ricerca nel sito Cerca il Dentista nella tua città Cerca in
(area promo)

domande di odontoiatria

Ricerca nelle domande di Odontoiatria

   
Ricerca per categoria:  Ricerca parole chiave:

Domanda di Implantologia


Scritto il 06-07-2011


Si può mettere un impianto appena tolto il dente?

Riccardo
Si può mettere un impianto appena tolto il dente? Un dentista estero mi ha proposto di andare in Ungheria due volte. Ciò vuol dire che la prima volta che vado mi toglie i denti che non vanno e me li sostituisce con impianti, ma non bisogna lasciare il tempo alla gengiva di guarire prima di mettere gli impianti? Grazie Riccardo


Le risposte dei medici

Pagine: 123
Risultati trovati: 17
Pubblicato il 07-07-2011
Dipende dalle condizioni ove si esegue l'implantologia, sono molte le variabili che determinano la scelta di posizionare l'impianto immediatamente o a distanza di tempo, e si definiscono sul singolo paziente mai in modo standard eviterei, se mi permette, di essere seguito da chi non può controllare al bisogno in tempi rapidi l'evoluzione della guarigione e soprattutto da chi non studia attentamente sia dal punto di vista clinico che radiologico il paziente prima di effettuare un piano di trattamento. Cordiali saluti

Scritto da Prof. M. Finotti
Padova (PD)
Collaboratore di Dentisti Italia
Pubblicato il 07-07-2011
Gentile Riccardo, tempo fa un mio cugino, senza informarmi, andò in Ungheria per delle cure con relative protesi odontoiatriche (peraltro tutto il piano di cura scritto a penna senza alcuna intestazione su di un foglio di carta anonimo). Dopo qualche tempo dal ritorno dall'Ungheria si è presentato nel mio studio per un ascesso mostruoso. Si erano SOLO dimenticati(sich) di devitalizzare alcuni denti pilastro delle protesi. Le lascio immaginare come è andata a finire. Questo per dirle di diffidare assolutamente delle visite via web che non possono in alcun modo sostituire una accurata visita accompagnata da una attenta analisi di altri fattori e parametri per un piano terapeutico giusto. Gli impianti cui lei accenna sono di tipo post-estrattivo immediato che vanno valutati caso per caso e non si possono applicare a tappeto in maniera universale. Cordialmente

Scritto da Dott. T. Savino
Tivoli (RM)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 07-07-2011
Egr. Riccardo, la proposta di fare impianto immediato, in teoria va benissimo, solo che prima di decidere è necessario visitare il paziente, fare studi radiografici, magari qualche ricerca con esami del sangue es. glicemia...dopodichè si procede. Una volta posizionati gli impianti in bocca, lei torna in Italia, se capita qualche evento avverso, importante o no, cosa fa? Scrive al dentista, torna in Ungheria, corre da un dentista della sua città? Valuti bene prima di decidere.

Pubblicato il 07-07-2011
Caro Sig. Riccardo, vada in Ungheria a farsi mettere gli impianti. E' molto probabile che in seguito, dopo un iniziale periodo di soddisfazione per avere risparmiato dei soldi, si troverà costretto a fornire molto lavoro ad un odontoiatra italiano che, ahimè con esborsi molto più cospicui del previsto, si troverà nelle condizione di rimediare ad una situazione clinica ovviamente creatasi per la necessità di operare in tempi brevi, senza un corretto piano di cure e magari con materiali scadenti. Oltre a ciò, in caso di negative conseguenze, non credo possa avere la possibilità di rivalersi legalmente nei confronti di un operatore estero, magari sparito nel nulla. Auguri.

Scritto da Dott. M. Lasagna
Bereguardo (PV)
Collaboratore di Dentisti Italia
Pubblicato il 07-07-2011
Gentile Sig. Riccardo, un impianto post estrattivo si può fare, ma bisogna controllare svariati parametri per poterlo decidere, cioè una visita molto accurata accompagnata da esami radiologici. E' impossibile fare una tale diagnosi a distanza. Io non mi fiderei di una persona che mi promette un impianto post-estrattivo senza avermi mai visto! Cordiali saluti

Scritto da Dott. M. Tabasso
Savigliano (CN)
Consulente di Dentisti Italia
Pubblicato il 07-07-2011
Gentile Sig. Riccardo, tutti i miei colleghi le risponderanno allo stesso modo: "dipende", e questo perchè senza averla visitata di persona e senza avere nessun esame di diagnostica strumentale a riscontro (rx, tac, ecc...) è impossibile indovinare se nel suo caso specifico questo tipo di riabilitazione implantare sia fattibile. Se mi permette, questo dovrebbe farla molto riflettere sul tipo di terapia che le stanno proponendo... cordialmente

Pubblicato il 07-07-2011
Gentile Sig. Riccardo, in Medicina, e quindi in Odontoiatria ogni caso deve essere studiato attentamente. Certo è possibile inserire contestualmente gli impianti all'avulsione dei denti, ma ciò non può prescindere da una valutazione clinica e radiografica. Semplificare una cura per "portare a se" il paziente non va bene...certo è semplice...Le consiglio di chiedere una consulenza il Italia perchè, anche se la spesa è lievemente maggiore, per quanto mi riguarda avere il Chirurgo poco distante da casa, mi tranquillizza nell'immediato e nel tempo. Libera scelta. Buon pomeriggio

Scritto da Dott. G. Dettori
Sassari (SS)
Collaboratore di Dentisti Italia
Pubblicato il 07-07-2011
Caro signore, il dentista italiano non è custode depositario del sapere, probabilmente tutti i dentisti del mondo mettono impianti allo stesso modo, e non sarebbe affatto strano, magari, trovare dentisti più bravi in Ungheria che in Italia. Il difficile sta secondo me nella gestione dell'eventuale insuccesso, possibile sia in Italia che all'estero. Dal suo dentista abituale un fatto del genere non crea problemi maggiori del fatto stesso, oltre confine invece vi sono complicazioni in più. Aggiunga che in paesi (anche UE) vi è un ordinamento giuridico differente dal nostro, sulle procedure di sterilizzazione, sui componenti delle leghe ad uso dentale, un pò più permissivo rispetto a quelli vigenti nel nostro paese e avrà il quadro completo della cosa. Certo le può andare anche bene, ma la decisione dipende da lei. Cordiali saluti.

Scritto da Dott. D. Colla
Seregno (MB)
Consulente di Dentisti Italia
Pagine: 123
Risultati trovati: 17