Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 9

Che cosa comporta rimanere senza un premolare?

Scritto da gaetano / Pubblicato il
Buongiorno, vorrei gentilmente esporre il mio problema: molti anni fa ho devitalizzato e fatto un'otturazione ad un premolare superiore ma non l'ho incapsulato. Il mio attuale dentista mi ha consigliato vari mesi fà di fare un impianto ed io concordo. In questi giorni però il premolare con relativa otturazione è praticamente andato distrutto ed ora mi è rimasto poco o niente. Vorrei sapere se c'è pericolo di infezioni o di creare danni agli altri denti intorno e per quanto tempo posso stare senza andare dal dentista che del resto in questo periodo di ferie nemmeno c'è! Ed infine se è necessario l'impianto o si può vivere anche senza questo premolare, sebbene sia abbastanza antiestetico! Grazie dell'eventuale risposta e buone vacanze!
Caro sig. Gaetano, la valutazione della valenza estetica di un premolare superiore la puo' fare da solo sorridendo allo specchio, vedrà che è importante. Il mio consiglio è di mantenere pulito il sito fratturato con manovre di igiene orale ed uso di un collutorio a base di clorexedina digluconato 0,20 (tipo dentosan 0,2 o corsodyl ecc.) facendo sciacqui di 30 secondi 2 volte al giorno. In questo modo, quando il suo dentista rientrerà dalle ferie potrà rapidamente operarla. Cordiali saluti dott. Morandi Ferruccio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Ferruccio Morandi
Pistoia (PT)

Il premolare è un dente che oltre a partecipare alla masticazione partecipa anche al sorriso. Non sostituirlo significherebbe diminuire la capacità masticatoria e peggiorare l'estetica. Inoltre i denti funzionano in modo corretto quando sono uniti in arco tra di loro, come in un palizzata. Se lei decide di non sostituire il premolare, l'arco risulta interrotto così che gli altri denti vengono sottoposti a forze anomale che con il tempo rischiano di peggiorare l'intera masticazione. I denti vicini allo spazio lasciato cominciano ad inclinarsi, il dente opponente tende a erompere di più, si accumula cibo nello spazio e i denti vicini rischiano di cariarsi. Inoltre una volta tolto un dente, l'osso in quella zona tende a ritirarsi. E' perciò importante sostituire il dente prima possibile. La migliore soluzione per sostituire il premolare è l'implantologia. Poiché il dente è rotto, c'è la possibilità che i batteri della bocca possano infiltrarsi e passare attraverso la radice nell'osso, provocandole infezione.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Pasquale Venuti
Mirabella Eclano (AV)

L'aspetto estetico rispetto a quello funzionale di un dente è secondario. Deve assolutamente, qualora non sia salvabile, rispristinare la funzionalità della masticazione mediante impianto, ponte o quanto il suo dentista la consiglierà. Per il periodo feriale concordo con quanto cosigliatole dal collega Morandi, unica cosa per quano riguarda la clorexidina l'utilizzo non deve superare i 15 giorni perchè potrebbe pigmentare (macchiare) i denti. Dott. Vittorio Migliavada

Scritto da Dott. Vittorio Migliavada
Desio (MB)

Leggo che i colleghi vi hanno già risposto in modo esauriente e competente. Vorrei solo aggiungere che é tipico di una, per fortuna limitata, categoria di pazienti il trascurarsi per molto tempo, non seguire i consigli sanitari, per poi lamentarsi per l'assenza del medico durante il periodo feriale. Faccia tesoro di questa esperienza. Segua i consigli del medico di fiducia in futuro. "Prevenire é meglio che curare" nell'interesse di tutto il suo organismo. Cordiali saluti. Prof. Vito A. Tomasicchio
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Vito Antonio Tomasicchio
Bari (BA)

Intanto tenderei a rassicurarti in parte circa la necessità immediata di intervento, perchè da un lato non si corrono certo rischi di "contaminare" altri denti, dall'altro però è probabile che anche un residuo radicolare presente del premolare consentirebbe un buon intervento conservativo di recupero. Insomma prima di pensare ad alternative chirurgiche implantoprotesiche, se la tua buona radice del premolare fosse in discrete condizioni sarebbe più che sufficiente una ricostruzione del moncone mancante del dente (corona) e quindi il relativo incapsulamento. Ovviando così in tal modo ad interventi implantoprotesici molto più onerosi. Cari saluti.
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Prof. Attilio Menduni De Rossi
Castellammare di Stabia (NA)

Gentile Gaetano, ogni dente è importante. Se riesce a mantenere pulita la zona interessata, può anche attendere i primi del mese prossimo per iniziare la terapia riabilitativa. Cordiali saluti Dott. Cristian Romano

Scritto da Dott. Cristian Romano
Palermo (PA)
Collaboratore di Dentisti Italia

Concordo con i colleghi, e penso che lei debba trarne frutto da questa esperienza per prevenire in futuro altri problemi simili. Saluti Dr. Pietro Convertino

Scritto da Dott. Pietro Convertino
Alberobello (BA)

Caro Gaetano, il mio consiglio che risponde precisamente alla tua domanda è quello di riprendere il più velocemente possibile FUNZIONE ed ESTETICA dell'elemento dentario perso, anche per evitare eventuali migrazioni ossia spostamenti degli altri denti adiacenti con un ulteriore aggravamento della situazione dal punto di vista occlusale. Distinti Saluti

Scritto da Dott. Vincenzo Bifaro
Giugliano in Campania (NA)

Sig. Gaetano, il non ascoltare i consigli del suo odontoiatra, sembrerebbe che non abbia dato buoni frutti, per cui da questa esperienza ascolti i consigli che le darà il suo dentista.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento