Il tuo sito non viene trovato?

I siti che non ricevono visite e contatti non sono costruiti su basi solide: c’è sempre almeno un aspetto trascurato. Che sia la grafica, la navigabilità o la mancanza di una strategia di posizionamento sui motori, è in ogni caso il momento di capire quali sono i fattori che determinano il successo del nostro sito web.
by La Direzione di Dentisti Italia 27-01-2010

 

E’ meglio essere primi per la keyword ''dentista'' o secondi per la frase ''dentista a Roma''? Chi cerca informazioni su Internet ha imparato ad affinare i metodi per reperirle nel più breve tempo possibile. E il modo più semplice è lo stesso che utilizziamo nelle comunicazioni di tutti i giorni: essere chiari, diretti e dettagliati.

 

Ecco perchè un numero sempre maggiore di utenti web digita sui motori di ricerca vere e proprie frasi, e non più semplici parole. La teoria del posizionamento ha dovuto adattarsi: non più una gara  per chi compare al primo posto per una keyword unica (nel nostro caso, “dentisti”), ma una strategia per collocare le pagine web che contengano la risposta precisa ai quesiti immessi nei motori di ricerca.

 

Ci sono delle variabili che possono avere un peso determinante per il successo di un’attività di posizionamento. Si tratta di fattori che differenziano un sito da un altro, e riguardano la notorietà, l’affidabilità, l’anzianità e la percezione che un sito fornisce di sè stesso.

Insomma, di cosa stiamo parlando?

Il modello Wiki
Per capire meglio, descriviamo la situazione ideale di un sito la cui percentuale di presenza nei primi posti su Google per un numero indefinito di parole chiave è notoriamente altissima: Wikipedia. E’ un sito visitato da milioni di utenti al giorno, ed è molto citato e linkato. La frequenza di aggiornamento delle pagine è elevatissima, visto che Wikipedia può contare su un numero di revisori potenzialmente infinito. Inoltre, l’elemento principale di Wiki sono i contenuti testuali, che dominano la maggiorparte delle pagine pubblicate. I motori di ricerca tengono infatti conto, oltre che di un’ottima struttura delle pagine web dell’anzianità di un dominio, della frequenza di aggiornamento delle pagine, della presenza di una quantità sufficiente e adeguata di contenuti testuali, di una corretta gestione dei link in uscita e dei link in entrata.

Ricordatevi sempre: per essere primi su Google fate di tutto per far conoscere il vostro sito al di fuori di Google. Con un esempio spero di farvi capire questo importantissimo concetto; se dieci miei vecchi amici mi presentano un loro amico indicandomelo come una persona squisita, è facile che la percezione che avrò di lui sarà al 99% positiva! La stessa cosa avviene con Google, fatevi linkare da siti importanti (e possibilmente che trattino le vostre stesse tematiche) e vedrete scalare le posizioni del vostro sito in un istante. Fate che siti già noti a Google parlino di voi e porterete il motore di ricerca a considerarvi sin da subito una fonte attendibile per le sue ricerche.

 

Articoli correlati: 

 

Comunichiamo con i nostri pazienti con le e-mail!

Hai mai pensato di trovare pazienti su Internet?

Avere un sito Internet porta benefici in termini economici?

TAG: sito dentista