Domanda di Chirurgia

Risposte pubblicate: 9

Il dolore lancinante quando passerà?

Scritto da Antonella / Pubblicato il
Sono Antonella, ho 19 anni. Sentivo molto dolore ai denti del giudizio e allora mi sono recata dal dentista, bensì da due dentisti. Il primo mi ha consigliato l estrazione del molare destro inferiore e il secondo di tutti e 4. Una settimana fa ho fatto l'operazione e mi ha estratto sia il morale destro inferiore che si trovava sotto all'arcata dentale che spingeva tutti gli altri denti, e il molare destro superiore che non era ancora del tutto uscito, tutto questo insieme. Il dolore che ho sentito non è immaginabile infatti mi sono recata più volte dal medico per farmi fare delle iniezioni molto forti intramuscolari. È passata una settimana e il dolore è diminuito ma in forma molto lieve e il fastidio é continuo e non so se è normale perché sento sempre una pressione forte in quel punto, mi domando anche perché il dentista mi ha estratto anche il superiore e se fosse per lui anche gli altri due? Un altro problema che mi si é verificato è stato che oggi mentre mi guardavo la cavità, oltre al fatto che se è normale che ho una cavità così grande e profonda e i due lembi staccati?, che dentro alla cavità ho visto della "sostanza" giallognola che non sia un infezione? Il cibo finisce tutto nella cavità? (Faccio risciacqui ogni qualvolta inserisco del cibo e mi lavo i denti 3/4 volte al giorno) e poi adesso che è passata una settimana posso mangiare tutti i tipi di cibo o per la guarigione ci sono cibi di consistenze consigliabili? Il dolore lancinante quando passerà? In una settimana ho perso 5 chili e sono già di costituzione magra.. Ne risentirà il dente? L antibiotico l ho interrotto, ma per prevenire l'infezione non è meglio continuare ancora per qualche giorno? Sono preoccupatissima e questa estrazione mi ha causato diversi problemi. Vi prego dottori datemi un consiglio. Siccome mi sono presentata dal dentista per tutte queste cose e lui mi ha risposto va tutto bene, prendi qualche antidolorifico. Vi ringrazio e scusate per tutte queste domande ma non sapevo a chi porle. Grazie
Cara Signora Antonella, buongiorno. Non posso discutere la decisione di avulsione contemporanea dei due denti del giudizio destri e la decisione di procedere alla avulsione anche degli altri due di sinistra. La Diagnosi e la programmazione terapeutica sono solo Cliniche con ausilio di Radiografie opportune e varie. In ogni caso, nulla osta a procedere ad una avulsione contemporanea di due denti, come è stato fatto, se la situazione clinica, ripeto, lo consentisse. Il "buco" è normale, dopo una settimana. La "sostanza" giallognola anche, è la necrosi superficiale dei tessuti che avviene in un normale processo di guarigione. In realtà dovrebbe essere giallo- grigiastra. Se fosse proprio gialla, potrebbe essere pus. Spero le siano stati sprescritti Antibiotici idonei ed attivi in particolare sui batteri anaerobi gram negativi. Non è "normale", se fosse vero, la presenza di lembi di gengiva "sbandieranti" e staccati. Non è stata fatta una sutura accurata? Chieda tutto al suo Dentista. Ci tengo a precisare che "vagare" da un Dentista all'altro non è "saggio". Cari saluti e non faccia il giro dei Dentisti che , scommetto, non le hanno fatto pagare la Visita. E' stato quindi da Professionisti "Mediocri" perché la Visita Gratis propende a far pensare questo! Diffidi di chi non fa pagare la Visita Odontoiatrica. Dirò di più! In genere si fa il "giro" perché la visita intanto presso Professionisti non Professionali è GRATIS, quindi non è considerata un atto medico Colto ed importante. Non esiste qualità a costi bassi! Come in un centro low cost, a basso costo dove fanno la visita gratis, la panoramica gratis etcetcetc! Ma purtroppo come accade anche da molti Dentisti Privati che non capiscono che La visita Odontoiatrica, ripeto , è un atto medico essenziale e "carico della cultura del medico e non può non essere fatta "pagare" con un giusto Onorario! Quindi se vuole un consiglio, scelga solo chi inizi una terapia o proponga o pianifichi una terapia, qualsiasi essa sia, solo dopo una adeguata visita Odontoiatrica completa e "colta"! Una visita Odontoiatrica è un atto medico importante e colto che richiede almeno un'oretta oltre un'altra mezzoretta per informare il paziente (consenso informato). Scusi se mi son permesso ma quello che fa è intellettualmente e Moralmente sbagliato. Mi scuso coi Colleghi di Dentisti Italia se mi sono ripetuto per l'ennesima volta ma questo comportamento "che purtroppo è figlio di questi nostri tempi malsani e di questa nostra Società decadente" deve cessare! Io faccio il possibile. Una Visita Odontoiatrica è la massima espressione Culturale e di conoscenza Medico-Odontoiatrica e, se fatta come si deve , impegna il Cervello del Dentista per un'ora circa più una mezzora per le informazioni doverose di "consenso informato"! Legga come faccio io una Visita leggendo sul mio Profilo "VISITA PARODONTALE", ma vale come visita Odontoiatrica generale, perché la visita che si fa nel mio studio, a prescindere dal motivo per cui è venuto il paziente, è questa! E stia certa che tutte le patologie "saltano fuori"! Vada dal Dentista, scelto per Fiducia e Stima e non in base a visite gratis e preventivi apparentemente convenienti! Per il dolore "lancinante" bisogna fare una Diagnosi che come sempre è la "Grande Assente". Può essere dovuta ad una contrattura (contrazione dolorosa) del muscolo Massetere omolaterale, complicanza non infrequente in questo tipo di interventi o ad una Flogosi dell'alveolo o ad una alveolite secca, improbabile se vede un essudato, come dice. Il punto è che lo deve dire il Dentista e non ceto Lei! Potrebbe quindi esserci, a limite, una alveolite secca! E Tanto altro! Vada dal Dentista, ripeto! Cari saluti ancora ed in bocca al "Lupo", di cuore e Sincero.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

L'estrazione combinata di due denti del giudizio (dallo stesso lato ovviamente, quindi il superiore e l'inferiore) è contemplata e spesso, quando le circostanze lo consentono e lo richiedono, prassi consolidata (l'ottavo superiore, una volta perso l'antagonista inferiore, non ha senso di esistere in arcata e può dare solo problemi nel tempo, per questo viene estratto). Se le suture abbiano tenuto o meno, questo non posso saperlo, nè di che genere sia la sostanza giallastra che vede sulla sua ferita (potrebbe essere un normale decorso di guarigione, così come invece un infezione in atto con pus), nè quindi posso dirle quando le passerà il dolore. L'alimentazione da seguire non ha importanza, può mangiare quello che vuole. Ma, anche per decidere se continuare o meno il trattamento antibiotico, deve necessariamente tornare dal suo Dentista.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Dopo l' estrazione di denti del giudizio è consigliabile mettere del ghiaccio dalla parte dell' intervento per oltre due ore, per 7 giorni antibiotico e antiinfiammatorio, suturare la ferita e controllare se i lembi sono chiusi perfettamente, dieta liquida e riposo assoluto, dopo 10 giorni dovrebbe condurre una vita normale

Scritto da Dott. Domenico Ancona
Fasano (BR)

Carissima Antonella la sua ansia traspare dal tono un po' confuso della descrizione degli eventi. La procedura cui è stata sottoposta è assolutamente normale. Per chiarire le sue preoccupazione è meglio si rivolga al collega che ha svolto l'intervento, vedrà che saprà darle tutte le spiegazioni del caso.

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Il dolore è dato da intervento chirurgico non ortodosso, la apertura del lembo è causa di imfiammazione occorre copertura adeguata analgesica antiinfiammatoria curettaggio zona probabilmente infetta, la estrazione deve essere motivata e consentita dal paziente che deve firmare il consenso

Scritto da Dott. Luigi Malavasi
Castiglione delle Stiviere (MN)

Da quello che racconti, Antonella non stai prendendo antibiotici. E' questo il punto?? Se non li stai prendendo, vai subito dal medico di famiglia che ti diagnosticherà forse una infezione e fatti prescrivere antibiotici forti per iniezioni (le compresse in un caso come il tuo farebbero effetto male e tardivamente). Se invece stai già prendendo antibiotici, bisogna verificare se questa cura è congrua oppure no, e se la stai facendo bene. Se la cura la stai facendo, ed è ok, allora ti consiglio una visita urgente da un altro dentista, visto che il tuo ti "liquida " con due parole inconcludenti. Stavolta però scegli meglio, evita i low cost, e gli abusivi. Vai da uno bravo.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Antonella, tutto quello che hai segnalato è compatibile all'intervento chirurgico che hai subìto. Rivolgiti al collega che ha effettuato la prestazione e ponigli le domande, fatti ascoltare e vedrai che avrà modo di risolvere la tua ansia. Cordialità

Scritto da Dott.ssa Fabiola Renda
Como (CO)

Cara Antonella, non e' normale che anche dopo una estrazione ci sia un dolore cosi' forte, devi fare una radiografia panoramica accurata, per individuar una eventuale pulpite a carico di un altro dente, per esempio un molare vicino. Senza radiografia e' difficile fare una diagnosi. I lembi staccati mi fanno pensare che non ci siano suture, e il giallo in fondo che ci sia una infezione. A volte in questi casi si usa un antibiotico per via iniettiva e un cortisonico. Insomma, va condotto meglio il post operatorio. Se hai problemi rivolgiti ad un altro collega. Cari saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Antonella, 5 Kg. in una settimana in un soggetto di costituzione magra, sarebbe un successo per gli obesi, forse lei sta ingigantendo il problema come fanno molti pazienti a loro discapito, perchè inducono a diagnosi sbagliate e rischiano di non essere creduti quando ci sono patologie serie. Le consiglio di pazientare e seguire le indicazioni del suo odontoiatra. Tutti gli odontoiatri informano sempre il paziente prima di ogni intervento, su come si svolge, sulle possibili complicanze con il numero di denti che vengono tolti e i pazienti dopo queste spiegazioni firmano un consenso all'intervento.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)