Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 7

Vorrei trovare un professionista serio, che abbia esperienza, esperto per implantologia/ rigenerazione ossea

Scritto da gregory / Pubblicato il
Salve, premetto che ho letto giá molte risposte date ad altri pazienti che in parte mi hanno chiarito la situazione. Solo per dare una sintetica presentazione di me diró che ho 53 anni, svolgo un lavoro che necessita anche di una certa estetica, ho in etá giovane fino ai 30 anni, trascurato moltissimo la bocca non avendo effettuato mai nessuna visita odontoiatrica, successivamente ho poi avuto necessità di affrontare la mia prima visita nel '90 col la conseguenza di dover estrarre molti denti cariati e insalvabili (di quelli che mi erano rimasti) con l'intento di affrontare poi un impianto e a questo proposito mi vennero messe due viti delle quali una, già in fase di innesto, finì con lo scomparire nel seno mascellare, con lo stupore e preoccupazione del medico che mi stava operando. Conseguenza, immediata visita da un altro suo collega da lui conosciuto, apertura del seno mascellare per recuperare la vite e diversi punti di sutura. Il problema di base giá allora era ovviamente il ridotto osso che avevo e che ha costituito la complicanza. La seconda vite che in qualche modo aveva attecchito la tenni "al vivo" per diversi mesi e poi col tempo anche quella, prima muovendo solo, poi dopo venne espulsa dalla mia bocca. Ovviamente il progetto originario basato sull'impianto andó a farsi benedire e io scioccato un po' da tutto, non solo lasciai perdere le cure, il medico odontoiatra in questione, ma anche eventuali altre visite con altri medici che non ho mai più fatto, sino al 2005, quando per la rottura del provvisorio parziale che continuavo a tenere in bocca da anni, ricorsi a farmi mettere un nuovo provvisorio superiore ( solo 6 denti) che doveva essere solo una soluzione estemporanea ma che ho ancora in bocca oggi. Ora da due giorni, per un colpo fortuito che ho subito sull'arcata superiore in corrispondenza proprio del primo dente superiore frontale, sento come se all'interno del provvisorio, il moncone del mio dente si fosse rotto o comunque si stia per staccarsi completamente. Quindi mi aspetto che fra qualche giorno cominci a venir via tutto il ponte provvisorio, ma la cosa peggiore é che, come mi é giá capitato per la parte sinistra dell'archetto provvisorio, venga via il moncone del mio dente ancora saldato alla capsula del provvisorio, "sradicandosi" dal suo alveolo naturale ( ormai con pochissimo osso o forse senza). Ho rimandato e trascurato sempre tutto sia per i guai e lo shock giá subiti in passato e sia perché spesso per lavoro, sto dei mesi all'estero. Ora vorrei affrontare seriamente il tutto, anche perché é diventato urgente, confidando anche nei progressi fatti da vent'anni ad oggi, nell'implantologia e nelle tecniche di rigenerazione ossea laddove necessiti. Ho letto, e sono d'accordo, sulla necessitá di rivolgersi a professionisti competenti, seri e affidabili, senza guardare chi promette cose o " regala" visite e cure. Il PROBLEMA É : a chi rivolgersi?? Io vorrei trovare, se non a Torino, anche a media/lunga distanza, un professionista serio, che abbia esperienza, esperto per implantologia/ rigenerazione ossea, abituato a casi difficili e che mi possa ridare la speranza di una bocca accettabile. Grazie infinite.
Caro Signor Gergory, intanto precisiamo che se ha tenuto in bocca un parzialino in resina, provvisorio, per anni, ha sicuramente "problemi" gnatologici di dimensione verticale, alterazione delle curve di Spee, Wilson e Monsen e delle disclusioni. Il parzialino si chiama provvisorio perchè deve essere PROVVISORIO! Altrimenti, essendo in resina e fatto in un certo modo appunto da Provvisorio, crea patologie! Quindi, prima di pensare a implantologia e ricostruzione ossea (la rigenerazione è tutt'altra cosa, errore che ormai fanno non solo i pazienti ma molti Dentisti). Per capire cosa sia una rigenerazione ossea parodontale, legga nel mio profilo "LA RIGENERAZIONE PARODONTALE GUIDATA CON MEMBRANA AMNIOTICA E COLLA DI FIBRINA (TECNICA PERSONALE) 1°PARTE - Considerazioni Istologiche e Sperimentali" e le sucessive altre tre parti. Poi da come parla e dall'età che ha che è una delle più colpite dalla Parodontite, sembrerebbe che abbia patologia Parodontale con difetti ossei. Bisogna quindi fare una Visita Parodontale completa con sondaggio parodontale. Per completa si intende anche odontoiatrica conservativa, endodontica, gnatologica etc. Legga sul mio profilo "Visita Parodontale" che è poi la visita completa Odontoiatrica che mia figlia ed io facciamo sempre nel nostro Studio per qualsiasi motivo il paziente fosse venuto ed avesse richiesto una visita! Così come il Medico deve visitare tutto il corpo a fronte di una patologia in atto, così il Dentista deve visitare tutta la bocca, sempre!Nella visita, tra le tante cose da rilevare c'è il sondaggio parodontale, come detto più volte, l'eliminazione del tessuto di granulazione nelle tasche parodontali con un curettage e scaling e root planing e rilevare così in una seconda visita di rivalutazione parodontale, la reale profondità delle tasche non più falsate dalla presenza di questo tessuto molle o duro a seconda che la malattia fosse stata attiva o inattiva al momento del primo sondaggio. Per quanto riguarda il Dentista a cui Rivolgersi, la cosa più importante però è che non perda tempo e che dia finalmente Fiducia ad un Dentista del Luogo. Torino è piena di eccellenti Odontoiatri e Parodontologi. Capisco che vorrebbe delegare la responsabilità di questa scelta a Noi! Ma per serietà professionale e deontologica questa scelta non la posso fare io. Deve farla Lei, anche "a pelle". A Torino e Provincia, o vicinanze ci sono eccellenti Odontoiatri, ripeto. Basta seguire la "Vox Populi" o cercare su questo portale in "Trova Dentista " in Home page digitando la città e leggendo i curricula fino a trovare un buon Dentista . Poi digiti il nome del Dentista su un motore di ricerca e se il Professionista è uno studioso, troverà curriculum, foto di interventi, corsi, congressi, pubblicazioni. Non sarebbe indispensabile avere tutto questo, ma almeno sa che sta recandosi da un Dentista colto e che fa cultura, il ché è già un buon inizio! In bocca al Lupo. Non continui a "perdere tempo prezioso". Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Estetica Dentale e del Sorriso e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Oggi le controindicazioni alla riabilitazione implantare sono molto limitate. Con una programmazione seria ( computer guidata, rigenerativa ) può riportare la sua bocca ad eccellenti livelli estetico funzionali. Però deve rivolgersi - come già lei dice nel titolo - ad un professionista serio, non certo a chi promette tutto e subito e a prezzi stracciati. A Torino ce ne dovrebbero essere diversi. Cerchi sul nostro portale, mi creda, è ben frequentato.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Se vuole il massimo, le posso consigliare dei professionisti di Milano: Chiapasco, Testori, Simion, di Flero(BS): Tinti, o di Ferrara: Parma Benfenati.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Lei scrive che “ora vorrei affrontare seriamente il tutto”, raccontando di trascorsi poco seri ma molto avventurosi dove “una vite finì con lo scomparire nel seno mascellare, con lo stupore e preoccupazione del medico che mi stava operando”. Per il futuro prossimo venturo è meglio che lei abbia idee chiare e distinte. Punto primo. L’odontoiatria è un mestiere dove una persona può fare molto male ad un’altra persona senza che la stessa vittima se ne accorga. Punto secondo. L’implantologia è sempre una seconda scelta. Lei potrà dedurre senza altri suggerimenti che i dentisti migliori siano quelli più ferrati nelle prime scelte, che sarebbero: otturazioni ermetiche e durevoli di carie, otturazioni di canali subito perfette e senza infezioni, trattamento di gengive che sanguinano, recupero del rapporto di combaciamento dentale in modo stabile e confortevole. Punto terzo. L’impianto si fa dopo questi interventi, se e dove serve a migliorare grandemente la qualità della vita, e solo dopo gli adempimenti perfetti del punto due. In ogni caso, una cosa è il plausibile, ed un’altra è il possibile, e bisogna distinguere tra questi significati con molta saggezza. Punto quarto. “Progressi nell'implantologia”. Si affidi a chi segue la penultima moda. Uso volutamente un linguaggio di odontoiatria commerciale da negozio, che stride con il senso più sincero dell’argomento, che la salute non debba mai essere messa all’asta. Nella salute l’ultima moda non è il massimo, per partito preso. Punto quinto. Lei ha scritto della “necessità di rivolgersi a professionisti competenti, seri e affidabili”, e su questo punto devo deluderla. Secondo Charlie Chaplin: “Non si vive mai abbastanza. Siamo tutti dilettanti”. Aggiungo che per chi sa solo qualcosina, e che sembra “abituato a casi difficili”, questi casi difficili non esistono se non per alzare il prezzo, qualche volta. Chi sa veramente non dichiarerà il suo caso come caso difficile. Punto sesto. Servono mai esperte. (Mani esperte.) Rilegga due volte (almeno) questo scritto e lo stampi e lo appenda a futura memoria. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Egregio Sig Gregory, per prima cosa occorre che il professionista che la prenderà in cura esegua un accurata pianificazione del piano cure a cui dovrà essere sottoposto. Ciò vuol dire esami Rx sia endorali che eventuale Tac cone beam, bonifica, valutazione della componente occlusale tramite opportuni tests computerizzati in grado di fornire una masticazione fisiologica sicuramente andata persa e realizzazione di una ricostruzione temporanea da cui scaturirà un lavoro definitivo realizzato su basi certe e collaudate. Si potrà prendere in considerazione la fase impiantare e rigenerativa ossea solo dopo a aver soddisfatto una serie di protocolli irrinunciabili. Rifugga da proposte implantari eseguite a rotta di collo, proposte allo scopo di ingolosire il paziente promettendo soluzioni veloci e miracolistiche. La realizzazione di un lavoro ricostruttivo può anche passare attraverso una fase chirurgica implantare eseguita, se molto complessa, da uno specialista ed una fase protesica eseguita da altro esperto operatore protesista. Non bisogna assolutamente scartare ipotesi ricostruttive di fine tecnica protesica che, pur senza impianti, assicurano una funzione masticatoria ed una estetica assolutamente soddisfacenti. Ciò detto dovrà essere lei ad affidarsi al curante che, proponendole un piano clinico del tipo esposto, possa darle la fiducia necessaria.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Michele Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia

Carissimo Gregory, la sua storia è sicuramente complessa e non è possibile darle un parere senza una visita adeguata con le indagini radiografiche opportune. Dalla lettura della sua descrizione pare chiaro che, almeno nel settore posteriore dell'arcata superiore, non vi sia osso sufficiente per inserire impianti. In queste circostanze vi sono due tipi di soluzioni: innesto d'osso (procedura che per portarla al posizionamento della protesi richiede da 2 a 3 interventi chirurgici e 7-9 mesi di attesa) oppure impianti zigomatici che con un solo intervento le permettono di ricevere una protesi fissa entro 48 ore dall'intervento. Se desidera maggiori chiarimenti mi contatti direttamente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Alvise Cappello
Padova (PD)

Sig. Gregory, mi permetto di consigliarle il Dott. Maurizio Signorini che esercita nella sua zona, questo giovane professionista oltre essere stato uno dei miei migliori allievi, gode della mia stima per l'utilizzo di apparecchiature all'avanguardia. Se vuole può scaricare questo scritto e utilizzarlo come lettera di presentazione non esiti, così potrà ottenere un corretto appuntamento.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento