Domanda di Sedazione Cosciente

Risposte pubblicate: 7

mia figlia di 7 anni ha una brutta carie a un molare da latte

Scritto da ELISA / Pubblicato il
Buongiorno, mia figlia di 7 anni ha una brutta carie a un molare da latte (una parte del dente e' venuta via e ha intaccato anche un po' il molare vicino..). Il problema e' che lei ha la fobia del dentista, ne abbiamo provati piu' di uno ma non c'e' stato niente da fare..anche solo per fare la sigillazione di alcuni denti e' stato un trauma per lei, non oso immaginare ora, che dovremmo curare questa brutta carie! Ho letto qualcosa su alcune nuove tecniche che potrebbero fare al caso nostro "l'odontoiatria con laser" e la "sedazione cosciente", voi cosa ne pensate? In caso potreste indicarmi dei bravi dentisti specializzati in odontoiatria in provincia di Torino (noi abitiamo a Bruino?) Grazie per le vostre risposte, cordiali saluti. Elisa F.
Cara Signora Elisa, buongiorno. Il dente deve essere curato, sarebbe superfluo dirlo. Legga la risposta precedente alla sua che riguarda proprio una carie di un molare deciduo in un bimbo di 5 anni e mezzo dove spiego perché deve essere curato ed eventualmente cosa debba essere fatto se non lo si potesse curare, cosa ripeto assai improbabile! Per fare l'Odontoiatra occorre "polso" (polso che dipende dall'autorevolezza ed autorevolezza che dipende dalla Cultura, Preparazione, Professionalità). "Polso" e "Dolcezza"!Personalmente useremmo, mia figlia che esercita anche la Pedodonzia ed io, solo un approccio giusto, calmo, affabile con lei e riusciremmo a curarle il dente in modo tradizionale. In 36 anni di Onorata Professione non ho mai avuto bisogno di sedare un paziente anche il più "difficile", Fobico e con attacchi di panico o anche molto piccolo! Basta saperlo "prendere, per così dire"! Le consiglio, precisandole che la Fobia che lei descrive, è una vera e propria patologia psichiatrica dato che è indominabile ed irragionevole e che può essere espressione di patologie psicogene che non devono essere prese sottogamba come sembrerebbe avesse fatto fino ad ora, perché potrebbe essere la punta di un iceberg che ha base nell'inconscio e le cause in eventi traumatici, in genere dell'infanzia e che il suo io più profondo ha rimosso ed esteriorizzato in comportamenti diversi da quelli che avrebbe in situazioni di salute e benessere dell'inconscio! Ha bisogno quindi di una terapia Cognitivo Comportamentale Psicoanalitica ad opera di uno Psicoanalista se no per tutta la vita si porterebbe dietro queste patologie che le rendono difficile affrontare la realtà di tutti i giorni. Quindi la soluzione non è certo la Sedazione Cosciente per combattere e curare il Panico e i disturbi caratteriali presenti, perché sarebbe come prendere un antidolorifico per non sentire il dolore senza interessarsi delle cause e senza curarle! Spero che il concetto sia chiaro! Quindi, a prescindere dalla utilità della sedazione Cosciente che le consente giustamente di sottoporre la sua bambina ad una terapia che, ora, data una relativa certa urgenza, deve fare, la via corretta dal punto di vista medico per il bene della sua Salute è quella indicata! Poi affrontata la sua eventuale "Patologia Psicogena", niente e nulla le vieta di avere la Sedazione Cosciente con Protossido d'Azoto se lo desiderasse, che può indubbiamente esserle di aiuto collaterale o magari anche solo con una blanda sedazione con farmaci opportuni ma solo dopo accurata visita Clinica ed Anamnestica Locale e Generale Sistemica! Restando fermo quanto detto! A Torino le consiglio di Rivolgersi per sua Figlia al Dottor Carpinteri anche Egli Consulente Scientifico di Dentisti Italia Come lo sono Io e Altri Colleghi! E' un professionista Preparato e Colto e saprà consigliarla per il meglio. Cari Saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Egr. Sig.ra L'approccio per la cura dei bambini è materia molto delicata e per ricollegarmi all'intervento del collega precedente necessita di un approccio particolare. Nei bambini odontofobici un grande aiuto è offerto dallo psicologo infantile e solo in seguito alla sedazione cosciente. Probabilmente la sua bambina ha subito approcci troppo aggressivi e "tirati via" da altri colleghi e necessita quindi di ricominciare tutto daccapo. Cordialmente.

Scritto da Dott. Claudio Cirrincione
Firenze (FI)

L'odontoiatria pediatrica o pedodonzia è una branca specialistica dell'Odontoiatria, come hanno giustamente sottolineato i miei colleghi. Quindi, se desidera comunque far trattare sua figlia (anche se si tratta di un dente deciduo), deve rivolgersi ad uno specialista di questo settore che, oltre al discorso laser e sedazione cosciente (una blanda sedazione può comunque essere utile), sappia mettere a suo agio la giovane paziente.

Scritto da Dott. Giulio Sbarbaro
Zocca (MO)
Consulente di Dentisti Italia

Dovrà trovare il dentista adatto, molto esperto nel curare i piccoli pazienti. Lei dovrà per primo curare questa fobia. Nel mio studio ho una pedodontista e quasi mai ha bisogno del protossido d'azoto perchè è capace di trattarli. Sicuramente anche nella sua zona potrà trovare il dentista adatto. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Elisa, nei piccoli pazienti (non solo) è molto importante l'approccio del dentista. Se si ha un corretto approccio si riesce benissimo a curarli. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Elisa, non conosciamo le condizioni anamnestiche di sua figlia per dirle casa è più indicato, ma un qualunque odontoiatra quando non riesce a trattare un paziente, prende carta e penna e lo invia al collega o alla struttura adatta. Senza lasciare il paziente in internet dove potrebbe fare passi falsi, verso la salute di sua figlia.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il dente va recuperato per evitare infezioni ascessi sofferenze spostamenti degli altri denti, creando la necessità qualora non ci sia per un trattamento ortodontico etc etc. Sul come approcciare alla bambina già spaventata dal dentista c'è da fare un recupero paziente e accurato da parte di uno specialista in pedodonzia che usi la mascherina del protossido e ottenga così con tutta probabilità il ritorno della collaborazione della piccina..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento