Domanda di Patologia orale

Risposte pubblicate: 5

Protuberanza sul palato

Scritto da martina / Pubblicato il

Gentili Dottori, sono un po' allarmata a causa di una protuberanza presente da circa una settimana nel palato. Giovedì scorso ho iniziato ad avvertire dolore nella parte anteriore del palato dietro gli incisivi mediali. Ho notato due rigonfiamenti: uno molle di modeste dimensioni (un leggero rigonfiamento) sulla parte di palato immediatamente successiva agli incisivi e uno duro e più esteso contiguo al precedente. Poichè dopo un giorno il dolore e il gonfiore aumentavano mi sono recata in un ambulatorio (medico di base) che fondamentalmente non ha saputo dirmi niente tranne di cercare il consiglio di uno specialista se il problema non si fosse risolto nel giro di un paio di giorni. Fortunatamente, pensavo, il gonfiore e il dolore sono diminuiti il giorno successivo e poi scomparsi del tutto. Oggi, quindi dopo due giorni di apparente benessere, è riapparso improvvisamente il "bozzetto" sul palato. Per descrivelo meglio direi che non è doloroso in sè, ma provoca una sensazione simile alla nascita di un dente (ad es del giudizio) se toccato o premuto. (da notare che la prima volta era diventato doloroso anche se non stimolato). Sono stata recentemente dal mio dentista di fiducia (prima metà di ottobre) il quale mi ha devitalizzato un premolare sup dx. con cui non mastico perchè non ancora incapsulato. Prima del suddetto intervento ho effettuato un'ortopanoramica che ovviamente ha esaminato il mio dentista. (primi di ottobre). Non mi sembra di aver mangiato e/o bevuto liquidi e cibi troppo caldi nè di essermi ferita in alcun modo. L'unica cosa degna di nota forse è il fatto che il giorno prima della comparsa dei sintomi ho urtato l'arcata superiore contro uno spigolo provocando un piccolo taglio sulla gengiva inferiore. Quali sono gli esami a cui mi consigliereste di sottopormi? In realtà ho una settimana di tempo in cui sarò in italia per fare i primi accertamenti, da quale mi suggerite di partire in modo da avere risultati esaurienti e così da poter escludere le ipotesi peggiori? Grazie mille per l'attenzione, cordiali saluti martina

 

Ulteriori precisazioni al precedente messaggio: 1) il dolore che ho avvertito la prima volta riguardava anche gli stessi incisivi mediani e loro soli, però non si muovevano. Anche ora inizio ad avere dolori a questi 2 denti. 2) Un elemento di regolarità che mi è venuto in mente ora è che la comparsa del problema ha fatto seguito in entrambi i casi ad un pasto molto pesante e grasso. Inoltre ho problemi di fegato (brufoli sul viso) e di stomaco (reflusso gastrico)... a mio avviso tali disturbi sono del tutto ininfluenti per la protuberanza incolore e dura sul palato... ma io non sono esperta! Grazie ancora saluti m.

 

 

Sig. Martina, vista l’imminente partenza, deve rivolgersi subito al suo odontoiatra. Lui, sicuramente, sarà in grado di diagnosticare la tumefazione palatale e consigliarle le migliori cure del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Non riesce a fare una foto di queste protuberanze e metterla online? O almeno la radiografia. Comunque le consiglio una visita dal suo specialista.

Scritto da Dott. Michele Giudice
Salerno (SA)

Gent.ma Sig.ra Martina, non ho capito una cosa: lei è a Londra e tra una settimana sarà o tornerà in Italia, oppure sarà in Italia solo per una settimana? In ogni caso il mio consiglio è di andare dallo specialista odontoiatra che l'ha in cura per farsi controllare. Se avesse la possibilità di farsi una fotografia o allegare una rx potremmo darle qualche consiglio più accurato. Così l'unica spiegazione è che la tumefazione ( ma di quali dimensioni ? ) dietro agli incisivi, fa pensare ad un ascesso parodontale da tasca parodontale palatale a carico degli incisivi...però è solo un'ipotesi. Da quanto tempo non esegue una igiene  professionale o non si fa controllare con uno status radiografico o un sondaggio parodontale? Ci faccia sapere. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Lazzari
Cernusco sul Naviglio (MI)

Sig. Martina, io le consiglio una TC dental scan per verificare di cosa si tratta.

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentile Martina, perchè non ci invia una foto della zone. Faccia anche una rx endorale (dal suo dentista) e ci invia anche quella. Resto a sua disposizione. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento