Domanda di Devitalizzazione

Risposte pubblicate: 6

Devitalizzazione denti del giudizio

Scritto da Rita / Pubblicato il
Buongiorno, il mio dentista è contrario alla devitalizzazione dei denti del giudizio in quanto sostiene che, oltre ad essere uno spreco di soldi, è molto difficile effettuare una corretta devitalizzazione in quanto i denti del giudizio hanno tanti piccoli canali ed è quasi impossibile raggiungerli tutti. Corrisponde al vero tale affermazione? Inoltre, causa infezione, il dentista mi propone di rifare la devitalizzazione di un molare ricoperto da una capsula. il medico sostiene che quando si procede in tal senso è necessario fare una nuova capsula. pensavo che si potesse togliere la capsula, rifare la devitalizzazione e rimettere la vecchia capsula. Qual'è la prassi corrente? mille grazie Rita
Concordo anch'io con il suo dentista, la difficoltà di cure canalari su ottavi e' piena di rischi e spesso non da buoni esiti. Quindi costi alti e risultati non certi. La devitalizzazione sotto una corona preesistente spesso determina il sacrificio della stessa se non si puo rimuoverla. Saluti

Scritto da Dott. Alessandro Sanna
Lucca (LU)

Il suo dentista secondo me ha ragione su tutta la linea...

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Signora Rita...per il Dente del giudizio...a meno che non fosse indispensabile dal punto di vista protesico (io non conosco la sua situazione clinica)...se i canali fisserò veramente " complessi"...lo si può benissimo estrarre...sempre che non crei problemi all'antaginista che si allungherebbe(estruderebbe) per la mancanza del dente che ora c'è!...quindi va valutato sapientemente...per quanto riguarda la terapia canalare del dente con la corona...se la corona fosse congrua e senza problemi, la si può forare per arrivare ai canali e curarli e richiuderla poi con una otturazione...non è il meglio in assoluto ma eviterebbe di rifarla...ma occorrono "mani molto abili es esperte per fare questo...altrimenti se non si volesse rifare la corona sempre perchè fatta bene e congrua, si arriva agli apici per via chirurgica e li si cura per via retrograda, chiudendoli poi con MTA o Amalgama chirurgica priva di zinco...senza rimuovere la corona...anche qui come vede..."bisogna usare la propria professionalità per decidere facendo una esatta diagnosi ed un giusto piano terapeutico che sia il migliore per lei!...Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologo in Cagliari, Riabilitazioni Orali Complete in CAsi Clinici Complessi
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Per l'endodonzia degli ottavi sono grosso modo concorde con il suo curante, la corona si "ricicla" se si riesce a staccare senza danni, soprattutto per il moncone, e se è ancora valida nella chiusura. Una nuova eventuale corona sarà realizzata solo dopo accertato successo del ritrattamento.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Sig.ra Rita, il dente del giudizio ha questa "nomea" di essere un dente strano e impossibile da trattare. Secondo la mia esperienza tutto dipende, come accennato da alcuni colleghi, da alcune situazioni che vanno valutate correttamente. 1) il dente è necessario alla sua occlusione? Cioè ha un antagonista con cui occlude? 2)E' posizionato in modo corretto in arcata, cioè non è nè inclinato in senso anteroposteriore , nè in senso vestibolo linguale? 3) ha problemi parodontali? Se alle prime due domande si può rispondere di SI' e alla terza di NO, allora potrebbe valere la pena di curarlo. A questo punto bisognerà valutare la situazione dell'apparato radicolare : se le radici sono trattabili, cioè non presentano strane curvature, al limite della possibilità terapeutica, con i nuovi strumenti endodontici al nikel titanio, è abbastanza facile devitalizzare anche un dente del giudizio e in breve tempo. Un ulteriore problema potrebbe essere la difficoltà di raggiungere il dente con gli strumenti, se l'apertura della bocca è limitata. Il suo problema al dente con la capsula, invece va risolto assolutamente: se c'è infezione, ed immagino, il collega intenda un granuloma apicale, l'ipotesi più corretta è quella di rimuovere la capsula e ritrattare i canali del dente. Ovviamente il problema che può insorgere è che durante la rimozione della corona, anche con tutte le precauzioni del caso, la ceramica potrebbe scheggiarsi o incrinarsi e di conseguenza andrebbe rifatta. Deve essere ancora valutata la congruità della stessa, se chiude bene, se il sigillo marginale è mantenuto oppure no. A questo punto è ovvio che il sacrificio della capsula sarebbe necessario. Il fatto di trattare i canali , forando la corona e passando attraverso la parte occlusale della stessa per eseguire il ritrattamento, è una opportunità da non scartare, se la corona è integra a livello del sigillo marginale. Ovvio che la terapia si complica un pò, per la difficoltà intrinseca di non avere una visibilità ottimale della cavità pulpare del dente, ed in secondo luogo la corona, verrebbe poi chiusa da un materiale che non sarebbe più uguale a quello originale. Sperando di averle chiarito i suoi dubbi, le invio cordiali saluti G.Lazzari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Sig.ra Rita le scelte del suo odontoiatra sono coerenti, ma non applicabili a tutti i casi. Rimuovere una corona protesica senza tagliarla può comportare un rischio di frattura del dente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)