Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 15

6 anni fa il mio dentista ha devitalizzato il mio dente secondo lui troppo cariato

Scritto da Katarina / Pubblicato il
Buonasera, Sto vivendo un dramma. 6 anni fa il mio dentista ha devitalizzato il mio dente secondo lui troppo cariato, dopo 2 anni la ricostruzione si e' spezzata e dopo vari tentativi di ricostruirlo mi era detto che unica soluzione e' la capsula che doveva essere soluzione per anni...a me è durata solo 8 mesi. Non so che materiale era usato per perno da vedere era il metallo ( capsula e' di ceramica). In gennaio mangiando mi e' caduta la capsula con una vite (metallo grigio) ben visibile. Mi era detto che non e' possibile riattacarla perche' del mio dente e' rimasto troppo poco. Per chiarire, con la capsula e saltato via anche un pezzo del mio dente / non e'che la capsula o corona dovrebbe proteggere il dente spezzato? L'unica soluzione e' tirare fuori quello che e' rimasto del dente e fare il "ponte" usando anche 2 denti sani. Soluzione molto costosa, lunga e.. io del mio dentista non mi fido piu' non voglio che mi tocchi altri due denti sani.... con la capsula ho avuto problemi non me la sentivo bene e dopo 4 mesi avevo gengiva intorno tutta infiammata che il dentista l'ha curata con synflex e antibiotico. A me semplicemente sembra che il lavoro fatto dal mio dentista faccia veramente schifo!! ma qui in Italia per i paziente non esiste nessuna garanzia, nessun diritto? il dente lo ha distrutto lui..sono passati come detto 6 anni ho speso gia' una notevole cifra, e non ho risolto niente..mi tocca spendere altri soldi e aspettare i mesi. Parere di un altro dentista- rifare la capsula con perno e resina ma non dovrebbe durare tanto. Allora che senso ha ? non mi fido piu' di nessuno...sono arrabbiatissima...sto pensando togliere tutto e vivere senza dente, non si vede molto, ma ho solo 30 anni....non lo so.. dal mio dentista non torno mai piu' anche se sarebbe giusto chiedere i danni o soldi che mi ha fatto spendere per niente per favore aiutatemi. Grazie. mi scuso per il mio italiano.
Gentile Katarina, non conoscendo il suo caso, quello che posso semplicemente dirle è che il suo dentista avrà tentato con scienza e coscienza per salvarle il dente. Lei ha effettuato i periodici controlli semestrali e tutto quanto il suo dentista le avrà suggerito per proteggere il suo dente devitalizzato? Cordialmente

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Prima di iniziare qualsiasi lavoro chieda un parere ad un altro collega e poi valuti lei se prendere la strada legale o no la tutela per i pazienti esiste ovviamente nel momento in cui i lavori non siano eseguiti correttamente; importante che intanto non si faccia curare sino a che non ha deciso che strada prendere. poi sappia che al posto di un dente potrà fare un impianto senza coinvolgere i denti vicini in un ponte può anche sentire un parere di un odontoiatra esperto in odontoiatria legale, cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Katrina, capisco il suo sfogo. Purtroppo non possiamo valutare l'operato di un collega senza effettuare una visita e vedere eventuali radiografie. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Non si può sapere se i tentativi di tutti questi anni di con servare il dente siano stati ben fatti o no. Non si può giudicare solo dai risultati perchè alle volte i dentisti rischiano di fare brutta figura nel voler conservare ad ogni costo un dente che invece va tolto. E allora questi tentativi di recupero durano poco e poi falliscono. Ora come ora da quello che si capisce va tolto e stop. Poi va rimesso, non per motivi estetici!! Ma perchè sennò si sposta tutto si mastica male e si creano squilibri che possono portare danni anche in altri distretti del corpo come la schiena. Per rimetterlo, o si fa il ponte, oppure esiste l'implantologia: un dente applicato su una radice artificiale a vite dentro l'osso..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Katarina, tutto purtroppo è nato dal fatto di non aver protesizzato subito con una corona in ceramica che avrebbe protetto il dente devitalizzato che pertanto è incorso in una grave frattura. Probabilmente il suo dentista ha provato a riparare il danno non riuscendo poi nell'impresa visto che si è tolta dopo poco tempo. Le consiglio di valutare bene magari con un consulto da un buon protesista la possibilità di recuperare effettivamente e non temporaneamente il suo dente. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Può essere arrabbiata col mondo intero, ma non risolve il problema, anzi semmai lo complica ulteriormente. Se il dentista non le dà più fiducia lo cambi, ma quello nuovo di sicuro non le farà nessuno sconto a titolo di garanzia, cosa che invece, se ben gestita può avere con quello vecchio. Noi non siamo un tribunale per dare pareri su risarcimenti o cose del genere, ma non ho motivo di pensare che il suo vecchio dentista le abbia fatto appositamente un lavoro scadente per il gusto di farla tornare indietro arrabbiata dopo pochi mesi. Sedetevi ad un tavolo e trovate una soluzione pacifica. Questo è il mio consiglio. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Spesso per motivi economici il paziente non accetta la protesizzazione del dente a rischio frattura, come lo è praticamente sempre un premolare devitalizzato. Le conseguenze possono essere quelle raccontate.Occorre onestà intellettuale del paziente e professionale del Medico Dentista. In un rapporto di fiducia problemi si evitano e nel caso si risolvono.

Scritto da Dott. Ennio Balconi
Rho (MI)

STANDO SOLO AL TESTO SCRITTO. Lei ha ragione, ma ora si comporta come chi ha ricevuto una banconota da cento euro falsa, e per sempre rifiuta questo taglio di denaro. Lei deve cambiare dentista. Deve cercarlo vicino di casa, che vi possiate incrociare anche al supermercato. Deve andarlo a trovare, e prima che lui esamini la sua bocca, lei deve esaminarlo come personalità totale, e riprovi questo esame con due o tre dentisti, e dopo ci dorma sopra. Si ricordi degli occhi di chi sceglierebbe, forse ci siamo. Buona fortuna! Post scriptum: Nella attuale guerra dei prezzi tra i dentisti, trionfa la qualità peggiore di capsule. Si garantisca non sulla qualità del prodotto, ma sulla serietà della persona.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Radici salvate con chirurgia parodontale e pernimoncone. Da casistica Del Dr. Gustavo Petti Parodontologo e Dr.ssa Claudia Petti Protesista di Cagliari
Cara Signora Katarina, inutile ormai "piangere sul latte versato" anche se comprendo benissimo il suo stato d'animo e mi dispiace veramente per quello che sta "passando". Pensiamo ora però al da farsi: bisogna fare un semplicissimo allungamento della corona clinica , ossia portare fuori dalla gengiva e dall'osso quella parte di radice che ora è sotto gengiva e sotto livello della cresta ossea e, guarita la gengiva, procedere ad una cura canalare della stessa e a realizzare un perno-moncone in fibra di vetro o in carbonio o in oro a seconda delle preferenze e della situazione clinica. Ovviamente se la lunghezza della radice rimasta è sufficiente per poter essere salvata così. Legga nel mio profilo "Le protesi dentali fisse Excursus su i vari tipi di protesi fisse. Consigli e suggerimenti per i pazienti" vi troverà i perni monconi e "Chirurgia parodontale esteticaIntroduzione Divulgativa alla Chirurgia Estetica Parodontale" vi troverà l'allungameto della corona clinica. Le lascio una foto di radici recuperate in questo modo nelle più svariate situazioni fratture e patologie. Da casistica protesico parodontale del Dr. Gustavo Petti e della Dr.ssa Claudia Petti di Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara signora, non e' corretto dire che non si fida di nessuno e chiederci consiglio perche' noi siamo parte di quel "nessuno". Detto questo le dico come mi comporterei io se mi fosse successo una cosa del genere (ma anche meno grave come uno sbiancamento). Quando una cosa non mi viene bene (diffidare di quelli che non sbagliano mai) la rifaccio gratuitamente e se non e' possibile rifarla, come in questo caso, sconto il prezzo pagato da quello che deve spendere. Se la corona e' durata 8 mesi mi prendo la colpa anche se posso avere dei dubbi; non mi metto a discutere
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

Sullo stesso argomento