Voglio un sorriso perfetto

E' la richiesta che negli ultimi tempi si sente sempre piu' di frequente negli studi dentistici.
by Dott. Francesco Sacco 13-06-2008

E' vero, oggi l'estetica ha assunto un ruolo enorme nella nostra vita sociale, nelle nostre relazioni sia private sia professionali. E' senz'altro il sorriso l'elemento che più d'ogni altra cosa ci caratterizza e trasferisce al nostro interlocutore una prima impressione che, a volte, può determinare un giudizio finale sulla nostra intera persona.

 

Siamo attrezzati per far fronte ad una richiesta così semplice, ma così impegnativa? La risposta è decisamente si! La tecnologia ha messo al nostro servizio strumenti avveniristici, semplicemente impensabili dieci anni fa. L'elettronica e le recenti scoperte nella chimica dei materiali estetici hanno rivoluzionato e perfezionato le metodologie odontoiatriche per soddisfare appieno la richiesta del "bello" da parte del nostro paziente.

 

LASER

 

Uno stimolo innovativo è offerto sicuramente dal LASER, un sottile fascio di luce coerente, che ha cambiato non poco l'approccio medico-paziente, regalando una tranquillità e una sicurezza di risultati desiderata sia dall'operatore sia dal paziente. Il LASER è sicuramente l'ultima frontiera dell'odontoiatria, anche se ancora sono pochi gli studi odontoiatrici che lo posseggono, il suo uso in conservativa ed in chirurgia permette di eliminare quasi completamente l'uso del trapano e "l'odiata anestesia", fonti di tante paure, anche se a volte eccessivamente amplificate. Questo sottile raggio luminoso vaporizza il tessuto da eliminare in un piccolissimo lasso di tempo senza stimolare alcun tipo di dolore ed in modo assolutamente innocuo, le sue molteplici applicazioni favoriscono l'uso di materiali estetici in situazioni a volte limite. Indubbiamente l'uso corretto del LASER non è semplice, richiede ovviamente esperienza e competenza, ma nelle mani di un odontoiatra esperto o di un chirurgo maxillo-facciale si ottengono quei risultati magnifici che questa tecnologia promette ed è in grado di mantenere.

 

Nella ricerca dell'estetica assoluta i materiali fanno la parte del leone, compositi e ceramiche hanno raggiunto un grado di raffinatezza tale da riprodurre i dettagli più piccoli con una gamma di colori e caratterizzanti estremamente completa, così la sapiente mano del professionista riesce forgiare e rendere reale il desiderio del suo paziente.

 

ESTETICA

 

L'estetica è filosofia, è ricerca costante del sorriso aderente alla personalità del soggetto, non è produzione industriale di denti tutti uguali come in una catena di montaggio, ma è personalizzazione del singolo elemento dentario in contesto di 32 elementi, come il singolo strumento musicale in un'orchestra, per ottenere una melodia tutti gli strumenti devono suonare all'unisono ed in modo ordinato. Il risultato più esaltante ed imponente si ha sicuramente quando s'interviene contemporaneamente su tutta l'arcata dentaria, poiché se si ritiene necessario, ovviamente in situazioni ben programmate, si può mutare sia la forma sia il colore di tutti gli elementi presenti nel cavo orale. Il cambiamento che si ottiene in questi casi è rilevante, il paziente che magari aveva sofferto di un sorriso scuro e poco espressivo, passa come d'incanto, ad un aspetto che sognava, con denti bianchi e con una forma correlata ai suoi tratti somatici La scelta del colore è un atto molto complesso, anche la semplice illuminazione della sala operatoria, se non corretta, può alterarne la decisione. Il dente ha un colore tridimensionale composto di masse che dall'interno all'esterno cambiano croma anche in funzione della luce ambientale che con i suoi raggi penetra al suo interno. Proprio in virtù delle peculiari caratteristiche cromatiche dei denti, l'odontoiatra, con questi nuovi materiali, mimetizza il suo lavoro dando nuovo slancio alla bellezza dell'elemento trattato.

 

INESTETISMI

 

La ricerca del "sorriso perfetto" non si può fermare al solo dente, il sorriso è un insieme di più soggetti: denti, gengive, labbra. A volte è necessario intervenire su tutte le componenti per armonizzarle tra loro, tenendo sempre ben presente che un dente è supportato nella sua funzione dall'osso in cui è infisso, e di quest'ultimo si deve tenere debita considerazione. L'armonia tra le arcate dentarie è fondamentale per l'allineamento e per la "personalità" del sorriso, e anche in questo la chirurgia maxillo-facciale ci viene in soccorso per intervenire in modo mirato e selettivo sugli in estetismi provocati da dismorfosi delle ossa mascellari. In termini semplici, si può intervenire chirurgicamente per modificare, modellare, le ossa per esaltare un sorriso spento o delle labbra sottotono. A volte non è necessario arrivare ad un intervento chirurgico per ricercare l'armonia necessaria tra le arcate dentarie, può essere sufficiente un trattamento ortodontico con attacchi estetici che ci assicura un risultato brillante, non invasivo e sicuramente soddisfacente. L'ortodonzia, con le moderne tecniche estetiche, può essere attuata a qualsiasi età senza che dia particolari problemi nelle relazioni sociali e nella dizione.

 

GENGIVE

 

Le gengive meritano un interesse tutto particolare: la loro salute è fondamentale per la funzione dentaria oltre che per la bellezza del sorriso. L'architettura gengivale può essere modificata per aumentare la lunghezza di un dente, oppure al contrario si può innestare del tessuto per coprire un elemento dentario che con gli anni ha perso attacco, acquisendo un aspetto antiestetico.

 

A questo punto possiamo tranquillamente affermare che il sorriso "perfetto" è ormai acquisito...basta volerlo.

 

Dott. Francesco Sacco Medico Chirurgo Odontoiatra Specialista in Chirurgia Maxillo-Facciale in Salerno e Avellino www.chirurgomaxillofacciale.it

Scritto da Dott. Francesco Sacco
Salerno (SA)

TAG: Voglio un sorriso perfetto