Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 3

Epilogo alla domanda: Come si pu├▓ essere certi del buon risultato di un trattamento endodontico?

Scritto da mariateresa / Pubblicato il

Salve a tutti. Rispondendo alla domanda del dott. Ghio, - . Ci sono reali probabilità che il dente “peschi” nel seno mascellare infetto (supposto anche dal mio dentista), in quanto i miei seni mascellari risultano essere molto ampi. Purtroppo non ho modo di farvi pervenire documentazione! Aggiungo che, dopo un primo tentativo di cura, è stato estratto l’ottavo superiore omolaterale perché “gelava”, pur essendoci una carie minima, ed il dentista mi ha riferito che le radici del dente erano annerite. Questo renderebbe più probabile un’infezione a partenza dal seno mascellare? CONSIDERAZIONI: 1)Se ammettiamo si trattasse di tessuto di granulazione, c’è senza dubbio uno sfondamento del pavimento della camera pulpare,come gentilmente spiegatomi dal dott. Ricciardi, quindi il “destino”del mio dente sarebbe l’avulsione? 2)Se c’è stata frattura radicolare il “destino”è l’avulsione comunque. 3)Se, invece, ammettiamo si trattasse di tessuto di proliferazione del legamento parodontale infiammato(forse non centra ma, c’è una punta di dolore alla percussione della parete del dente), come gentilmente suggeritomi dal dott.Ischia, il “destino”del mio dente sarebbe ben diverso- ritrattamento canalare, giusto? Ho visionato il link e, francamente, i dubbi su un trattamento non proprio corretto permangono:a)NON usata diga; b)ogni volta che il dente veniva riaperto e ripulito io continuavo a sentire dolore all’apice di un canale, sicchè veniva effettuata anestesia per procedere. 4)una ferita gengivale(che c’è dall’inizio del trattamento)potrebbe rendere ragione di un’infiammazione del legamento parodontale e, quindi, giustificare il tutto? So che senza documentazione non è facile capire come stiano realmente le cose ma vi ringrazio per le cortesi spiegazioni che mi avete dato e per quelle che, eventualmente, vorrete darmi. Cordiali saluti.

 

Precedenti: 

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/devitalizzazione/1824_ulteriore-seguito-alla-domanda--come-si-puo-essere.html

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/endodonzia/1813_come-si-puo-essere-certi-del-buon-risultato-di-un.html

Gentile Mariateresa, la questione, a mio modesto avviso, sta diventando la fiera delle ipotesi. Non so cosa le possono dire i miei Illustri Colleghi, che come me rispondono su questo portale, ma senza ulteriori esami oggettivi è un accavallarsi di ipotesi delle ipotesi che a loro volta le darebbero ipotesi sempre più distanti dalla realtà. Personalmente sono sicuro solo di una cosa, una infezione del seno del mascellare non si "infila" nel dente, nemmeno in quello di SILVAN. Cordialità gustavo de felice sapri (SA)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentile paziente, concordo col collega De Felice, qui tutti dicono la loro e lei perde il riferimento. Farò un breve resoconto, tipo istruzioni per l'uso. Innanzitutto si cura la sinusite con la terapia mirata,quindi un buon endodontista, non me ne voglia il collega, provvederà alla diagnosi e cura, vedi frattura radicolare. Se mi posso permettere lo scelga direttamente dal sito sie. Poi se permarrà il problema si dovrà procedere all'apertura del seno mascellare per una toilette chirurgica, sempre che sin da adesso non siano visibili corpi estranei al suo interno. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Orazio Ischia
Lipari (ME)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, francamente non riesco a fare un consulto via web. Comprendo al sua ansia di veder guarito presto e bene il suo dente, ma l'unica cosa che posso dirle è che l'infezione segue la via dente-seno e non viceversa, come credo di averle già detto. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Giovanni Ghio
Livorno (LI)