Domanda di Protesi

Risposte pubblicate: 7

Ho 50 anni ed a causa di carie e problemi vari nell'arcata superiore mi sono rimasti i due incisivi ed i due molari in fondo.

Scritto da daniela / Pubblicato il
Buongiorno, ho 50 anni ed a causa di carie e problemi vari nell'arcata superiore mi sono rimasti i due incisivi ed i due molari in fondo. Recentemente i 2 ponti che si agganciavano a rispettivamente uno e due monconi si staccavano quindi il mio dentista mi ha consigliato una protesi mobile con automatici ed un sottile palato, perchè dalla panoramica è risultato che non ho osso. Tra l'altro non posso permettermi un impianto per il costo elevato. Ho tolto i tre monconi e mi sono stati limati i due incisivi, che verranno poi ricoperti per agganciare la protesi. secondo voi potrò masticare normalmente e riusciro' a parlare? Adesso il dentista mi ha messo un provvisorio orrendo, con un bel po di palato e non riesco neanche a mangiare, oltre che a parlare.... lui dice che mi abituero' e che comunque non poteva farne uno diverso, altrimenti il provvisorio non stava su. Premetto che devo tenere questo schifo per ben 3 settimane. Grazie in anticipo della risposta. Daniela
Protesi con attacchi di precisione fresature e bracci di appoggio e coulisse simile
Cara signora Daniela...perchè questa sfiducia inspiegabile nel suo dentista...le ha fatto un piano di cura...sono stati esclusi gli impianti per motivi economici e non di mancanza di osso o di fornice o di gengiva che si possono ricostruire tranquillamente....perchè ha bisogno di confrontare la terapia del suo dentista con quanto le diciamo noi...e cosa potremmo dirle tra l'altro non vedendola clinicamente....solo che il parzialino con ganci a filo PROVVISORIO che il suo Dentista le ha fatto, è normale che dia fastidi...forse ha bisogno di qualche ritocchino...ma è provvisorio in attesa della protesi definitiva...non va bene signora...il rapporto di fiducia Dentista Paziente è fondamentale che bisogno ha di sapere altri pareri...?............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gent. ma sig.ra Daniela, se ho ben capito il suo dentista intende realizzarle una overdenture su cappette radicolari. Diciamo che per i problemi di costi e anatomici da lei riportati, che le precludono la possibilità di inserire impianti nei settori laterali, il lavoro prospettatole è assolutamente condivisibile. Mi sento di rassicurarla anche sulla fonetica e sulla funzione masticatoria, dopo un breve periodo di "rodaggio" tutto dovrebbe funzionare bene. Vero è comunque, che se i suoi due incisivi residui si trovano in posizione molto avanzata, potrebbe essere più indaginoso realizzare una buona protesi, mentre se la sua mandibola tende ad essere più avanzata rispetto al mascellare superiore i problemi saranno verosimilmente minori. Saranno altresì importantissime delle sedute di controllo regolari e scadenzate nel tempo al fine di conservare il più possibile le radici residue, che sotto una protesi solitamente durano meno di quello che ci piacerebbe durassero, e ribasature almeno annuali. Cortesi saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Non ci sono alternative. Lei arriva presto come età alla protesi, ma così è. Tenga presente che se facesse impianti (se ci fosse la possibilità tecnica ed economica etc) lei dovrebbe comunque tenere un provvisorio simile a quello che ha per tutto il tempo (molto lungo) di esecuzione attesa e preparazione dei denti su impianti. Tutto il problema è abituarsi, come le ha detto il suo dentista. Il provvisorio è meno preciso di una protesi definitiva, ma può essere fatto anche questo in modo che possa essere portato confortevolmente. Una protesi totale o semitotale in resina provvisoria ha bisogno di molta "manutenzione" nei giorni successivi alla applicazione: lei torni tutte le volte che c'è qualcosa che non va dal dentista e lui sarà bravo nel sistemare. Possono essere necessarie anche numerose visite per adattarlo bene in modo che sia confortevole, se viene fatto, come nel suo caso, per non mandarla in giro senza poter sorridere, avendo fatto le estrazioni fresche fresche.. La vecchia storia del palato è questa: non è l'estensione che da fastidio, ma se l'apparecchio si muove. E' se si muove perchè non è precisa che da fastidio nel parlare e mangiare. Il palato è come le gomme larghe della formula-uno: da' maggiore stabilità. Proprio il contrario di quello che pensa l'immaginario collettivo... In sostanza abbia pazienza e si fidi e rompa le scatole al dentista per fargliela sistemare sempre meglio man mano che le estrazioni guariscono..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Daniela, estremi mali estremi rimedi, probabilmente non è l'unica ad accettare una protesi mobile. La funzionalità masticatoria della protesi mobile è inferiore a quella della protesi fissa. A parlare con la protesi riescono tutti, ma se le protesi sono ben studiate, i difetti di fonetica sono inferiori.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Cara signora, a volte non tutto è possibile.. i motivi sono molteplici e non per ultimo quello derivante dal paziente, ovvero l'aspetto economico. mi sento di condividere i consigli dei colleghi che mi hanno preceduto.. tenga presente che tutto è reversibile.. magari un giorno avrà la possibilità di fare una protesi su impianti.. quindi non disperi.. e segua i dettami del dentista curante. cordialmente, gianluigi renda

Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

Perchè non prova ad andare in una Clinica Universitaria per vedere la possibilità di inserire alcuni impianti per realizzare una protesi con barra, li i costi dovrebbero essere inferiori. Cordiali Saluti

Scritto da Dott. Maurizio Serafini
Chieti (CH)

Gentilissima paziente, la soluzione che le ha prospettato il suo dentista direi che appare valida. Certamente la protesi mobile presenta per le sue caratteristiche delle difficoltà maggiori nella quotidianità. Normalmente dopo alcune sedute di controllo e un periodo di adattamento i problemi di masticazione e fonetica tendono a scomparire. Purtroppo "la botte piena e la moglie ubriaca" come si suol dire è un pò una chimera. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Dario Cianci
Milano (MI)

Sullo stesso argomento

  • A chi rivolgersi?
    Ecco una serie di studi dentistici a cui chiedere informazioni sulle protesi fisse e mobili.