Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 8

Perchè devitalizzarlo di nuovo?

Scritto da Maria Anna / Pubblicato il
Salve, sono una ragazza di 26 anni, ho un problema, a luglio ho devitalizzato il 25 dente ( premolare in alto a sx), poi non ho avuto il tempo di mettere una capsula per proteggerlo, ed adesso mi trovo che ho cambiato città, non ho il mio dentista di fiducia, ed in contemporanea si è staccata la ricostruzione del dente, sono andata da un dentista qui ad Aosta il quale mi ha detto che il dente per ricostruirlo deve applicare un perno ( non ricordo di che materiale era, ma comunque mi sembrava plastica perchè era flessibile) e poi mettere la capsula, però prima dovrà di nuovo devitalizzare il dente!!e mi ha anche detto che per completare il tutto ci vogliono circa 3 mesi!! io ho dei dubbi su questo: perchè devitalizzarlo di nuovo?? se è già stato devitalizzato??  è obbligatorio fare questa operazione con il perno?? lui dice che la parete del dente è sottile, ma il mio dentista era riuscito a ricostruirlo??!! vi ringrazio anticipatamente per le risposte grazie mille a tutti i professionisti
Gentile Maria Anna, suppongo che il nuovo odontoiatra avrà deciso di ritrattare il dente dopo un'opportuna Rx endorale che non lo avrà convinto sull'efficacia della terapia precedente fatta a luglio e, pertanto, su questo punto non è mi possibile potermi esprimere anche se nutro qualche perplessità a proposito. Per quanta riguarda l'opportunità d'inserimento nel canale del premolare di un perno, verosimilmente in fibra di vetro, se le pareti del dente sono sottili sarebbe meglio procedere in tal senso anche se alla fine di tutto il trattamento sarebbe ancora meglio proteggere il premolare con una corona protesica. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Maria Anna, spesso un premolare devitalizzato deve essere ricostruito con l'inserimento di un perno in fibra o costruendo un perno moncone. Non posso giudicare il ritrattamento non avendo elementi per giudicare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Salve Maria Anna, se l'otturazione ha ceduto c'era qualche problema. Il ritrattamento di un dente già curato è una pratica che molti colleghi, me incluso, giustamente praticano. Per due buoni motivi: I°- scongiurare una infezione; se si rompe una otturazione c'è infiltrazione di batteri nell'endodonto. II°- tutelare il paziente; garantire la correttezza di terapia. Un esempio: se si costruisce una casa su vecchie fondamenta e la casa dovesse cedere, la colpa verrebbe imputata al costruttore della casa. ecco perchè, per tutelarsi e "tutelare il paziente" è bene ritrattare il dente. spero di essere stato utile. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Cara Signora Maria Anna, evidentemente il nuovo Dentista, dovendo fare un perno-moncone ed una riabilitazione protesica in porcellana con struttura in oro o in zirconio o in altro materiale (ma io personalmente mi fermo a questi due che sono gli unici di qualità) reputa che sia meglio rifare la terapia canalare proprio perchè se un domani succedesse qualche cosa ne risponderebbe lui stesso e non sorgerebbero problemi col collega precedente. E' una ipotesi. Cosa vuole che le risponda. Mi sembra così ovvio che lei debba chiedere questo al suo Dentista attuale che rimango "sbalordito" ! Sono felice della immensa fiducia e stima che ha facendo a noi la domanda ma deve capire che ci sono domande e domande! Auguroni e stia serena. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Prima di risponderle nel merito, mi permetta una considerazione: capisco e apprezzo il rapporto fiduciario che aveva col suo precedente dentista; i dubbi dal suo punto di vista possono anche essere legittimi, ma per correttezza le domande andavano rivolte al collega che l'ha visitata e ha fatto la sua diagnosi. Per quello che si può interpretare il collega di Aosta le ha proposto una terapia ineccepibile, e cioè: ritrattamento endodontico di un dente coronalmente esposto ai batteri, ricostruzione con perno in fibra di vetro (o carbonio), corona. Ad oggi questo rappresenta lo stato dell'arte per il recupero di un dente come il suo, e aggiungo che i premolari sono particolarmente indicati per questo tipo di piano terapeutico. Ne parli col suo nuovo dentista e definisca tutti i particolari con serenità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Andrea Balocco
Paruzzaro (NO)

Sig. Anna Maria, ora le responsabilità del suo dente sono in mano al nuovo odontoiatra che va ascoltato senza mettere in dubbio il suo operato.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Se la terapia canalare e'corretta non ha senso rifarla.Probabilmente il suo dentista ha ravvisato criticità nella cura fatta

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

E' incredibile come in odontoiatria ci siano tante idee diverse, ed anche io mi metto fra i.. think different! ma sono d'accordo in toto con la risposta del dr. Renda. Per sicurezza c'è tutto da rifare, onde essere certi che poi con le ricostruzioni complesse cui andrà incontro questo dente, non ricominci a fare i capricci..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia