Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 13

Perchè l'operazione deve essere eseguita di nuovo?

Scritto da tatiana / Pubblicato il
Salve...sono una ragazza di 21 anni...lunedì mi sono sottoposta ad un intervento di devitalizzazione ad un dente, che, a detta del dentista era in necrosi...questo perchè ho spiegato al dentista il fatto che non avessi più sensibilità termica (che prima invece era forte) e provassi dolore nel premere sul dente...è stato fatto tutto in anestesia locale e non ho provato dolore nè fastidio...ha aperto il dente e con una specie di vite strofinava dentro il canaletto (nel premolare ce ne era solo uno)...poi ha chiuso con una medicazione e ha detto che nella prossima seduta dovrà ripetere l'operazione senza anestesia...mi fido del mio dentista, ma volevo anche una vostra opinione...come faccio ad essere sicura che il mio dente è completamente morto e che la prossima volta senza anestesia non sentirò nè dolore nè fastidio? perchè l'operazione deve essere eseguita di nuovo? forse per assicurarsi che il nervo sia veramente morto? se il dente è in necrosi posso comunque sentire fastidio nello strofinare i canaletti? o tutto dipende solamente dalla vitalità del nervo? sono domande che mi vengono non solo per una mia paura, ma anche per una mia curiosità generale in materia...un ringraziamento...saluti
Cara Tatiana, il tuo dentista sta operando nel modo corretto e, perdonami, ma trovo poco corretta la tua richiesta di conferma del suo operato e, se proprio ti interessa tanto, puoi soddisfarla recandoti da un altro Collega esperto in endodonzia e pagando la consulenza. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Le variabili che incidono sulla condotta di un medico sono molteplici, e non tutte sono immaginabili o ipotizzabili senza una visita. In linea di principio non vedo nulla di sbagliato nell'operato del collega, posto che tutti noi si possa avere i titoli per giudicare un collega. Direi di continuare a porre fiducia nel suo dentista. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Tatiana, sono costretto mio malgrado a ripetermi, ma trovo il concetto di quanto dico troppo importante per "passarci sopra". Il sottoscritto, personalmente, dedica circa un'ora alla informazione e spiegazione di tutto quello che deve fare il paziente e sui perchè e percome accertandosi che abbia compreso tutto! Ma, purtroppo, tutto questo sembra un optional e non un dovere professionale imprescindibile! Tra parentesi questo è un motivo per cui si deve diffidare assolutamente di chi non fa pagare la visita Odontoiatrica, sia che sia Dentista Privato, di Clinica low cost o altra Clinica, visita, che se fatta seriamente e con competenza porta via veramente tanto tempo e richiede tanto impegno! La onde ragion per cui, la invito a chiedere le spiegazioni al suo Dentista se fosse vero che non gliele avesse fornite! Se invece gliele avesse date, allora il suo comportamento sarebbe inammissibile e per di più contraddittoriamente "doloso" dato che prima dice di fidarsi del suo Dentista e poi lo "massacra pubblicamente" chiedendo conferme al suo operato! Le chiedo scusa per la mia veemenza, ma lasci che le dica con forza che così non ci si comporta!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Essendo in necrosi non si è fidato evidentemente di chiuderlo in una prima seduta per ottenere una disinfezione più accurata, poi al minimo fastidio, non dolore, il collega può eseguire immediatamente l'anestesia senza che le senta nulla. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Tatiana, in odontoiatria non tutti casi sono uguali e ogni odontoiatra sceglie il suo modo di curare che può essere differente tra i vari professionisti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Gentile Sig.ra Tatiana, il suo dentista ha preferito eseguire una medicazione intermedia per essere più sicuro di eliminare i batteri. I denti necrotici possono essere curati in una o due volte, questa è una scelta personale e sono tutte e due corrette. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Stia tranquilla e segua i consigli del suo dentista. Non tutte le terapie si concludono al primo appuntamento. Le medicazioni intermedie possono anche servire da monitoraggio e da scelta delle soluzioni da adottare nelle successive sedute. Cordialmente, Gianluigi Renda.

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Tatiana, se ti fidi del tuo dentista non dovresti girare tra portali odontoiatrici a chiedere spiegazioni. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cosimo Coscia
Collegno (TO)

Gentile Tatiana, innanzi tutto mostra di non fidarsi del suo dentista....il che proprio non è un comportamento gradevole. Le vorrei far notare alcune incongruità del suo ragionamento: - dente in necrosi significa, volgarmente, dente morto Morto non vuol dire ''poco morto o tanto morto'' Se è solo per soddisfare la sua curiosità, dovrebbe cominciare a cercare informazioni sull' anatomia dei denti, cos' è ''un nervo'',una volta assodato questo leggersi qualcosa sul trattamento endodontico e, dulcis in fundo parlarne col suo dentista. Il trattamento endodontico è pratica seria, a volte complessa, che il suo dentista può spiegarle durante la prossima seduta..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

Cara Tatiana, dalle risposte che Le sono state date da chi mi ha preceduto, può facilmente comprendere come la nostra categoria sia pronta a "sparlare del collega di turno" e/o "aggredire" il malcapitato paziente che si avventura in questo portale per avere delle rasserenazioni alle sue paure o dei chiarimenti ad alcuni dubbi indipendentemente dal fidarsi o meno del proprio dentista. Non trovo nulla di male a chiedere spiegazioni, fosse solo per curiosità (come Lei dichiara nella Sua e-mail), trovo strano invece la prosopopea di alcuni colleghi che anzichè rispondere fanno il sermone. Detto ciò, in merito alla Sua richiesta, non deve avere nessun timore nell'affrontare la seconda seduta presso il Suo dentista perchè se il dente è necrotico, vuol dire che il fascio vascolo-nervoso all'interno del canale ha perso la propria funzione vitale e pertanto non trasmette più alcun stimolo doloroso. Daltronde il canale è stato svuotato del suo contenuto già durante la prima seduta, quindi questo secondo incontro serve semplicemente ad effettuare una revisione del canale per poi procedere,salvo controindicazioni del momento, alla chiusura dello stesso con dei materiali sigillanti termoplastici. Stia serena dunque e vada a terminare il lavoro iniziato dal collega. Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Arturo Marasco
Napoli (NA)