Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 7

La demineralizzazione e la carie possono influire sulla formazione dei denti permanenti?

Scritto da Claudia / Pubblicato il
Buongiorno, ho una bambina di appena 22 mesi la cui alimentazione è basata per il 60% su latte materno, che assume durante tutta la giornata, prima del riposino e della nanna e due o più volte (a seconda dei periodi) durante la notte. Durante la giornata, beve mezzo brick di succo di frutta (al mattino), sgranocchia tutto il giorno pane, grissini, torta verde e il suo pasto principale, la cena, consiste in pasta, mix di verdure e grana. Laviamo i dentini una volta al giorno, la sera prima di andare a dormire, anche perché durante la giornata ha sempre la bocca in movimento. La bimba ha messo i dentini molto presto (5/6 mesi) ed ora le mancano solo due molari, uno sopra e uno sotto che peraltro sono in uscita. Oggi le è stato diagnosticato un principio di carie sul primo molare superiore, che peraltro risulta demineralizzato. La terapia prescritta è: 4 gocce di zimafluor una volta al giorno fino alla comparsa dei denti permanenti e toccature locali con elmex gel per almeno 6 mesi. Aiutatemi! Il fluoro? Sì, no, troppo? Meglio un otturazione? Ignorare la cosa? La demineralizzazione e la carie possono influire sulla formazione dei denti permanenti, o incidere sulla salute del resto della bocca? Incorrerà in dolore? Vi prego, datemi dei consigli perchè sono nel panico! Grazie mille!
Cara Signora Claudia, se c'è carie, va curata con una otturazione! Bisogna sempre mantenere una dieta equilibrata in apporti di Proteine Animali e Vegetali, Carboidrati, Zuccheri, Vitamine, Sali, Minerali, grassi etc e quindi Pasta, Pane, Carni rosse e bianche, Pesce di mare, verdire, crude e cotte, frutta, acqua! L'importante è non eccedere ma soprattutto attivare una corette Igiene Orale in Studio Professionale e Domiciliare personale: Bisogna che le parli un po' della Fluoroprofilassi:la dose totale del fluoro da assumere deve tenere conto delle varie quantità di fluoro presente in liquidi e alimenti assunti dal bimbo e da lei in gravidanza,troppo fluoro fa male perchè può innescare patologie come la Fluorosi ,non facili poi da trattare. Importante è anche la fluoroprofilassi topica per ionoforesi da iniziare alla comparsa dei primi denti permanenti a sei anni circa e anche 7 che sono gli incisivi centrali e i primi molari. Sui molari e poi via via tutti i posteriori, se sani, è opportuno fare la fluoroprofilassi topica con sigillatura dei solchi, questo fino all'età di circa 15-17 anni perchè poi lo smalto non è più in grado di trasformare il legame della idrossiapatite in fluoroapatite che è mille volte più resistente agli acidi ed ai batteri e noxecariogine, Fluoroapatite che invece in adolescenza e nell'età dell' infanzia è molto forte ed utile! Poi genericamente del Dentifricio: non "Una pulizia al giorno non basta! Occorrono almeno tre pulizie ai tre pasti principali (dopo) ed una, la più importante, la notte prima di dormire perchè la Placca Batterica "lavora" di pù durante la notte. Non è il Dentifricio che pulisce i denti, ma l'azione meccanica dello spazzolino. Quindi è importante il metodo di spazzolamento ed il tipo di spazzolino, non il Dentifricio che ha solo la funzione di rendere più gradevole l'igiene orale, più "scivoloso" lo spazzolino e rinfrescare l'alito! Per lo Spazzolamento dei denti: non esiste niente di meglio del normalissimo spazzolino manuale,per l'igiene orale,ci sono delle pasticche colorate da sciogliere in bocca che evidenziano col loro colore la placca batterica non rimossa dallo spazzolino,spazzolino che deve essere in setole artificiali, a testa piccola, duro, e usato con la cosiddetta tecnica di Bass modificata,ossia orientato verso le gengive a 45° e usato con movimenti di rotazione, vibrazione e verticali che terminano con un movimento circolare deciso ; è bene usare degli idropulsori che completano l'opera di igiene domiciliare e il filo interdentale, se ci riesce vista l'età molto piccola, presentando nello spazio interdentale sempre una nuova parte mai usata ed abbracciando il dente come per lucidarlo! Infine esistono degli scovolini per chi avesse spazi interdentali un po' più larghi e lo spazzolino piatto per pulire il dorso della lingua che è grande ricettacolo di placca batterica e quindi di microbi. Detto questo se poi uno è "diversamente abile" o affetto da pigrizia immane, va bene anche lo spazzolini elettrico usato però come da istruzioni allegate! Non dimentichi poi i controlli periodici dal Dentista Pedodontista, la cui frequenza stabilirà Lui e l'Igiene Orale dal Dentista e con periodicità stabilita! Chiaro? Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile signora, a quanto vedo la sua bimba è di buon appetito, ma mangia abbastanza disordinatamente: mangiucchia tutto il giorno o ha problemi in bocca che cerca di alleviare? Non vedo carne, né pesce, nè uova nell'alimentazione: siete vegani? I pasti principali sono 3....si deve dare il tempo allo stomaco di digerire e di svuotarsi. Beve acqua? L' alvo funziona bene? Potrei farle avere una tabella per bimbi da 16 a 36 mesi con pasti studiati da un comune per l' asilo nido: parli comunque con la sua pediatra che le darà informazioni del comportamento alimentare più corretto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Emma Castagnari
Torino (TO)

La presenza di una carie alla età di 22 mesi deve preoccupare soprattutto per la salute dei denti da latte, ma non è preoccupante per il futuro dei denti permanenti. La prevenzione che può esercitarsi con il fluoro va attuata soprattutto con lo spazzolino ed il dentifricio fluorato sia in dentatura decidua che permanente. Pertanto la abitudine di spazzolare i denti (con dentifricio al fluoro) una sola volta al giorno è insufficiente: deve essere fatta almeno due volte al giorno, meglio più spesso che si può, cioè dopo ogni pasto. Mi rendo conto che l'alimentazione della bambina è ancora troppo frequente, ma quando si limiterà ai tre pasti principali (mattina, mezzogiorno e cena) sarà opportuno arrivare a tre volte al giorno. Per i bambini allattati si consigliano le mamme a pulire i denti dopo ogni allattamento con una garza avvolta su un dito, per evitare che residui dell'alimentazione rimangano a contatto con i dentini provocando la carie. Prof.Giuliano Falcolini, già docente di Pedodonzia presso l'Università di Sassari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Sig. Claudia, sul fluoro ci sono molte controversie, per cui le consiglio un buon programma di prevenzione della carie ad opera di un igienista dentale che è meglio di qualunque farmaco. Per la carie valutare l'Ozono o l'otturazione.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Strana la carie sul molaretto e non sugli incisivi. Una diagnosi inusuale, nel senso che prima vengono colpiti gli incisivi. Il molaretto lo ha messo da poco, gli incisivi da più tempo. Ma tutto può essere. In una bambina così piccola una delle pochissime terapie che si possono effettuare senza stress per una creatura così piccola è la ozonoterapia dentale con una particolare macchina del tutto innocua ed indolore che pochissimi dentisti pediatrici posseggono. La invito a leggere sui miei siti e su questo sito i miei numerosi articoli in proposito. Però bisogna associare all'applicazione di ozono anche la cessazione dei comportamenti alimentari a fortissimo rischio di carie cui avete abituato la bimba (non so se si possa rendere conto di questo: la carie non è stata un caso ed il rischio, se continua questa alimentazione è che ne vengano altre), massima igiene, fluoro sottoforma di dentifricio ed anche integrazione di gocce (che serviranno però solo per i denti futuri permanenti) e calcio liquido rimineralizzante ogni sera.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Condivido con i colleghi la necessità di implementare le manovre di igiene, magari facendole passare per una sorta di gioco, e confesso le mie perplessità di fare sedere una bimba di 22 mesi sulla poltrona odontoiatrica. Tutto ciò al buio di una lettera ovviamente. Magari la visita potrebbe aiutare nella decisione. Chi ha diagnosticato la carie cosa ne pensa?

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Claudia, mi pare che sua figlia non abbia una dieta equilibrata. Non vedo molte proteine se non nel grana. Il succo di frutta è senza zuccheri aggiunti? Poi non è corretto mangiucchiare tutto il giorno. Per quanto riguarda come affrontare la carie, bisogna per prima cosa ottenere la fiducia di sua figlia e poi procedere ad una otturazione. Personalmente sono favorevole al fluoro, ma il dosaggio va personalizzato. Molto importante è sapere quanto ne assume con i liquidi. Solo dopo si può decidere il dosaggio. Comunque va assunto fino a quando si è formata la corona dei denti del giudizio, pertanto almeno 15 anni. Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento