L'abrasione ad aria nella cura della carie

'Air Abrasion' : tecnica innovativa nella cura della carie
by Dott. Luciano Cosma 19-02-2011
Uno degli strumenti che più impauriscono i pazienti in cura dal dentista è la turbina dentale. Ciò nonostante rimane uno dei più utilizzati. A far paura non è solo il dolore, provocato dall'attrito della fresa con le pareti del dente, ma anche il rumore e le vibrazioni. L' Abrasione Dentale si pone come sua alternativa nella rimozione della carie.

La tecnica è stata inventata da Robert Black nel 1940, ma sfortunatamente non ebbe l'effetto che lui cercava, anche perchè il materiale di otturazione dell'epoca, l'amalgama, aveva bisogno di pareti regolari per poter essere usato. Con l'utilizzo dei materiali compositi questo limite viene superato.

L' "Air Abrasion" sfrutta il principio dell'energia cinetica per eliminare la carie senza l'utilizzo del trapano. Un getto di azoto ad alta pressione veicola microparticelle di ossido di alluminio (sabbia) di dimensioni microscopiche (trenta micron) che, a contatto con il dente, consumano il tessuto cariato e che vengono poi aspirate dalla cannula del riunito. La differenza si percepisce meglio dopo la rimozione della carie: air abrasion lascia una cavità irregolare mentre la turbina lascia una cavità regolare con forma variabile a seconda della punta usata. La forma irregolare della cavità migliora l'adesione del composito.

Non essendoci contatto tra manipolo e dente e non sviluppando calore e vibrazione il metodo risulta del tutto indolore ed è anche piuttosto veloce, ciò consente di poter eseguire nella stessa seduta più di una otturazione, oltre che molto silenzioso. Può essere utilizzata anche per rimuovere vecchie otturazioni in composito anche se in questo caso è estremamente lenta mentre rimuove solo le macchie situate nello smalto del dente (cioè facenti parte di esso).

Il sistema è consigliato per i bambini e per gli odontofobici, sconsigliato per portatori di handicap.

Il limite principale di Air Abrasion è la sua incapacità di funzionare sui tessuti molli della carie, per cui il sistema non è consigliato nelle grosse carie; il potente getto di aria e sabbia potrebbe inoltre in questi casi causare dolore. E' necessario, come daltronde per tutte le tecniche di odontoiatria conservatrice, l'isolamento del dente con diga di gomma per evitare che il getto d'aria possa colpire gli altri denti o i tessuti molli (enfisema); va utilizzata la doppia aspirazione per eliminare la sabbia in eccesso.

L'abrasione dentale è controindicata nella rimozione dell'amalgama e non può essere utilizzata sui metalli (ad es. corone in metallo).

Scritto da Dott. Luciano Cosma
Manduria (TA)

TAG: abrasione dentale