Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 5

SEGUITO ALLA DOMANDA: Due settimane fa mi è stato impiantato un incisivo laterale superiore

Scritto da Fulvia / Pubblicato il

Buongiorno, circa sei settimane fa mi è stato impiantato un incisivo superiore laterale; vi avevo già descritto brevemante la mia situazione all'inizio di Novembre. Il mio dentista mi he fatto assumere dal giorno prima dell'impianto per sei giorni un antibiotico ( poichè avevo un granuloma ), poi mi ha estratto il dente, fatto l'impianto e messo subito un provvisorio. Dopo due giorni circa, ho iniziato ad avvertire dolore alla faccia dal lato dell'impianto, che tendeva ad irradiarsi lungo la linea del naso, soprattutto intorno all'occhio nella parte superiore. Dopo altre due settimane, poichè il dolore non regrediva ma anzi aumentava, mi è stato richiesto un esame dentalscan; vi riporto di seguito l'esito: L'indagine è stata eseguita mediante acquisizione volumetrica dell'arcata dentaria superiore e con successive riformattazioni multiplanari, perpendicolari alla tangente della curva mascellare nei singoli punti. Una lieve demineralizzazione ossea è visibile in corrispondenza della porzione apicale della fixture in 2.2. Minimi inspessimenti dello strato muco-periosteo sono visibili in corrispondenza dello sfondato inferiore di entrambi i seni mascellari. Si apprezza ipertrofia dei turbinati inferiori. Il mio dentista mi ha anche consigliato di fare una visita otorino, perchè secondo il suo parere potrebbe trattarsi di sinusite. Per me è un disturbo veramente debilitante; anche perchè fino al giorno dell'impianto non avevo mai sofferto di alcun tipo di dolore alla testa o alla faccia, neanche di qualche leggera forma di cefalea. Il grosso fastidio è all'occhio, perchè il solo guardare soprattutto a destra ma anche a sinistra, mi provoca un aumento del dolore e in alcuni momenti ho addirittura l'impressione di vedere un pò annebbiato; se osservo un oggetto con attenzione o leggo usando soltanto l'occhio interessato, mi accorgo che non riesco a mettere bene a fuoco ciò che vedo, e l'immagine tende leggermente a sdoppiarsi. Ho anche ricordato al mio dentista il disturbo che ho avuto subito dopo l'impianto e se questo potesse essere influente: per circa un quarto d'ora prima che passasse l'effetto dell'anestesia, l'occhio sembrava immobile e letteralmente mi si incrociavano gli occhi; un fastidio molto intenso che poi pian piano è passato. Spero di essere riuscita a descrivervi con un pò di chiarezza la mia situazione; sono molto preoccupata. Vi ringrazio sin da ora per le vostre risposte. Distinti saluti. Fulvia.

 

Precedente:

http://www.dentisti-italia.it/dentista_domande/implantologia/6672_impianto-incisivo-laterale-superiore.html

Cara Signora Fulvia, la base della mia risposta l'ho già data il 02-11-2012 ed è inutile che la ripeta! Visto che riscrive e non capisce, purtroppo, che via Web non è possibile fare una visita Clinica e strumentale che è invece indispensabile per fare una Diagnosi ed impostare la relativa terapia, non so proprio che dirle se non,visto che ha una grande sfiducia e disistima molto biasimevole, se lo lasci dire, nel suo Dentista, si faccia visitare da un altro Dentista implantologo che valuti soprattutto il forame infraorbitario ed il nervo che lo attraversa e che potrebbe essere stato leso durante l'anestesia tronculare dello stesso nervo. E' per ora uno dei pochi sospetti diagnostici che "a naso" ed "a distanza senza poterla visitare" mi viene in mente, oltre a quanto già precedentemente scritto nella precedente risposta! Tenga poi presente che dei sintomi detti sinalgie, che praticamente, per incapacità del nucleo caudato del cervello a cui arrivano tutti gli stimoli dolorosi di una metà della bocca, possono provenire non dal dente in causa ma da denti o parodonto anche lontano. Quindi bisogna fare una accurata visita Odontoiatrica completa ed accurata Poi una visita Gnatologica e conservativo-endodontica accurata ed una visita Parodontale e stia certa che si arriva ad una diagnosi. Tenga inoltre presente che la visita Odontoiatrica deve essere totale.Questa plurispecialità, ripeto e non mi stancherò mai di ripeterlo, della visita che comprenda anche un sondaggio parodontale totale e completo, deve essere parte costante in qualsiasi Visita anche solo Generica Odontoiatrica per qualsiasi motivo sia stata fatta e che in genere non viene mai fatta, invece, purtroppo, specie nei centri Low Cost! Non si procede per tentativi ma una terapia la si imposta solo dopo una Diagnosi ed una Diagnosi ci deve essere per forza!Ha descritto sintomi che possono essere parodontali o stomatologici di patologie orali, se quanto segue come la doppia visita parodontale intervallata dalla preparazione parodontale iniziale con Igiene Orale, Curettage e Scaling e Root planing, Serie completa di Rx endorali, modelli di studio Gnatologici e Parodontali e soprattutto doppio sondaggio parodontali inprima e seconda visita di rivalutazione, allora manca qualcosaq di estremamente importante per la Diagnosi! Così come mancherebbe se non fosse stata fatta una accurata anamnesi clinica sistemica, otorino in particolare, oltre che odonmtostomatologica totale!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia, Endodontia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Quindi le è stato eseguito un impianto al posto di un laterale senza eseguire prima un trattamento curativo dello stesso? Il dott Petti, come sempre, le ha già fatto una esauriente panoramica delle modalità di eseguire un'accurata visita odontoiatrica. Cordialmente

Scritto da Dott. Edmondo Spagnoli
Lecco (LC)
Consulente di Dentisti Italia

Se ho capito bene Lei aveva un granuloma apicale sul dente sede dell'impianto immediato. Se sì, allora a mio avviso, avrebbe dovuto procastinare la fase chirurgica implantare, fino a quando non fosse stato nella certezza di un processo di guarigione del sito implantare dopo ovvia rimozione del dente infetto ed accurato curettage dell'area chirurgica, soprattutto si ha desiderio di un carico immediato. Un ponte Maryland le avrebbe permesso di attendere l'inizio della guarigione per l'impianto differito. Un saluto ..e speriamo che tutto si risolva al più presto.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Angelo Bernardis
Latina (LT)

Gentile paziente il problema è legato al fatto che probabilmente si è intervenuti subito con un impianto post estrattivo, terapia possibile e giusta. Le ipotesi sono due ho il sito operatorio non è stato correttamente pulito, oppure ci potrebbe essere stata una errata inclinazione dell'impianto con una fenestrazione ossea vestibolare (quest'ultima riscontrabile dalla tac). Ci invii foto e lastre se possibile. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Stefano Salaris
Roma (RM)

Sig. Fulvia, l'impianto è rimovibile e inseribile tra sei mesi, ne parli con il suo odontoiatra, meglio sarebbe che il suo odontoiatra s’iscrivesse al nostro portale, dove trova un forum a lui riservato, dove può discutere del suo caso con molti colleghi.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento