Domanda di Implantologia

Risposte pubblicate: 4

Nel 1998 mi è stato impiantata una protesi fissa inferiore.

Scritto da Maria Antonietta / Pubblicato il
Buonasera, sono una signora di 48 anni ; Nel 1998 mi è stato impiantata una protesi fissa inferiore per risolvere il problema della gengivite che rendeva i denti sempre più mobili. Nel luglio 2005, a causa di un granuloma formatosi sotto la capsula dell'ultimo molare, è stato necessario trapanare questa capsula e intervenire sul granuloma. Dopo avere tolto il granuloma il dentista ha riempito il buco formato nella capsula con del materiale grigio. Dopo circa due anni questa capsula si è spezzata e ora la gengiva in corrispondenza della capsula e'' sempre infiammata e irritata. Per ovviare a questo mi è stato detto che l'unica soluzione è togliere tutta la protesi fissa e su di essa costruire una nuova capsula del molare. Potete suggerirmi un intervento più semplice, meno costoso e non doloroso? Vi ringrazio anticipatamente per la riposta. Maria
Gentile Sig.ra Antonietta, Partendo con ordine; se nel 1998 le è stata "impiantata" una protesi fissa , per risolvere un problema di una non meglio identificata gengivite (parodontopatia? Penso di si), già questo non mi trova d'accordo. La parodontopatia prima si cura, poi, se ve ne è la necessità, facendo molta attenzione a come è costruito il manufatto, si provvede ad una protesizzazione; ma trasformare una protesi fissa in un sistema di splintaggio non curanti di cosa c'è sotto, è a dir poco temerario. Per quanto riguarda il granuloma, è senz'altro l'esito di una terapia canalare incongrua; il materiale grigio è con molta probabilità amalgama d'argento; verosimilmente l'apertura della capsula per accedere al lume canalare ha indebolito la capsula stessa che dopo due anni ha ceduto. Se sia necessario o meno smontare tutto per rifare una capsula è difficile rispondere. Quella capsula serviva a reggere anche altri elementi? Se si quanti? E' certa che le sia stato proposto lo smontaggio e il rifacimento del lavoro solo per quell'elemento? Per darle risposte più esaurienti penso non si possa fare a meno di una documentazione rx, che dia conto dell'intero panorama della sua bocca. Cordialità Gustavo De Felice sapri (SA)
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Gustavo De Felice
Sapri (SA)

Il suo quesito è un pò nebuloso...non capisco se il molare fratturato è recuperabile...ci mandi un rx per esserle più di aiuto.

Scritto da Dott. Cristoforo Del Deo
Teramo (TE)
Consulente di Dentisti Italia

I ponti fissi fatti di capsule saldate fra loro non sono "riparabili" all'infinito. Anzi, non sarebbero per nulla modificabili. Quindi se la situazione, dopo un certo numero di anni (7-8 anni sono stati una vita buona vista la situazione, nel senso che lei si è "goduta" lungamente questo lavoro) cambia, bisogna per forza rifare tutto. Come una automobile che ad un certo punto non può più essere riparata e va cambiata. Il vero problema è cosa fare ora. Se i denti si muovevano nel 98, ora saranno ancora più mobili. La protesi le ha permesso di parlare, sorridere mangiare ma non ha certo bloccato la mobilità. Bisogna vedere se e cosa è recuperabile..
CONTINUA A LEGGERE

Scritto da Dott. Paolo Passaretti
Civitanova Marche (MC)
Consulente di Dentisti Italia

Sig.ra Antonietta, queste corone non sono eterne, non sempre si possono rappezzare e si devono sostituire, sperando che ci siano ancora delle buone fondamenta.

Scritto da Dott. Diego Ruffoni
Mozzo (BG)
Consulente di Dentisti Italia
Carnate (MB)

Sullo stesso argomento