Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 6

Sto avendo delle problematiche nella devitalizzazione e successiva canalizzazione del 26

Scritto da GIORGIA / Pubblicato il
Buongiorno, premetto che del mio dentista ho piena fiducia. Segue me e la mia famiglia da più di 20 anni e non ho mai avuto nessun tipo di problema. Lo considero un professionista valido e che si aggiorna costantemente. Desidero però avere un parere ulteriore dato che attualmente sto avendo delle problematiche nella devitalizzazione e successiva canalizzazione del 26. A seguito di controllo il mio dentista diagnostica che tale dente va devitalizzato e successivamente canalizzato. Un mese fa effettua la devitalizzazione e, come di sua prassi, mette l'otturazione temporanea per procedere in un secondo tempo alla chiusura definitiva del dente, e facendo anche radiografie specifiche per verificare le posizione delle radici http://www.dentisti-italia.it/dentista/endodonzia/102_endodonzia-devitalizzazione-dente.html praticamente da subito comincio ad avere dei forti dolori difficilmente gestibili anche con antidolorifici. In particolare una fortissima nevralgia, mi è impossibile perfino masticare cose molli. Il dentista riapre il dente, lo tratta nuovamente come sopra e poi mi prescrive terapia antibiotica (Amoxi+AC). I dolori diminuiscono ma non cessano del tutto. Prolunghiamo terapia antibiotica. Dolori quasi cessati ma resta un fastidio costante in particolare ad una radice. Il dentista riapre il dente, ricontrolla tutte le radici e lo richiude (otturazione temporanea) ma il fastidio resta e avendo già fatto in passato una canalizzazione mi rendo conto che c'è qualcosa che non va. In questo momento percepisco che anche il mio dentista non capisce come mai questo fastidio continui. Aggiungo inoltre che le radici dei miei denti sono insolitamente lunghe e spesso doppie (verificato dal dentista con radiografica)e inoltre pare (sempre con radiografia) che fra il 26 ed il 27 ci sia una carie nascosta che dobbiamo trattare. Potreste cortesemente esprimere un parere a tal riguardo? Cordiali saluti e grazie.
Cara Signora Giorgia, buongiorno, data la premessa di manifestazione di piena fiducia da oltre 20 anni nel suo Dentista, che considera un professionista valido e aggiornato, non capisco proprio perchè con un "colpo di spugna" cancelli tutto questo dimostrando una piena e totale sfiducia e disistima e aggiungerei mancanza di rispetto verso il suo Dentista! Vede, dopo 20 anni di frequentazione, il minimo che avrebbe dovuto fare sarebbe dovuto essere una chiacchierata disinvolta e veritiera oltre che leale tra lei ed il suo Dentista in cui eventualmente sviscerare le problematiche che forse non riesce ad affrontare e di comune accordo, sentire clinicamente dal vivo un parere di un altro collega di sua fiducia che collabori poi col suo Dentista. Non c'è niente di male nel fare questo, anzi! Invece rivolgendosi di nascosto al web per avere conferme e pareri che tra l'altro non si possono esprimere per mancanza di visita clinica e strumentale, distrugge e contraddice la premessa! Che dirle, può esserci un canale sovrannumerario non valutato, possono esserci canalicoli laterali ben rappresentati e non iniettabili terapeuticamente o curabili solo con tecniche sofisticate come quella di Schilder o tanto altro, come patologie endoparodontali o francamente parodontali che si può diagnosticare e valutare solo clinicalmente di persona! Ne parli col suo Dentista. Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Parere impossibile, se il suo dentista è accurato come lei lo descrive. Le procedure moderne sono virtualmente esenti da sorprese, e dovesse accadere che il diavolo ci mette la coda, con un lavaggio leggero, ripetuto in uno o i due giorni successivi, si ritorna padroni della situazione. Serenamente, e senza gloria, e senza l'aiuto della amoxicillina, e senza sfarzo di radiografie specifiche che non conosco. Basta una radiografia centrata per avere un ingrandimento da imparare a presente e futura memoria. Domanda molto maligna: è accaduto un incidente di percorso, come può accadere anche nelle migliori famiglie? Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Purtroppo di capisce che la situazioneéinaspettatamente complessa e purtroppo talvolta in medicina può capitare Risentimenti apicali o fratture possono associarsi alle devitalizzazioni come complicanze Forse x sua tranquillitá sentire altro collega che la possa visitare Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Giorgia, anche i migliori endodontisti hanno le loro complicanze e il suo odontoiatra non è immune. Pazienza, tempo e continua fiducia porteranno alla risoluzione del caso.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara Giorgia, se il suo dentista ha agito come nell'articolo da Lei citato, rispettando i tempi come indicato, utilizzando sempre la diga di gomma e utilizzando gli ingrandimenti vuol dire che ha fatto per lei il meglio (non lo dico perché sono l'autore dell'articolo, ma perché la letteratura scientifica indica quelle procedure come le più affidabili). se il dente presenta problematiche particolari e lui le proporrà di affidarla ad un consulente esterno ancora più esperto non ci sarebbe niente di disonorevole, anzi... ciò che mi lascia perplesso è questo: se lei fin da piccola fa controlli regolari, come mai è arrivata a dover devitalizzare un dente? è stato un incidente?
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Giorgia, purtroppo una complicanza è sempre possibile, ma con la dovuta pazienza la si risolve. Se ha fiducia nel suo dentista chieda a lui spiegazioni e si fidi del suo giudizio. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento