Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 9

Si può effettuare l'implantologia se si è affetti da lupus?

Scritto da lina / Pubblicato il
Sono affetta da lupus. Ho problemi di denti, ho estratto tre denti del giudizio, 2 premolari, inoltre attualmente ho problemi con il 6 - 7 superiore sinistro devitalizzati, idem il lato destro. Vorrei sapere se nonostante la mia patologia di base possa accedere all'implantologia in futuro.
Sig.ra Lina, esistono diverse forme principali di lupus, (eritematoso sistemico (les), discoide (led), eritematoso cutaneo subacuto (lecs). La patogenesi è legata alla produzione di autoanticorpi, che generano effetti deleteri su vari tessuti. Non conosco approfonditamente quali organi e tessuti hanno colpito la sua malattia, il suo stato di salute generale, non ho una visita clinica cavo orale e accertamenti radiologici ecc. Mancando questi elementi diagnostici, è difficile stabilire se è indicata una riabilitazione implantoprotesica. In qualunque caso, le consiglio di sottoporsi ai test allergologici della serie odontoiatrica, prima della riabilitazione protesica.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Signora andrebbe valutata la sua situazione immunologica e lo stato del suo Lupus. saluti

Scritto da Dott. Mario Giugno
Lecce (LE)

Come le ha anticipato il mio collega, non sapendo da quale tipo di Lupus è affetta, è impossibile fare delle previsioni sulla possibilità di riabilitazione implantoprotesica, in ogni caso il Lupus in genere colpisce la cute e le mucose e gli organi viscerali, oltre a dare importanti sanguinamenti in caso di interventi cruenti sul cavo orale, quali estrazioni ed impianti, dovuti a una diminuzione delle piastrine. Consiglio quindi di eseguire accertamenti approfonditi sia dal punto di vista allergologico che ematologico ed ovviamente radiologico e in ogni caso di eseguire tali interventi in una struttura adeguata che possa valutare correttamente tutti i parametri del caso ed eseguire i trattamenti ritenuti più opportuni in tutta sicurezza. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Formenti
Senago (MI)

Sig.ra Lina, come le hanno anticipato gli altri colleghi di Lupus ce ne sono diversi tipi, ma se il suo è un LES difficilmente è indicata l'implantologia soprattutto per i farmaci (cortisonici) che hanno un effetto sul tessuto osseo.

Scritto da Dott. Paolo Terrachini
Reggio Emilia (RE)

Gentile Signora, in primis dovrebbe capire bene che tipo di lupus ha, nel senso se ha o meno conivilgimento dei tessuti orali; in ogni caso, con opportune attenzioni e valutazioni pre-operatorie si può affrontare una riabilitazione implantare. Saluti

Scritto da Dott. Saverio Capodiferro
Gioia del Colle (BA)

Signora, se il suo lupus, con le terapie in atto è stabile, si potrebbe anche considerare l'implantologia come soluzione; mi permetto di consigliarle di intervenire in tempo sul 26 e 27 ( corone protesiche?) per non peggiorare il quadro. Saluti.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, dopo un'attenta valutazione, se la sua patologia è stabile potrebbe accedere ad una terapia implantoprotesica. Anche nei pazienti che assumono terapia immunodepressiva, trapiantati renali, ho effettuato interventi implantologici con risultati positivi e stabili. Resto in attesa pe ulteriori chiarimenti

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Avellino (AV)

Gentile paziente, in casi come il suo mi chiedo sempre il perchè la sua condizione orale sia non proprio bella. Afferma di aver subito l'estrazione di alcuni denti e la devitalizzazione di altri. Probabilmente ha trascurato la sua bocca per qualche motivo. Se questi motivi sono terminati (ovvero se ha deciso di prendersi maggiore cura della sua bocca), non vedo controindicazioni all'implantologia con la sua patologia. Naturalmente dovrà fare test di laboratorio ma in linea generale non ci dovrebbero essere problemi insuperabili. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Gent.le Lina, di solito il LES per sua natura e per i farmaci ad esso legato è una controindicazione all'uso degli impianti. Ciò non toglie che un'analisi approfondita della sua personale situazione clinica, dei farmaci da lei assunti, e della impossibilità di effettuare terapie alternative come ponti fissi tradizionali ad appoggio dentale possa escludere la decisione di effettuare una terpia implanto-protesica condividendone i maggiori rischi di fallimento con il suo dentista di fiducia. Cordialità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessandro Palumbo
Pescara (PE)

Sullo stesso argomento