Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 10

Circa 15 anni fa, a causa di una caduta ho subito un trauma che mi ha provocato la perdita dei 2 incisivi centrali e di tutta la parte ossea anteriore

Scritto da Antonio / Pubblicato il
Salve, sono Antonio e ho 24 anni. Circa 15 anni fa, a causa di una caduta ho subito un trauma che mi ha provocato la perdita dei 2 incisivi centrali e di tutta la parte ossea anteriore. Nel corso degli anni ho subito tanti interventi ma all'epoca mi dissero che per sistemare il tutto avrei dovuto aspettare che il mio viso assumesse un aspetto da adulto. Così 3 anni fa mi sono rivolto ad un medico che mi ha chiaramente spiegato la situazione ed illustrato le possibili soluzioni. Ovviamente, essendo giovane ho optato per la rigenerativa ossea con osso sintetico e successiva implantologia. Il dott mi disse che sarebbero serviti almeno 2 interventi di rigenerativa, vista la quantitá di osso mancante, ed un terzo per posizionare gli impianti. Abbiamo fatto il primo intervento ( con incremento di 5/6mm a detta sua) e a distanza di un anno (9 mesi di guarigione + 3 d'estate) il secondo ( incremento di 2/3 mm). A questo punto avremmo dovuto posizionare gli impianti, ma trascorsi i 9 mesi, vedendo la tac il medico mi ha detto che era necessario un terzo intervento di rigenerativa poichè c'era, verticalmente e non in spessore, una mancanza di osso sulla parte destra. Ecco che 3 settimane fa ho subito il terzo intervento (ho ancora i punti :)). Questa volta il dott ha fatto uso di una griglia in titanio perché la sua paura era che, avendo un muscolo labiale abbastanza grosso, l'innesto subisse dei micromovimenti e quindi ci fosse insuccesso. Ora volevo gentilmente porvi alcune domande: 1) é possibile che 2 interventi di rigenerativa non sono bastati a rigenerare osso a sufficienza, considerato comunque che inizialmente la quantitá di osso era quasi nulla? 2) cosa può aver causato una crescita asimmetrica? 3) dopo 15 anni di attesa, la paura che anche questa volta non vi sia rigenerazione sufficiente mi assale e sinceramente attendere ancora 9 mesi per sapere l'esito un po mi spaventa. É possibile fare una tac prima dei 9 mesi ( il mio dott dice di no perchè potrebbe compromettere la mineralizzazione dell'innesto o cose simili)? Mi scuso per aver scritto un romanzo ma volevo illustrarvi dettagliatamente la mia situazione così da poter avere una risposta soddisfacente. Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità. Cordiali saluti. Antonio.
Impossibile fare commenti. I dati sono del tutto insufficienti per dire qualcosa. Dico solo che è un programma davvero ambizioso ricostruire l'osso così. Quanto alla Tac, consiglio di aspettare, non perchè danneggi l'intervento, ma perchè sono tanti raggi per lei.

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Antonio, gli interventi di chirurgia rigenerativa possono essere spesso complicati e bisogna affidarsi a mani esperte della materia. Non conosco il suo caso ma se effettivamente la sua situazione era molto seria è molto probabile che ci siano voluti più interventi per rigenerare osso sufficiente per l'inserimento di impianti. Se lei ha effettuato da pochissimo l'ultimo intervento fare una tac subito sarebbe inutile poichè potrebbe verificarsi in questi mesi anche un leggero riassorbimento dell'osso e la situazione ovviamente sarebbe diversa dalla attuale. Il suo dentista sicuramente conosce bene la sua situazione e le consiglio di parlarne apertamente e con fiducia con lui dei dubbi che dovesse avere. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Tersandro Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia

Rocostruzione ossea mento e cresta ossea inferiore secondo la Tecnica Chirurgica  del Grandissimo Edlan Mejchar. Da casistica del Dr. Gustavo Petti Parodontologo di Cagliari
Caro Signor Antonio, intanto preciso che non si tratta di chirurgia ossea Parodontale Rigenerativa ma solo Ricostruttiva. Questo per dare una informazione culturale generale perchè troppo spesso si parla di "Rigenerativa" quando invece è "Ricostruttiva" e le due chirurgie sono altamente diverse con risultati completamente differenti! Non sto qui a spiegare la differenza che interessa solo i Parodontologi ma se fosse interessato legga nel mio profilo"LA RIGENERAZIONE PARODONTALE GUIDATA CON MEMBRANA AMNIOTICA E COLLA DI FIBRINA (TECNICA PERSONALE) 1°PARTE - Considerazioni Istologiche e Sperimentali" e poi la 2°-3° e 4° parte ed avrà un'idea di cosa sia la "Rigenerativa" (in ogni caso le lascio una foto dove ho ricostruito l'osso del mento e della cresta ossea inferiore, RICOSTRUITO, non RIGENERATO)! Nel suo caso le tecniche di ricostruzione ossea sono diverse e molto dipende dalle capacità di chi le fa! Per esempio c'è chi usa osso autogeno prelevando dalla cresta ossea dell'Ileo, tutto l'osso che serve in una sola volta o lo si preleva dal mento o dai tuber rettromolari o dai trigoni etc. Oppre si usa osso eterologo, ossia di altra specie come l'osso di Kiel che è osso Bovino deproteinato perchè non abbia potere antigene o di ossa di Cavallo etc. Oppure osso Artificiale riassorbilbile contenuto da membrane o griglie o "impalcature" in vari materiali tra cui il titanio o altro riassorbibili! Per poterle dare una risposta "soddisfacente, competente e Professionale dovrei solo Visitarla, ma non ne vedo la necessità dato che è nelle mani di un ottimo Dentista a quanto ci racconta! Si affidi quindi a lui! Non capisco la sua sfiducia e disistima cercando altri pareri! Altri pareri si cercano nel caso sotto forma di consulto con visita clinica e non via Web, ma ripeto non mi sembra il caso, deve solo fare una riflessione sulla Stima e Fiducia o non Fiducia e Disistima che ha per il suo Dentista! Se io fossi il suo Dentista e riconoscessi Lei nel suo Post, mi rifiuterei di continuare a curarla perchè sarebbe venuto meno la base più importante ed essenziale:" La reciproca fiducia Medoco-paziente" e sinceramente mi rifiuterei di continuare a "darle tutto lo sforzo intellettivo e professionale e di perizia chirurgica e manuale che stessi mettendo a sua disposizione con tutto il mio impegno! Scusi ma deve capire l'importanza di questa Fiducia e Stima che o c'è o non c'è!Cordialmente Gustavo Petti, Parodontologia,Implantologia, Gnatologia e Riabilitazione Orale Completa in Casi Clinici Complessi ed Ortodonzia e Pedodonzia la figlia Claudia Petti, in Cagliari
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Magistrale la risposta del Dr. Petti. In ogni sua parte.

Scritto da Dott. Lorenzo Alberti
Roma (RM)
Collaboratore di Dentisti Italia

Difficile darle una risposta senza avere foto e radiografie però le posso dire di avere ancora un po' di pazienza e aspettare l'esito del terzo intervento. Le posso solo dire che l'uso della griglia in titanio dà risultati soddisfacenti anche se è difficile da utilizzare. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Leonardo Resta
Gioia del Colle (BA)

La griglia in titanio è l'angoscia (piccola) dei dentisti perché diventa molto difficile da togliere quando le cose vanno bene. L'osso è entrato nei buchi della griglia come l'edera nei buchi di una staccionata. Sotto la griglia le cose vanno quasi sempre bene, a costo di dimenticarla anche dopo i tre o sei mesi canonici. Tre o anche quattro interventi in successione non sono molti. Pensi che per ricostruire un naso i chirurghi plastici fanno non meno di dieci interventi. Buona fortuna!
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Sebastiano Carpinteri
Torino (TO)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile Sig. Antonio, se il deficit è grave possono volerci più interventi per avere osso sufficiente per mettere impianti. Comunque parla di griglie in titanio, tecnica che non molti dentisti sono in grado di usare. Pertanto mi fiderei del suo dentista che mi sembra bravo e scrupoloso. Non faccia TAC adesso, si fa solo a tessuti stabili e maturi, prima è inutile. Cordiali saluti

Scritto da Dott. Massimo Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia

Gentile paziente, stando a quanto racconta, Lei ha subito 3 interventi per rigenerare sia verticalmente che orizzontalmente tutto l'osso che ha perso, e non è contento dei risultati raggiunti da suo Dottore? Il collega con soli 2 interventi è stato in grado di ricostruire la maggior parte dell'osso perso, e ora con il terzo, sta colmando le ultime lacune. Dia retta a me, continui ad affidarsi alle mani esperte del collega e vedrà che tutto andrà nei migliori dei modi. Cordialmente
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gerardo Cafaro
Campagna (SA)

Sig. Antonio, la tecnica rigenerativa si usa in parodontologia ed è un’altra cosa, forse il suo osso andava ricostruito con osso autologo prelevato dalla teca cranica o dalla cresta iliaca dove si trova in abbondanza. Ora sta portando un provvisorio mobile?

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Fare una TAC con la griglia metallica non darebbe un buon risultato, oltre ad esporla ad un'ulteriore dose di radiazioni. Aspetti di rimuoverla e poi verrà fatta una valutazione.

Scritto da Dott. Paolo Gaetani
Lecce (LE)

Sullo stesso argomento