisti di allora che non andavano molto per ... il sottile!! Ma ora c'è da sistemarsi finalmente. Il mio consiglio è di trovare un dentista che lavori con la sedazione inalatoria. La mascherina con il protossido e ossigeno che manda via ogni paura e ansia e toglie tutti i dolori. Si tratta di una cosa del tutto innocua ed è ripetibile ogni volta che dovrà pian piano andare dal dottore e sistemarsi per bene gradualmente con interventi delicati e differiti. Senza quindi sofferenze. Purtroppo non credo che il ssn offra queste cure. Forse a Milano. Comunque se non trova il dentista privato di cui le consiglio , mi scriva sulla mail personale che forse glielo trovo io vicino casa sua nel gruppo degli amici che usano la mascherina
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia