Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 12

Il mio dentista mi ha parlato della soluzione di 'impianti corti'.

Scritto da silvia / Pubblicato il

Gent.mi dottori, il mio dentista mi ha parlato della soluzione di "impianti corti"(altezza 6 mm. larghezza superiore mm.4) anche per le zone del mascellare che richiedono il rialzo del seno, cosa ne pensate sulla reale efficacia e applicabilità? Inoltre vorrei sapere se le rigenerazioni ossee (rialzo, grande rialzo) sono fattibili con successo anche in età avanzata (60 anni e oltre) grazie

Gentile signora, è anche questa una soluzione. Ma esistono altre alternative al rialzo del seno quale l'uso di impianti zigomatici. Questa tecnica ha enormi vantaggi: 1) la possibilità di montare una protesi provvisoria fissa dopo poche ore, 2) una predicibilità di successo altissima 98/100% dei casi. Una cosa è certa non è possibile darle un parere utile per chiarirle le possibilità adatte a risolvere il suo problema senza sottoporla ad una attenta visita assistita dalla opportuna documentazione radiografica. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Gli impianti corti sono un'ottima scelta, se vi sono le indicazioni. Se il collega riesce a posizionare un numero sufficiente (uno per dente) di impianti corti.. la letteratura contemporanea ne conferma l' alta predicibilità, assieme ad una ridotta invasività, fattori che ne rendono , a mio avviso, la scelta molto consigliabile. Servono le indicazioni. Se l' osso fosse insufficiente, affronti invece senza riserve il grande rialzo del seno mascellare. E' un'altra tecnica con grande sperimentazione alle spalle, e la sua età di per sè non ne pregiudica affatto il risultato.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alessio Bosco
Sanremo (IM)

A volte gli impianti corti vanno bene, altre volte no. Dipende anche dalla densità dell'osso, oltre che dall'altezza e dalla larghezza. Dovendo optare fra un rialzo del seno mascellare e un impianto corto, è sempre meglio guadagnare dei millimetri (o con un minirialzo per via crestale o un maxirialzo per via antrale) e inserire un impianto più lungo, come quelli che le sono stati applicati ottimamente con successo, soprattutto in considerazione che l'osso nativo in quel settore è di scarsa qualità. Nel suo caso gli impianti zigomatici non erano indicati, per cui non valuti neppure questa possibilità.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sergio Formentelli
Mondovì (CN)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Silvia, gli impianti corti vanno bene sempre che ci sia l'indicazione e cioè densità ossea, spessore della cresta, diametro dell'impianto e rapporto intermascellare cioè denti molto lunghi, se queste caratteristiche non ci sono è meglio trovare un'alternativa.

Scritto da Dott. Marco Dettori
Sassari (SS)

Cara signora Silvia...dipende tutto dalla "qualità" dell'osso e non solo dalla quantità ...di più non si può dire se si vuol dare una risposta coscienziosa e professionale... senza conoscere la sua situazione clinica...lasci scegliere al suo Implantologo e faccia a lui, che conosce lei e la sua situazione reale, queste domande...

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Paziente Silvia, gli impianti cosiddetti corti vanno benissimo, così pure il rialzo del seno del mascellare sia piccolo che grande, va bene tutto ma solo dopo una accurata diagnosi che indichi quale è la soluzione più opportuna in relazione al caso, alle altezze da conseguire, alla qualità dell'osso ecc ecc., in altre parole si possono esprimere solo giudizi generici senza una adeguata visita, posso ancora aggiungere che non è l'età un fattore discriminante ma lo stato di salute; ho in carico diversi Pazienti che seguo da anni con età ben superiori ai 60, che si sono sottoposti con successo a terapie implantari, spesso anche di notevole complessità, grandi rialzi compresi, ed anche terapie ortodontiche in contemporanea. Diverso è il problema di giudizio su un lavoro già eseguito, tenga presente che l'osso neo formato dopo un rialzo NON E' subito affidabile, ha necessità di tempi di maturazione. Altro non so dirle, anche perchè inviandomi l'RX panoramica , che a questo punto immagino non sia Sua, non ha risposto alle mia richiesta di maggiori chiarimenti, apprezzo però che il mio invito a contattarmi su DENTISTI ITALIA sia stato accolto. Cordialità Gustavo de Felice sapri (SA)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Gentile paziente, molto spesso i pazienti che si rivolgono al nostro sito sono a caccia di conferme. Dimenticano troppo spesso che l'unico che può dare certezze diagnostiche e terapeutiche non è il dentista virtuale, ma il professionista che ha un controllo reale e clinico del paziente. Gli impianti suggeriti dal suo professionista trovano indicazione in casi particolari, magari come il suo. Si affidi al professionista che la segue ed esponga a lui i suoi dubbi: sicuramente sarà meglio della lotteria delle risposte. Cordialmente.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giuseppe Scandale
Roseto degli Abruzzi (TE)

Gentile Signora Mantellini, dalla Sua e-mail che mi ha inviato personalmente, con acclusa opt, il collega che gli ha EFFETTUATO il grande rialzo con SUCCESSIVI IMPIANTI non corti, ritengo abbia ottenuto un buon successo.Il dubbio e se poteva evitare il grande rialzo? Su questo gli hanno già risposto esaurientemente i colleghi. Cordialmente. Dott. Angelo Izzi

Scritto da Dott. Angelo Raffaele Izzi
Lainate (MI)

Gentile Signora se non è una "omonimia", credo che gli impianti (e non corti), compreso il rialzo del seno, li abbia già posizionati nella sua bocca...o no!!!!!! abbiamo discusso a lungo del suo caso anche privatamente. Comunque, se ci sono le condizioni cliniche, anatomiche etc..., gli impianti possono essere messi anche a 90/100 anni. Saluti

Scritto da Dott. Giancarlo Dettori
Sassari (SS)

Cara Silvia, a 60 anni si è ancora molto giovani, fossi io punterei più su di un rialzo di seno, pratica che ha un'elevatissima percentuale di successo, più che mettere degli impianti con diametri corti. Consideri una cosa! quando si erige un palazzo, è sicuramente meglio avere delle fondamenta profonde che corte.

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sullo stesso argomento