Domanda di Endodonzia

Risposte pubblicate: 12

Non si può curare solo una radice?

Scritto da ELISABETTA / Pubblicato il
Buongiorno, vi descrivo brevemente il problema del mio dente 46. Circa 15 anni fa fu curata una piccola carie vestibolare. Purtroppo l'otturazione non teneva; tempo dopo fu sostituita, ingrandendo lo spazio dell'otturazione. Dieci anni fa l'otturazione nuovamente comincio' a sgretolarsi e, contemporaneamente, collasso' un tratto della parte superiore del dente. La successiva terapia comporto' una medicazione, senza anestesia, che scopri', ma non intacco' il nervo. Fu fatta un'otturazione provvisoria, per due mesi, allo scopo di far rigenerare la dentina. Dopo fu eseguita un'otturazione definitiva in amalgama. Non fu devitalizzato il nervo. In questi dieci anni questo dente e' stato BENISSIMO. Qualche settimana fa, la parte vestibolare della gengiva adiacente al dente 46 si e' infiammata e gonfiata. Era indolensita alla pressione. Nessun dolore al dente. In seguito, alla pressione della gengiva, usciva poschissima sostanza biancastra, (pus?). Da allora e' in via di guarigione. L'ortopanoramica ha evidenziato un riassorbimento periradicolare in corrispondenza del dente 46. Nessun granuloma o cisti o altro di simile L'odontoiatra dice che la radice che ha provocato il riassorbimento e' in necrosi e che il dente e' "morto" (solo il nervo?). PERO' non mi ha fatto prove per controllare la vitalita'. Ho l'appuntamento per una cura canalare. Ammesso che il dente sia "morto" e una radice necrotica, la cura canalare, con conseguente smontaggio dell'otturazione in amalgama, e' l'unica scelta? Un nervo puo' morire in silenzio? Non si puo' curare solo una radice? Vi ringrazio per l'atenzione.
Cara Signora Elisabetta, buongiorno a Lei. Non vedo il problema e soprattutto la motivazione di tanta sfiducia nel suo Dentista che le ha proposto, sembra almeno dal suo racconto, la Diagnosi e la terapia giusta! Quindi non capisco questo dilagare di Sfiducia e di perdita di Stima nel proprio "Curante"! Solo perché non ha fatto le prove termiche? O perchè non ha fatto una Rx endorale? Evidentemente le informazioni da lui raccolte con visita clinica e radiografia OPT sono sufficienti per dire che il dente è in Necrosi e che va curato nel modo da lui deciso. Ha una osteolisi priapicale (probabilmente un granuloma o una semplice raccolta di pus) che proviene dalla necrosi di un dente. Necrosi che è "maturata" in "silenzio"! Poi mica tanto silenzio dato che ha causato pus ed osteolisi! Sia più fiduciosa nel suo Dentista e si auguri che non scopra la sua sfiducia ed il suo "chiedere prove di conferma nel Web" perchè io personalmente non la curerei più, non per "ripicca stupida" ma perchè sarebbe venuto meno il fondamentale rapporto do Fiducia reciproca tra Medico e Paziente che è alla base di ogni "Terapia"!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, Endodontia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Elisabetta, solo dopo aver effettuato una accurata visita con test di vitalità e radiografia endorale con centratore si può verificare se il dente è in necrosi. In tal caso deve essere ovviamente devitalizzato in toto e non parzialmente. Cordialmente

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Se c'è diagnosi di dente necrotico l'unica terapia è quella endodontica di tutte le radici.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Elisabetta deve lasciar fare a suo odontoiatra, interferire con proposte ricevute via web e controproducente.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Curare una radice sola è come voler dare il bianco unicamente ad una parete della sua cucina. Dare il dente per morto è improprietà di linguaggio, perché solo il midollo del dente che si chiama polpa è andato in necrosi e la terapia canalare è obbligatoria. Siamo arrivati ad un punto dove occorrono mani esperte, per un trattamento dei canali che funzioni assolutamente bene per molti decenni. Dopo, potrà ripristinare l'ottima otturazione in amalgama d'argento. Se invece vuole strafare, il massimo di valore aggiunto sarebbe l'intarsio in oro platinato. Il prezzo è adeguato alla perfezione del prodotto, in un contesto di odontoiatria di altissima classe. Tutto è fattibile. Servono mani (mani) esperte. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Elisabetta, stabilita la necrosi della polpa del dente, e' corretto eseguire la terapia canalare di tutte le radici. Poi credo che il suo dentista terra' in considerazione cosa e' successo a livello della biforcazione.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

La polpa è un unico organo ed è contenuta nella camera pulpare del dente, da cui si dirama nei canali radicolari, perciò non si può trattare solo una radice, dato che anche il resto della polpa è o sarà necrotica e infetta. Data la storia ed il reperto radiografico, il dente sicuramente necessiterà di terapia canalare, ma sarebbe opportuno averne conferma tramite un semplice test di vitalità.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Gentile paziente se la diagnosi è giusta l'unica terapia possibile e la devitalizzazione di tutto il dente e quindi di tutte e due le radici, abbia fiducia nel suo medico. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Gentile paziente, le sue sono tutte domande che deve rivolgere al suo dentista di fiducia!!altrimenti che fiducia pone in lui??? se poi le risposte non saranno esaurienti e convincenti non le resta che cambiare dentista. Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Le radici vanno trattate tutte perchè quando si accede al sistema radicolare per curarne una, bisogna ritrattare anche le altre perche c'è il rischio di ri-contaminazione: anche se le altre sono a posto, vanno ripulite di nuovo e decontaminate dai germi..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento