Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 10

Ho due granulomi da curare

Scritto da ANDREA / Pubblicato il
Salve, ho due granulomi da curare uno sul premolare col perno in alto e uno sul penultimo molare basso, non so se fare un ritrattamento canalare (con l'aggiunta del laser) da un bravo professionista ma ho il terrore delle fratture alle radici: 1) E' vero che il ritrattamento anche senza complicazioni immediate spesso e volentieri ha risultati fallimentari? 2) Anche un buon professionista che opera un ritrattamento canalare con l'ausilio di diga, un microscopio (nel mio caso aiutato anche da un laser) può rischiare di fratturare le radici (sia che dentro ci siano o no dei perni) con gli strumenti da solo o anche per un leggero movimento del capo del paziente? 3) Ammesso che il ritrattamento vada a buon fine è vero che il rischio di fratture alle radici resta anche dopo aver incapsulato i denti ritrattati? Lunedì prossimo 17 febbraio potrei fare l'intervento e sono TERRORIZZATO da questo dubbio e non esiterei a fare una apicectomia in tranquillità se fosse un dubbio fondato da statistiche. Vi allego le lastre endorali. Grazie per l'attenzione.
Sebbene non si possa mai escludere del tutto il rischio di frattura radicolare in fase di ritrattamento, dalle lastre che ha postato mi sembra che il rischio nel suo caso sia ridotto. Il molare inferiore sembra che abbia il perno in una falsa strada, e quindi è necessario rimuoverlo ed effettuare una riparazione con MTA. Si affidi alle cure del suo medico e vedrà che tutto andrà per il meglio. La maniera migliore per effettuare un trattamento è quello di mettersi serenamente nelle mani del professionista di cui si ha fiducia. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Forse lei quello che teme è la perforazione delle radici che può avvenire in occasione di un ritrattamento per un uso troppo aggressivo degli strumenti endodontici. Questo è possibile, ma un professionista come lei ha descritto il suo dentista, è impossibile che faccia una cosa del genere. Se invece si riferisce alla frattura della radice, questa consegue talora l'uso, peraltro spesso inevitabile di perni endocanalari.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Andrea, troppi dubbi e troppe domande segno di una grande confusione che evidentemente il suo dentista non è riuscito a fugare se chiede a noi delucidazioni. Nel suo caso è preferibile un ritrattamento canalare piuttosto che iniziare direttamente con l'apicectomia. Inoltre il rischio di una frattura è evidente se il dente devitalizzato non viene protesizzato con una corona in ceramica che riduce considerevolmente il rischio. Ma queste cose deve averle spiegate per bene il suo dentista oppure se non lo ha fatto si faccia spiegare precisamente come intende intervenire. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Retrograda. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo Endodontista di Cagliari
Caro Signor Andrea, che significa:"non so se fare un ritrattamento canalare". Significa che sta decidendo lei la terapia? La terapia la deve decidere solo il suo Dentista! Cerco di rispondere per quanto mi sia possibile via Web e senza la fondamentale Visita Clinica e Rx endorale, le sue postate, non fanno vedere le zone periapicali interamente, fondamentali per una diagnosi corretta o almeno via Web per un sospetto diagnostico, alle sue domande.1) Non è vero. E' errato dire "spesso e volentieri", diciamo raramente, molto raramente come tutte le terapie canalari e in genere tutte le terapie Odontoiatriche e Mediche!La garanzia di guarigione o di evitare complicanze in percentuale del 100% non esiste in Medicina 2)Una frattura delle radici, in endodonzia, non dipende dal Professionista ma da preesistenti patologie che devono ovviamente essere diagnosticate e trattate e comunicate al paziente, quindi, ciò precisato, non esiste questa possibilità!3) No! Stia tranquillo, la retrograda è una "sciocchezza" se fatta bene! Le lascio un Poster di mia Chirurgia retrograda con sigillatura dell'apice che è l'aspetto più importante di tutta la terapia. Lo sottolineo perchè purtroppo ancora oggi si vedono apicectomie senza terapia retrograda e sigillatura e si confonde un'apicectomia con una retrograda!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Andrea, mi sembra che il molare abbia dei problemi diversi dal granuloma, o che certamente hanno procurato il granuloma, vale a dire una falsa strada, che è stata cercata, e un mancato riempimento canalare. Questo dente è un pò indaginoso ma si può curare, con la tecnica endodontica giusta. Per l'altro invece può procedere con il ritrattamento. Ci dovrebbe essere un perono in fibra, visto che non c'è evidenza di metallo. Non comprendo la paura della frattura delle radici, anche perché Lei è giovane e questi denti si dimostrano con un buon spessore di tessuto. Per quanto riguarda poi la possibilità di reinfezione, bisogna vedere come sono portati a disinfezione, per esempio la cura preventiva, e una buona e abbondante detersione.Se poi c'è anche il laser, la disinfezione è sicura. Perché tanta paura allora? Ricordi che ad estrarre c'è sempre tempo. Se poi non vuole problemi o dubbi, può sempre procedere alle due estrazioni e così si mette al sicuro. Tuttavia, non è un gran guadagno, a meno che Lei non abbia patologie diverse che impongono l'estrazione, che una valvulopatia, o VES alte che indicano infiammazioni in qualche punto dell'organismo o linfonodi evidenti..come vede, stia sereno e faccia i conti con le reali possibilità, lasci perdere le fratture come incubo, si affidi alla buona esperienza di chi chiama a prendersi cura di Lei. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Caro Andrea, ma chi le ha instillato questo terrore riguardo alle possibili fratture radicolari ? Comunque le lastre da lei inviate sono incomplete, soprattutto nei riguardi del molare nel quale non vi e' una falsa strada ma una lesione endoparodontale evidenziata da un cono di guttaperca. Un buon professionista sara' in grado di curarla in modo opportuno, anche senza il laser, la cui reale efficacia nella sterilizzazione dei canali radicolari non gode di alcuna prova scientifica certa. Molto fumo e poco arrosto! Cordiali saluti Michele Lasagna.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Sig. Andrea è stata eseguita una fistolografia al molare inferiore? Meglio non richiedere alcuna prestazione di sua iniziativa, ma affidarsi alle buone mani dell’esperto.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Per quanto riguarda il premolare superiore si può salvare facendo un ritrattamento per via ortograda (con accesso dalla corona), o un'apicectomia con otturazione retrograda. La situazione del molare invece è più complicata in quanto il granuloma è legato ad una perforazione che è stata creata durante la preparazione del canale per l'inserimento del perno. Tengo comunque a precisare che le fratture radicolari non sono assolutamente una complicanza frequente in seguito ai ritrattamenti. Il laser inoltre non è indicato in endodonzia. Il successo della terapia canalare è infatti legato al sondaggio, alla detersione, sagomatura ed otturazione tridimensionale del sistema canalare. Quando non è possibile effettuare tutto ciò per via ortograda si ricorre all'apicectomia.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

Le radiografie sono incomplete. Le fratture sui denti posteriori devitali sono più frequenti se non coperti da corone sui primi molari e sui premolari superiori (circa l'80%), sopratutto se ricostruiti con perno. Il collega Dr. Ruffoni le ha chiesto se è stata eseguita una fistolografia sul molare inferiore giustamente perché li pare ci sia un problema diverso, difficilmente valutabile su quella Rx. Non si capisce se lei ha dei sintomi o solo una diagnosi radiografica. Sono due cose ben diverse. Consideri che la diagnosi di "granuloma" si fa solo su un vetrino istologico. Il laser ha qualche effetto sterilizzante/vetrificante ma la sua efficacia in endodonzia non è provata. Si affidi ad un collega che le ispira fiducia
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ernesto Bruschi
Frosinone (FR)

Lei ha aperto il catalogo delle sventure eventuali. Il rischio di fratture delle radici è meno remoto del rischio di traversare una strada sulle strisce pedonali, con il verde a favore. Da ieri sappiamo anche che portare bambini in carrozzella sul marciapiede non è sicuro, nella città di Aosta. "Sono TERRORIZZATO da questo dubbio e non esiterei a fare una apicectomia in tranquillità se fosse un dubbio fondato". Non esageri con la strategia del terrore, sia frequentando i marciapiedi della città di Roma sia frequentando i dentisti. Semplicemente si affidi a mani esperte. (Il foro e la falsa strada sul molare è opera di mani molto inesperte.) Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento