Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 8

E' giusto aspettare e vedere come va?

Scritto da Rossella / Pubblicato il
Buonasera! vorrei porvi una domanda riguardante mio figlio di due anni e mezzo. Questo inverno e caduto spaccandosi i due incisivi superiori (anche un po rientrati). Dopo infiammazione iniziale e febbre tutto e rientrato. Sabato scorso ho notato una puntina bianca su una delle due gengive corrispondenti ad uno dei denti rotti. Passando lo spazzolino si è rotta ed è uscito del sangue. La gengiva inoltre da sabato (gg in cui me ne son accorta) e infiammata ma lui non ha dolore, il bambino era già in terapia antibiotica perché il lunedì precedente si era gonfiato il lato sx (opposto a quello del puntino bianco) e mi hanno detto che forse poteva essere un etmoidite ( anche se a questo punto mi viene il dubbio che potesse dipendere dal dente) L'antibiotico lo ha interrotto ieri dopo 6 gg. per continuare l'ho portato dal dentista il quale mi ha detto che era una fistola (dalla mia descrizione) e che il dente dondola ed è ingrigito (necrosi), ma ritiene di non doverlo togliere. Volevo un consiglio: non e pericoloso mantenerlo in quanto pabulum di crescita batterica? la mia paura è che possa sfociare in qualcosa di più grave. E' giusto aspettare e vedere come va? non mi è stato dato al momento nessun farmaco (ab o antinfiammatori ), solo pulizia con acqua ossigenata. Non sarebbe meglio toglierlo? vi ringrazio in anticipo.
Sono sempre perplesso quando si paventa la possibilità di intervenire su di un paziente così piccolo, anche se si tratta di pazienti (sulla carta) collaboranti. Non ho capito perchè scrive che il dentista dice che era una fistola "dalla sua descrizione". Per il resto non andrei a cercare malattie riportate solo nei libri. La causa è verosimilmente il trauma occorso alla bocca del bimbo. Chieda ed ottenga una visita completa ed approfondita che escluda patologie anche ingravescenti in futuro.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Rossella, non vorrà dirmi che da questo inverno, ossia da quando è successo il trauma, non ha portato il bimbo da un Dentista, possibilmente Pedodontista? Etmoidite? ma Scherziamo? Chi ha fatto questa diagnosi così "importante" e in base a cosa? Il puntino bianco è evidentemente un opercolo di una fistola per necrosi di uno tutti e due gli incisivi che non sono stati evidentemente nè valutati, nè curati. L'etmoidite è una patologia di tutt'altra natura e pericolosa potenzialmente, lo faccia visitare subito da un chirurgo maxillo-facciale o da un chirurgo otorino molto bravo! Certo che è pericoloso mantenere un Focus batterico proprio per le malattie focali a distanza di organi importanti che hanno il loro Fucus di partenza "in cavità dell'organismo comunicanti con l'esterno", in questo caso la fistola e le necrosi pulpari ed osteolisi periapicali che sicuramente sono presenti! Però si preoccupa di questo solo dopo tre stagioni? Sono basito!!! :( Segua i consigli dati per avere la giusta diagnosi e poi faccia visitare e curare suo iglio da un bravo Dentista pedodontista (per i bambini). Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Cara Rossella, porti immediatamente il suo bimbo in un reparto clinico di pedodonzia. Sono da valutare i futuri denti permanenti. Sapranno loro come accogliere questo giovanissimo paziente. Auguri

Scritto da Dott. Giuseppe Grandinetti
SIENA (SI)

Curare un bimbo cosi' piccolo non e' agevole pero' non e' consigliabile lasciare tutto com'e'; sarebbe necessario eseguire una lastra per escludere fratture di radici poi, se i denti lo consentono, cercare di sterilizzarne i canali. Togliere i denti solo se sono da togliere; lo dovrebbe giudicare un collega pedodontista che magari usa il protossido d'azoto. Per il resto stia tranquilla; l'importante e' cercare di non creare traumi inutili e agire con buon senso.

Scritto da Dott. Giovanni Vergiati
Fornovo di Taro (PR)

I denti fratturati ed andati in necrosi vanno curati e non estratti. Si rivolga ad un dentista per bambini o chieda alla clinica universitaria del reparto di Pedodonzia. Prof Giuliano Falcolini, già docente ordinario di Pedodonzia presso l'Università di Sassari

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Sig. Rossella, l'etmoidite infantile si manifesta diversamente per cui a distanza il sospetto di fistola è plausibile. Non conosciamo il caso clinico e le condizioni del bimbo per definire delle corrette eventuali cure.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

È chiaro che il trauma ai denti abbia provocato una necrosi anche a distanza per cui i denti sono da mantenere in situ previa devitalizzazione per far si che la fistola guarisca ed evitare danni ai denti permanenti. Una situazione analoga e' successa a mio figlio qualche anno fa e posso garantire che tutto poi si è risolto nel migliore dei modi. Con cordialità buona giornata.

Scritto da Dott. Vincenzo Zuccaro
Sannicandro di Bari (BA)

Il dente da latte è chiaramente in necrosi per cui va devitalizzato. Se il bambino collabora la terapia va fatta altrimenti dovrà temporeggiare un po'... ma comunque deve curarlo perché i denti da latte servono anche come mantenitori di spazio per i denti permanenti. Trovi un bravo dentista che abbia tanta pazienza. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

Sullo stesso argomento