Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 7

SEGUITO ALLA DOMANDA: Abbiamo notato che dietro gli incisivi inferiori sono spuntati due denti della lunghezza dei denti da latte.

Scritto da nicola / Pubblicato il

Grazie per le pronte risposte. Visto che le vostre risposte sono quasi tutte per l'estrazione dei denti da latte, volevo proprio chiedere il come avviene la procedura: ci vorrà l'anestesia e di che tipo? Sarà doloroso il durante e il dopo? Sono preoccupato per il trauma che può subire, trattandosi di un bambino di 6 anni, sicuramente dovremmo usare la forza nell' atto. Grazie

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/pedodonzia/8748_abbiamo-notato-che-dietro-gli-incisivi-inferiori-s.html

Se le radici non sono riassorbite come probabilmente è in questo caso è necessaria l'anestesia ed in funzione della collaborazione l'uso di farmaci che possono ridurre lo stress e l'ansia se il piccolo paziente non è collaborante. Il post non sarà sicuramente invalidante per due semplici estrazioni. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Nicola, se continua con questa ansia rischia solo di peggiorare la situazione, le ricordo che lei ha già sbagliato nel non portare suo figlio alla visita semestrale e ora fa ancora queste domande non favorevoli alla salute di suo figlio!

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Si affidi a chi ha esperienza nel trattare e gestire i piccoli pazienti...di sicuro non si userà la forza...e non ingeneri ansia e paura in suo figlio.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Scusi Signor Nicola ma perchè non lo chiede al suo Dentista? Ogni Dentista ha una pratica tutta sua nel fare una anestesia per i denti decidui da estrarre che tra l'altro dipende in particolare dallo stato delle radici, dal fatto che ci siano o no, dal fatto che se ci fossero se siano incarcerate tra i denti permanenti o no e così via. Si va quindi da una semplicissima anestesia Crio ossia col "freddo" che "Ghiaccia ischemizzando anche, la zona" e si estrae con rapidità o a una semplice anestesia per contatto ossia si spruzza l'anestetico o ad una anestesia per infiltrazione intorno ai denti da estrarre o una anestesia più profonda subperiostea se si prevedesse di fare un piccolo interventino chirurgico cosa rarissima! Come vede non è possibile rispondere per chi, come me, non conosce la situazione Clinica del suo bimbo di 6 anni! Stia tranquillo sono "banalità" di tutti i giorni. Si affidi al suo Dentista con più Fiducia e Stima e Rispetto, che diamine! Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La forza no! I dentisti non sono come i talebani. Ci vuole l'amore. Ricordo i miei incisivi da latte che non poggiavo i piedi sulla poltrona. Il ricordo è bellissimo. Buona fortuna!

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Se i dentini stanno molto duri forse ci vorrà la anestesia locale. Ma c'è un sistema usato da alcuni dentisti pediatrici che è quello della sedazione cosciente con protossido. Questa tecnica del tutto innocua eviterà ogni stress e dolore al bambino, prevenendo che possa spaventarsi e rifiutare il dentista in futuro. Le sue ansie sono giustificate perché è proprio in occasioni come questa che se il dentista non è accorto, può creare soggetti fobici a vita. Legga nel sito o nei miei in cosa consiste questa tecnica.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Nicola l'estrazione di questi due dentini è un atto estremamente banale per un dentista. Se è necessaria ed il tipo di anestesia da fare dipende dalla lunghezza residua delle radici. Il dentista deciderà dopo la visita ed un accurata anamnesi come procedere. L'importante è rivolgersi ad un medico che si occupi di bambini, che sappia conquistarlo e curarlo senza creargli nessun trauma. Non dovrà mai essere usata la forza ma rendere il bambino fiducioso e collaborante. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Francesca Ferrazzano
Napoli (NA)

Sullo stesso argomento