Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 8

SEGUITO ALLA DOMANDA: Possibile che non si possa capire se il dente è guasto senza bucare la protesi ?

Scritto da federico / Pubblicato il

Facendo riferimento alla mia richiesta di parere di ieri circa la necessità o meno di forare una protesi ringrazio moltissimo per le numerose risposte. Poichè molti dottori hanno lamentato che dalla ORT non si capiva molto vorrei allegare una lastrina del dente che sembra sia incriminato magari per avere un parere più circostanziato. Riassumo brevemente il problema. Mia moglie , 74 anni ha una protesi fissa con i 4 incisivi , ancorata su 2 denti per parte 21,22 33,34. A seguito di un ascesso ormai risolto in corrispondenza dei denti 33 34 abbiamo consultato due dentisti con pareri discordanti sia sulla causa che sulla soluzione. Tra l'altro neanche la diagnosi era sicura. Uno ha supposto che c'era una infiltrazione sul dente 34 , e propone di tagliare la protesi tra il 33 e il 34 e di devitalizare il 34 , inserire un perno e fare una capsula lasciando come solo sostegno il 33. L'altro non ha rilevato nulla sul dente 34 e propone di eseguire una approfondita pulizia dei denti e se si ripete l'ascesso di trattare comunque il dente 34 ma semplicemente forando la capsula senza tagliare il ponte. Come informazioni agiuntive : in corrispondenza del dente 34 e dell'ascesso si è vista una fistola gialla che è però scomparsa in qualche giorno. Inoltre il dente ad una prova è risultato sensibile cioè vivo. La domanda riguardava sia la diagnosi che la cura. In particolare se dalla lastrina si deduce una alterazione nel dente (personalmente mi sembra di vedere solo un alone ma sulla base )non vorrei che sia un problema parodontale. In secondo luogo se la eventuale cura da sopra bucando la capsula sia efficace in ogni caso. Per questo invio in allegato la lastrina del dente interessato Scusatemi ma per me il vostro parere è molto importante perchè vorrei andare a riparlare con i dentisti ma ponendo eventuali domande più circostanziate Salti e grazie di nuovo Federico

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/protesi/4634_cura-denti.html

Gentile Sig. Federico, le endorali allegate non sono nitide ma da quello che si percepisce sembrerebbe che il danno sia determinato dalla lesione parodontale a livello del 3.3. Si affidi con fiducia al suo dentista o a quello che le ispira più competenza e professionalità. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Federico, purtroppo le radiografie sono scure e non molto definite inoltre purtroppo non rappresentano l'unico elemento per una corretta diagnosi ma è necessario procedere ad una visita completa con sondaggio parodontale, test di vitalità e ovviamente radiografie. Peraltro lei afferma che le prove termiche hanno rilevato vitalità del 34 che pertanto non può essere necrotico e solitamente se non esiste necrosi non può essere responsabile di un ascesso almeno dal punto di vista dentale ma non dal punto di vista parodontale.Come vede è necessaria una piu' precisa e globale valutazione degli elementi coinvolti e del loro supporto parodontale per giungere ad una esatta diagnosi di fondamentale importanza per una corretta terapia. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Federico, personalmente farei un' accurato sondaggio per escludere una malattia parodontale. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Riabilitazione Orale Completa in un Caso Complesso in cui Rientra tutta l'Odontoiatria oltre la Chirurgia Parodontale e la Protesi. Da casistica del Dr. Gustavo Petti di Cagliari
Caro Signor Federico, confermo quanto a lungo detto nella mia precedente risposta in cui le parlavo anche di tasche parodontali e Parodontite e la invitavo a leggere mie casi clinici di protesi e di parodontologia e di Riabilitazione orale completa in casi clinici complessi. Lo faccia!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Comincerei con la profonda pulizia mediante curettaggio della tasca radicolare del canino, che è la cosa meno indaginosa da fare, e della quale, comunque ha bisogno. Se il problema non si ripresenta più, bene, altrimenti necessita anche di trattamento sul premolare, con tutte le problematiche che già conosce. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Federico, un dente vitale non provoca fistole, per una corretta diagnosi probabilmente occorre una fistolografia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Mi rendo conto delle sue problematiche e delle sue domande.. Non entro in merito alla diagnosi, le dico solo questo, che a 74 anni (come ad ogni età, ma a maggior ragione) non bisogna lasciare nessuna infezione in bocca. Lei ha letto che nella lesione endoteliale su cui si forma la placca ateromatosa che può portare ad ictus ed infarto, ci sono gli stessi germi, tipizzati col DNA che stanno nelle infezioni orali parodontali e granulomi?? Non è stato provato che sia questa la causa, ma meglio avere, urgentemente, una bocca sana senza infezioni di sorta..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Si fidi di un dentista e si faccia fare una diagnosi corretta che a distanza non può essere troppo precisa

Scritto da Dott. Alessio Battistini
La Spezia (SP)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.