Domanda di Pedodonzia

Risposte pubblicate: 13

Ho un bambino di 8 anni che, da circa un anno, ha perso gli incisivi laterali.

Scritto da dionisia / Pubblicato il
Ho un bambino di 8 anni fatti a settembre 2010 che da circa un anno ha perso gli incisivi laterali. Non c'è nessuna traccia ancora dei denti permanenti nè di "gonfiori" e sono un po' preoccupata. Ho letto che ci sono delle patologie per cui i denti rimangono "ritenuti" (non sono sicura sia il termine corretto) potrebbe essere questo il caso? A breve pensavo di fare una visita dentistica che, peraltro, avevo già  fatto quest'estate (era tutto ok). Aspetto vs. consigli e vi ringrazio per il servizio. Dionisia.
Gentile sig. Dionisia. Bisogna fare una radiografia e vedere. Le possibili ipotesi sono due: che i laterali abbiano difficoltà ad uscire perchè non hanno spazio (ed allora ci vuole subito il trattamento ortodontico) - oppure che ci sia una agenesia, ovvero che non ci sono perchè non si sono formati. Non è affatto infrequente che manchi qualche dente permanente (7-10% dei bambini italiani) e accade spessissimo proprio a carico dei laterali superiori. In questo caso anche è necessario un accurato trattamento ortodontico per chiuderne bene gli spazi, oppure viceversa per ripristinarli completamente in vista di una futura sostituzione, da decidere in base alla occlusione generale della bocca, analizzata con analisi cefalometrica doppia (veda mio articolo in questo sito)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig.ra Dionisa, non perda ulteriore tempo e si affretti a richiedere una visita dal suo dentista in quanto all'età di 8 anni gli incisivi laterali sarebbero già dovuti erompere. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. Aldo Santomauro
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Cara Signora Dionisia, il consiglio è proprio di far visitare il bimbo dal Dentista, benche i laterali li si permutino proprio tra i 7 ed i 9 anni, quindo è nella norma. Il gonfioreè dovuto solo alla poresenza (che va confermata dal dentista) dei permanenti. Può essere che fatichino un po' ad erompere per una gengiva molto fibrosa e basterebbe una piccola incisioni per aiutarli o per uno spazio insufficiente per qualche disgnazia non diagnosticata in passato! Lo porti dal Dentista Pedodontista per questo!la diagnosi Ortodontica è cosa seria e dipende da una infinità di problemi da valutare con accurato check up ortodontico e cefalometria che misura delle semirette che individuano dei piani e degli angoli in base a cui si fa una diagnosi e si prospetta una terapia ortodontica ... e che è compreso in più visite, rilievi di dati e soprattutto uno studio a "tavolino" dei problemi da correggere........è come una progettazione matematica di una espressione, di un problema che la cui soluzione è in una sequenza di espressioni , numeri e dati...e chiedere quello che chiede lei per l'ortodonzia sarebbe come chiedere ad un matematico il risultato di un problema senza fargli fare tutti i "passaggi" che lo possano portare alla soluzione richiesta.........che le può dire solo un dentista dopo le visite suddette ...non posso quindi esprimere giudizi...senza vederla! Non solo non sarebbe corretto, ma non sarebbe professionale..............Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Sicuramente la visita da un collega esperto in ortodonzia o specialista è consigliabile ed anche urgente. una radiografia sarà immediatamente chiarificatrice sul'eventuale agenesia ( assenza ) degli elelementi dentari evenienza che colpisce il 2-3% della popolazione e quindi non così infrequente. Cordiali saluti

Scritto da Prof. Marco Finotti
Padova (PD)
Consulente di Dentisti Italia

Indispensabile controllo odontoiatrico con radiografie.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

La prima cosa da fare è un esame radiografico che permetta di fare una diagnosi sicura. Molte le ipotesi che potrebbero farsi:assenza genetica degli incisivi laterali, denti ritenuti per mancanza di spazio, ostacolo all'eruzione a causa di denti soprannumerari. Tutte le ipotesi sono passibili di interventi curativi. Ma perché fasciarsi la testa prima di fare una diagnosi certa?

Scritto da Prof. Giuliano Falcolini
Roma (RM)

Gentile signora contatti il suo dentista di fiducia il quale avvalendosi di una rx ortopantomografia sicuramente potrà fare diagnosi e proporle una adeguata terapia ( se necessaria), cordialità.

Scritto da Dott. Francesco Sforza
Carovigno (BR)

Cara Signora, le consiglio una visita. Basta una radiografia per valutare la situazione. Cordialità

Scritto da Dott. Vittorio Cacciafesta
Milano (MI)

Sig. Dionisia, mi trova in perfetto accordo con la risposta del Dott. Passaretti.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Il consiglio che posso darle è il più banale, ma concreto di tutti: 1) visita odontoiatrica; 2) esecuzione di una ortopantomografia. La radiografia le permetterà di sapere se i denti siano ritenuti per un qualche ostacolo meccanico, se siano agenetici (non presenti - gli incisivi laterali spesso mancano ma in genere c'è familiarità) o semplicemente se siano in ritardo.

Scritto da Dott. Luca Boschini
Rimini (RN)
Consulente di Dentisti Italia

Sullo stesso argomento