Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 8

Come avviene di preciso una terapia canalare?

Scritto da Santina / Pubblicato il
Buongiorno! Ho una curiosità molto forte per tutto ciò che riguarda l'odontoiatria nonostante sia una paziente abbastanza paurosa. Voglio sempre sapere cosa avviene nella mia bocca durante un intervento. Mi piacerebbe sapere come avviene di preciso una terapia canalare. Sapere mi rende più tranquilla. Grazie
Cara Signora Santina, buongiorno, capisco che saperlo la renda tranquilla ma non posso certo fare un "IMMOTIVATO" corso on line di Endodonzia che non per niente si studia a lungo all'Università! Dato che ha 43 anni, certamente avrà il suo Dentista Storico di Fiducia! Bene, chieda a Lui! Noi, o parlando solo per me dato che sto rispondendo io, siamo qui per cercare di alleviare le sofferenze Medico-Odontoiatriche dei pazienti, non certo per "soddisfare" i loro "desideri di curiosità", legettimi, sani, utili, ma fuoril luogo in questa sede! E' bello sentir dire " Ho una curiosità molto forte per tutto ciò che riguarda l'odontoiatria", mi domando allora perchè non si iscriva al Corso di Laurea in Odontoiatria, così vivrà felice e soddisferà tutte le sue ambizioni!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Per devitalizzazione si intende quel procedimento odontoiatrico che mira a denervare, sagomare, pulire, disinfettare e obliterare lo spazio all'interno del dente ove una volta vi era il tessuto nervoso. Si esegue mediante strumenti rotanti manuali o motorizzati, lavaggi e irrigazioni mediante siringhe e ovviamente frese montate su trapano. A me spesso piace (in pazienti che lo desiderano) descrivere ciò che sto facendo mentre lo faccio. Secondo me rende il paziente più collaborativo e partecipe. Chieda al collega di fare lo stesso. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Signora, quello che chiede è leggittimo ma è giusto che glielo dica il suo dentista, infatti l'ordinamento giuridico italiano con la legge del 28 marzo 2001, n. 145 ha ratificato la Convenzione sui diritti dell'uomo e sulla biomedicina, fatta a Oviedo il 4 aprile 1997. La convenzione di Oviedo dedica alla definizione del Consenso il Capitolo II (articoli da 5 a 9) in cui stabilisce come regola generale che:"Un intervento nel campo della salute non può essere effettuato se non dopo che la persona interessata abbia dato consenso libero e informato. Questa persona riceve innanzitutto una informazione adeguata sullo scopo e sulla natura dell’intervento e sulle sue conseguenze e i suoi rischi. La persona interessata può, in qualsiasi momento, liberamente ritirare il proprio consenso." (art. 5)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Gent.ma Sig.ra Santina, concordo al 100% con la risposta datale dal Dott. Petti, credo che il suo dentista possa spiegarle esaurientemente cosa voglia dire devitalizzare un dente. Il rapporto medico-paziente si basa sulla fiducia reciproca, una chiacchierata non ha mai ucciso nessuno e se può servire a cementare un rapporto fiduciario ben venga. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Marco Gabriele Longheu
Milano (MI)

Cara Santina, su questo portale esistono spiegazioni su tutte le "specialità" odontoiatriche, tra cui l'endodonzia. si legga pure gli articoli presenti. Se non le basta troverà altro anche su altri siti.

Scritto da Dott. Attilio Venerucci
Finale Ligure (SV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Santina, copio e incollo la grande risposta del dott.Del Deo.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Con doverosa semplificazione, le dico che il dente ha un midollo, con la stessa consistenza e colore del midollo del suo prossimo bollito. La procedura consiste nell'aprire una breccia (a meno che la stessa carie non si sia presentata lungo il percorso giusto) e poi pulire con strumentini bizzarri e lavare e asciugare fino all'aspetto di osso secco e calcinato, e poi colmare lo spazio vuoto con materiale inerte. Semplicissimo. Purtroppo il diavolo ci mette spesso la coda, e certi canali laterali sono dei vicoli inespugnabili. Noi dentisti facciamo il possibile, e la via verso la santità non è nei nostri obiettivi. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Santina, lo spazio in cui si trova il nervo e i vasi vanno puliti, sagomati e riempiti di materiale appropriato. La cosa più importante che sia fatto con la diga, poi le varie tecniche possono variare tra loro. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento