Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 9

E' opportuno sfruttare la copertura antibiotica?

Scritto da Renato / Pubblicato il
Buongiorno a tutti, scrivo per avere, gentilmente, un consiglio. A mia madre, una signora di 65 anni, è stata rimossa una struttura "a ponte" ed un molare in attesa di procedere con un impianto da applicare nei prossimi giorni. Nei giorni passati ha lamentato una faringite e stamattina si è svegliata con un evidente gonfiore alla zona coinvolta nel trattamento ed una piccola reazione allergica alle mani, di cui non è stata mai sofferente. Il suo Dentista le ha consigliato delle iniezioni di antibiotico. Il consiglio che richiedo è questo: è opportuno sfruttare la copertura antibiotica anche per installare l'impianto o sarebbe preferibile prima ripristinare il corretto stato di salute e procedere poi con lo stesso fra qualche settimana? Grazie, per l'opportunità che offrite di porre domande e per l'attenzione.
Caro Signor Renato, come posso dirlo senza visitare sua mamma clinicamente? La ragione e la Logica mi porterebbero a suggerire di fare una Diagnosi sul perchè di queste patologie e come giustamente pensa lei, di "prima ripristinare il corretto stato di salute e procedere poi con lo stesso fra qualche settimana", aggiungo ripetendo la copertura antibiotica! Ma solo dopo aver fatto Diagnosi e Anamnesi clinica locale e Sistemica Generale e Generica sulla attuale patologia!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia, Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

La domanda è troppo oscura: sta prendendo ora antibiotici?? Ma se è così, la reazione allergica ammesso che di questo si tratti, non potrebbe essere in relazione a questi farmaci?? E se è così non sarebbe meglio sospenderli invece di continuarli?? Consiglio visita rapida dal medico di famiglia..

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Generalmente gli antibiotici usati si definiscono a "largo spettro d'azione" pertanto questo dovrebbe avere effetto sia per il problema alla faringe sia come copertura per l'intervento di implantologia. Se fosse per me, però aspetterei che il fatto si risolva, anche a costo di dover ripetere la terapia farmacologica a distanza di una settimana o dieci giorni. Il gonfiore nella zona potrebbe essere il motivo per cui attenderei con l'implantologia, mentre per la reazione alle mani potrebbe essere tutto e potrebbe essere anche un detersivo particolarmente aggressivo e quindi assolutamente non in collegamento con le cure subite. Se non passasse consiglio l'esecuzione di mirati test allergologici da eseguire presso un centro di medicina generale. Cordiali saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Davide Colla
Seregno (MB)
Collaboratore di Dentisti Italia

Gentile Sig. Renato, non è corretto mettere un impianto mentre è in corso una patologia infettiva. Indagherei anche sulla lesione alle mani per future terapie. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile sig. Renato, è sempre meglio che la paziente si ristabilisca, perché se dovesse avere dei problemi nel post operatorio implantare, non si sa se dipende dalla faringite o dall'impianto. Inoltre, la paziente può essere infastidita o reagire male al protocollo necessario (ghiaccio ogni dieci minuti, antibiotico e antiinfiammatorio, ecc). In linea di massima l'antibiotico per l'implantologia è identico a quello che serve per la faringite, con l'accortezza però di sapere che le faringiti sono spesso sostenute da virus, pertanto la terapia potrebbe essere sensibilmente diversa. Vale quello che ho detto in apertura: meglio che la paziente si presenti in apparente stato di buona salute, senza faringite, febbre o altro, auguri
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott.ssa Maria Grazia Di Palermo
Carini (PA)
Consulente di Dentisti Italia

A me non sembra che il Suo dentista abbia fatto nessun errore, secondo me deve seguire (tranquilla) i suoi consigli. Saluti

Scritto da Dott. Daniele Tonlorenzi
Carrara (MS)

Gentile sig.Renato, è probabile che non vi siete capiti voi e il dentista, pertanto l'unico consiglio è quello di porre tali quesiti direttamente al dentista è vedrà che riceverà le risposte appropriate. Buonasera

Scritto da Dott. Antimo Perfetto
Sant'Antimo (NA)

Gentile Renato, consiglio di escludere reazioni allergiche in atto e di procedere all'impianto quando la mamma starà completamente bene. Cordialità.

Scritto da Dott. Michele Caruso
Treviso (TV)
Consulente di Dentisti Italia

Sig. Renato, segua i consigli del suo odontoiatra.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento